F1, Sochi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto con la Mercedes

Il leader del mondiale è il più veloce nella terza sessione di prove libere del GP di Russia: Lewis ha rifilato oltre sette decimi al compagno di squadra Bottas, mentre il finlandese della Mercedes è insidiato dallo strepitoso Sainz con la McLaren terzo davanti ad Ocon e Perez. Non trova il giro buono Verstappen, mentre Vettel porta la Ferrari al settimo posto, con Leclerc solo 12esimo.

F1, Sochi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto con la Mercedes

C'è un mistero a Sochi: le monoposto 2020 di F1 battono i record su ogni pista ma non nel GP di Russia. Lewis Hamilton è stato il più veloce nel terzo turno di prove libere in 1'33"279 una prestazione che è lontana dall'1'32"733 di Charles Leclerc dello scorso anno con la Ferrari: balla un mezzo secondo, tenuto conto che le gomme portate dalla Pirelli sono le più morbide fra quelle disponibili (C3, C4, C5).

L'esa-campione, come il finlandese, si è lamentato della mancanza di grip della pista evidenziando la grande difficoltà nel mandare in temperatura gli pneumatici anteriori nel primo giro lanciato, nonostante sull'asfalto ci siano 40 gradi.

I tecnici Mercedes hanno dato ai due piloti le indicazioni per sfruttare al meglio il DAS nel giro di riscaldamento, ma solo il campione del mondo ha migliorato perché Valtteri nell'ultimo tentativo da qualifica con le Soft ha trovato molto traffico.

Il "boscaiolo", sempre più rapido nelle libere del venerdì, ha pagato addirittura 776 millesimi dal compagno di squadra. Il bello è che Bottas è insidiato a meno di un decimo dallo splendido Carlos Sainz terzo con la McLaren in versione standard. Lo spagnolo ha messo insieme un giro perfetto, mentre Lando Norris con l'altra MCL35 è ultimo: l'inglese non ha lavorato per il giro secco ma si è dedicato alle gomme medie con la vettura dotata del muso stretto. Quando ha provato a sparare un giro a fine turno è finito nel trafffico e ha dovuto desistere.

Bene Esteban Ocon, quarto, che conferma il buon momento della Renault: il francese con 1'34"239 precede di 13 millesimi la Racing Point di Sergio Perez. Daniel Ricciardo è solo decimo: ma l'australiano è stato penalizzato dallo specchietto destro che si è rotto penzolando pericolosamente sui supporti, per cui Daniel ha cercato di evitare che potesse volare via.

Max Verstappen con la Red Bull è sesto e paga un errore: velocissimo nel promo settore non ha impressionato nel resto della pista. L'olandese è seguito dalla Ferrari di Sebastian Vettel settima anche se staccata di 1"3 dalle frecce nere, mentre Charles Leclerc non è andato oltre il 12esimo posto.

La top ten è completata da Lance Stroll ottavo con la Racing Point evoluta davanti a Daniil Kvyat con l'AlphaTauri e come abbiamo detto a Daniel Ricciardo. Il russo è stato davanti a Pierre Gasly 11esimo.

Bene George Russell 13esimo con la Williams dietro alla Rossa di Leclerc, con Nicolas Latifi 15esimo: fra i due c'è Romain Grosjean con la Haas. Non male il francese che ha avuto un team radio molto polemico con la squadra: uno sfogo di chi sa di essere già fuori dalla F1.

Antonio Giovinazzi è davanti a Kimi Raikkonen ma l'Alfa Romeo è solo 17esima con l'italiano. Male anche Alexander Albon con la Red Bull: l'anglo-thailandese soffre nel giro secco. Poteva fare meglio ma ha trovato traffico con le gomme Soft.

 

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 16 1'33.279     225.697
2 Finland Valtteri Bottas Mercedes 19 1'34.055 0.776 0.776 223.834
3 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 17 1'34.096 0.817 0.041 223.737
4 France Esteban Ocon Renault 13 1'34.239 0.960 0.143 223.397
5 Mexico Sergio Perez Racing Point 14 1'34.252 0.973 0.013 223.367
6 Netherlands Max Verstappen Red Bull 11 1'34.306 1.027 0.054 223.239
7 Germany Sebastian Vettel Ferrari 14 1'34.594 1.315 0.288 222.559
8 Canada Lance Stroll Racing Point 13 1'34.732 1.453 0.138 222.235
9 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 14 1'34.768 1.489 0.036 222.150
10 Australia Daniel Ricciardo Renault 12 1'34.787 1.508 0.019 222.106
11 France Pierre Gasly AlphaTauri 12 1'34.792 1.513 0.005 222.094
12 Monaco Charles Leclerc Ferrari 14 1'34.806 1.527 0.014 222.061
13 United Kingdom George Russell Williams 16 1'34.979 1.700 0.173 221.657
14 France Romain Grosjean Haas 14 1'35.257 1.978 0.278 221.010
15 Canada Nicholas Latifi Williams 14 1'35.292 2.013 0.035 220.929
16 Denmark Kevin Magnussen Haas 14 1'35.451 2.172 0.159 220.561
17 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 15 1'35.590 2.311 0.139 220.240
18 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 15 1'35.599 2.320 0.009 220.219
19 Thailand Alexander Albon Red Bull 14 1'35.603 2.324 0.004 220.210
20 United Kingdom Lando Norris McLaren 17 1'35.981 2.702 0.378 219.343

 

condivisioni
commenti
Ferrari: si mette il naso sul futuro della SF1000

Articolo precedente

Ferrari: si mette il naso sul futuro della SF1000

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: le Qualifiche

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: le Qualifiche
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021