F1 | Ben Sulayem assicura che la FIA risolverà il caso Piastri-Alpine

Il presidente della FIA, Mohammed ben Sulayem, ha spiegato che la Federazione Internazionale dovrà risolvere la controversia sul doppio contratto di Oscar Piastri con Alpine e McLaren.

F1 | Ben Sulayem assicura che la FIA risolverà il caso Piastri-Alpine
Carica lettore audio

La reazione a catena di mercato è iniziata dopo l'annuncio del ritiro di Sebastian Vettel al termine della stagione in corso. L'addio del quattro volte campione del mondo ha lasciato un sedile vuoto all'Aston Martin, che è stato immediatamente occupato da Fernando Alonso, che a sorpresa lascerà l'Alpine al termine del suo attuale contratto, per cercare di portare al successo una squadra che sta investendo molto nel futuro.

Con queste due mosse, l'Alpine è rimasta senza uno dei suoi uomini chiave, anche se era fiduciosa di avere il suo giovane pilota dell'Academy, Oscar Piastri, pronto per mettere a frutto il programma di test privati fatto nel corso degli ultimi anni. Tuttavia, poche ore dopo l'annuncio da parte del team di Enstone che l'australiano avrebbe preso il secondo sedile della squadra al fianco di Esteban Ocon, lo stesso Piastri ha pubblicato una dichiarazione sui social media in cui negava di aver firmato un contratto con Alpine.

Secondo quanto riferito, il pilota nato a Melbourne aveva un accordo con la McLaren per unirsi alla scuderia di Woking a partire dal 2023, non avendo alcun obbligo nei confronti del marchio francese, ma ciò ha scatenato una serie di contestazioni legali che ora dovranno essere risolte dall'organo di governo del motorsport.

Il presidente della FIA, Mohammed ben Sulayem, ha parlato per la prima volta dei fatti che hanno coinvolto Oscar Piastri e i due team di Formula 1, spiegando che devono trovare una soluzione all'interno dell'organo di governo.

"La FIA ha un consiglio per esaminare le controversie contrattuali, ed esiste per decidere quale contratto sia più importante, o se il pilota ha concluso entrambi gli accordi allo stesso tempo", ha detto il capo della federazione internazionale. "Confidiamo ora che i suoi membri prendano una decisione che ponga fine a questo conflitto".

Il consiglio è stato costituito all'inizio degli anni '90 per una questione legata a Michael Schumacher, che aveva un accordo con la Jordan ma poi l'ha lasciata per la Benetton, e può contare su una serie di avvocati specializzati.

Il problema del caso Piastri è che la FIA potrebbe rifiutarsi di prendere provvedimenti, poiché si dice che l'australiano non abbia mai avuto un contratto valido con la scuderia Alpine di Formula 1, ma con l'Academy del marchio francese, e che questo lo abbia reso una riserva nel Circus.

Pertanto, sarebbe l'Academy del team di Enstone a poter chiedere a Piastri di adempiere agli obblighi dell'accordo, oppure una compensazione finanziaria per le spese sostenute per il suo sviluppo come pilota.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Mekies: "Ordini di scuderia più discussi all'esterno che in Ferrari"
Articolo precedente

F1 | Mekies: "Ordini di scuderia più discussi all'esterno che in Ferrari"

Prossimo Articolo

F1 | Abu Dhabi coinciderà con l'apertura dei Mondiali di calcio

F1 | Abu Dhabi coinciderà con l'apertura dei Mondiali di calcio