Daniil Kvyat sempre più vicino al clamoroso ritorno in Toro Rosso nel 2019

condivisioni
commenti
Daniil Kvyat sempre più vicino al clamoroso ritorno in Toro Rosso nel 2019
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
Tradotto da: Matteo Nugnes
03 set 2018, 16:25

Daniil Kvyat sembra essere sempre più in cima alla lista dei candidati ad occupare uno dei sedili della Toro Rosso nel 2019, con alcune fonti che suggeriscono che addirittura avrebbe già raggiunto un accordo per il suo clamoroso ritorno.

Il passaggio di Pierre Gasly alla Red Bull, dove prenderà il posto del partente Daniel Ricciardo, ha lasciato almeno un volante libero in Toro Rosso, senza dimenticare che anche il futuro a lungo termine di Brendon Hartley è ancora incerto.

Al momento la Red Bull non ha dei piloti pronti per la Formula 1 tra quelli del suo programma giovani, quindi ha iniziato a guardarsi intorno per trovare un soluzione, ma molti dei potenziali candidati sono legati ad altre squadre.

Per esempio, c'era stato un interesse per Lando Norris, che però proprio oggi è stato annunciato come titolare dalla McLaren per la prossima stagione. Nel corso del weekend monzese quindi ha preso quota il nome di Daniil Kvyat, che farebbe ritorno a Faenza dopo essere stato scaricato in seguito al GP degli Stati Uniti dello scorso anno proprio per far posto ad Hartley.

In questa stagione il russo ha lavorato per la Ferrari al simulatore e infatti in Brianza c'è stato un incontro tra i vertici del Cavallino e quelli della Red Bull per capire se ci fosse il margine per liberarlo in vista della prossima stagione.

Secondo la Red Bull, questo allontanamento di un anno può aver giovato a Kvyat, che aveva patito molto la retrocessione avvenuta nel 2016, quando fu riportato in Toro Rosso per fare spazio a Max Verstappen in "prima squadra".

Helmut Marko non ha voluto ammettere che il russo è il favorito per la Toro Rosso in questo momento, ma ha ammesso che è un profilo interessante.

"Posso dire che ora è più matuto, ma non abbiamo fretta per la Toro Rosso" ha detto a Motorsport.com. "Risolveremo i nostri problemi perché abbiamo lunga lista di nomi, quindi vedremo".

Quando poi gli è stato domandato se la Red Bull fosse interessata eventualmente a prendere uno dei piloti dei costruttori che non hanno un sedile, ha detto: "Non vogliamo prendere un pilota Mercedes".

Tra le voci del paddock però c'era anche quella di un interesse per Antonio Giovinazzi, ma Marko ha suggerito che difficilmente l'italiano sarà disponibile, perché se Charles Leclerc dovesse andare alla Ferrari, il posto alla Sauber sarebbe suo.

"Penso che Giovinazzi sia prossimo ad andare da un'altra parte" ha detto Marko.

Antonio Giovinazzi, Sauber

Antonio Giovinazzi, Sauber

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

Prossimo articolo Formula 1
Gasly rimprovera Alonso: "Ora che lascia la F1 è più aggressivo, mi ha buttato fuori! E non gli siamo simpatici..."

Articolo precedente

Gasly rimprovera Alonso: "Ora che lascia la F1 è più aggressivo, mi ha buttato fuori! E non gli siamo simpatici..."

Prossimo Articolo

Wolff: "Rispetto a Spa abbiamo capito meglio le gomme: orgoglioso del lavoro del team"

Wolff: "Rispetto a Spa abbiamo capito meglio le gomme: orgoglioso del lavoro del team"
Carica commenti