Città del Messico, Libere 1: Bottas detta il passo. Le Red Bull davanti alle Rosse

condivisioni
commenti
Città del Messico, Libere 1: Bottas detta il passo. Le Red Bull davanti alle Rosse
Di:
27 ott 2017, 16:50

La Mercedes controlla le prime due posizioni dopo la prima sessione di prove libere del GP del Messico: Bottas rifila quattro decimi a Hamilton che trova le bandiere gialle. Verstappen e Ricciardo sono davanti a Vettel con le Supersoft.

Valtteri Bottas vuole reagire al suo momento difficile e risulta il più veloce nel primo turno di prove libere del GP del Messico: il finlandese con le gomme Ultrasoft è stato l'unico a sfondare il muro di 1'18" con il tempo di 1'17"824, mentre Lewis Hamilton ha dovuto rinunciare alla sua migliore prestazione perché si è visto esporre le bandiere gialle nella sua tornata migliore, ma ha ottenuto la velocità massima più alta di 354 km/h.

Il leader del mondiale risulta così staccato di 466 millesimi dal compagno di squadra, incalzato a poco più di un decimo da Max Verstappen molto veloce con la Red Bull gommata dalle Pirelli Supersoft. La RB13 è parsa in gran forma perché Daniel Ricciardo con 1'18"421 è attaccato all'olandese, i due sono separati di appena 26 millesimi di secondo.

E la Ferrari? Sebastian Vettel è quinto con la SF70H: il tedesco con 1'18"586 ha pagato 762 millesimi da Bottas, ma anche la Rossa si è limitata a sviluppare la monoposto con le gomme Supersoft. Il tedesco ha portato in pista le novità (ala posteriore e fondo con le modifiche di Austin, ma non la nuova sospensione anteriore), mentre Kimin Raikkonen con la versione standard ha pagato un distacco di quattro decimi dal compagno di squadra e si trova a 1"1 dalla vetta.

La cosa non deve sorprendere: è un classico vedere la Ferrari in difficoltà nella prima sessione di prove libere, anche perché i tecnici di Maranello sono soliti montare motori piuttosto "sgonfi" di potenza: non deve sorprendere, quindi, che Sergio Perez, l'idolo di casa sia settimo ad appena due decimi dalla Rossa.

La SF70H, a dire il vero, è parsa pittosto nervosa ed entrambi i piloti non sono stati indenni da errori con lunghi e testacoda. In evidenza Fernando Alonso con la McLaren che si è portato all'ottavo posto con un buon 1'19"346: lo spagnolo sa già che pagherà 20 posizioni in griglia di partenza per la sostituzione dell'ennesimo motore.

E' andata certamente peggio a Stoffel Vandoorne che non ha chiuso nemmeno un tempo: il belga alla conclusione del terzo giro ha accusato la rottura del motore Honda che era appena stato montato nuovo.

Felipe Massa ha portato la Williams al nono posto davanti alle due Renault di Nico Hulkenberg e Carlos Sainz. Le due R.S.31 hanno girato alla pari, separate di un batter di ciglia: 2 millesimi di secondo!

Quattro i piloti tester in pista: Alfonso Celis si è messo in... evidenza distruggendo il retrotreno della Force India di Esteban Ocon. Il messicano, che ha girato con la VJM10 dotata dell'Halo, ha sbattuto all'ultima curva quando mancava mezz'ora alla fine del turno: si è resa necessario esporre la bandiera rossa per spostare la monoposto incidentata.

Si è messo in bella luca Antonio Giovinazzi con la Haas di Romain Grosjean: il pugliese ha colto la 15esima posizione con le gomme Supersoft centrando un 1'21"269. Il terzo pilota della Ferrari ha chiuso a tre decimi da Kevin Magnussen che ha concluso 13esimo dopo che i meccanici sonon riusciti a riparare una perdita d'acqua dalla power unit Ferrari.

Nel derby dei giovani piloti nell'orbita del Cavallino si segnala anche la 16esima piazza di Charles Leclerc con la Sauber di Marcus Ericsson: il monegasco con la meno competitiva C36 ha pagato mezzo secondo dal titolare Pascal Wehrlein a parità di pneumatici supersoft, ma ha completato il piano di lavoro che la squadta elvetica gli aveva riservata.

Poca gloria per la Toro Rosso con Sean Gelael 17esimo davanti a Brandon Hartley. L'indonesiano si è girato in testacoda, proprio come il neozelandese che si sente ancora poco a suo agio sulla Formula 1: dopo un lungo è rientrato ai box e non è più tornato in pista. Brandon è riuscito a coprire solo 10 tornate.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 42 1'17.824     199.095
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 35 1'18.290 0.466 0.466 197.910
3 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 16 1'18.395 0.571 0.105 197.645
4 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 28 1'18.421 0.597 0.026 197.579
5 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 28 1'18.586 0.762 0.165 197.164
6 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 27 1'19.008 1.184 0.422 196.111
7 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 21 1'19.240 1.416 0.232 195.537
8 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 20 1'19.346 1.522 0.106 195.276
9 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 32 1'19.443 1.619 0.097 195.037
10 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 19 1'19.552 1.728 0.109 194.770
11 55 spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 24 1'19.554 1.730 0.002 194.765
12 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 34 1'19.772 1.948 0.218 194.233
13 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 16 1'20.644 2.820 0.872 192.133
14 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 30 1'20.971 3.147 0.327 191.357
15 50 italy Antonio Giovinazzi  Haas Ferrari 26 1'21.269 3.445 0.298 190.655
16 37 monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 28 1'21.446 3.622 0.177 190.241
17 38 india Sean Gelael  Toro Rosso Renault 29 1'21.639 3.815 0.193 189.791
18 28 new_zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Renault 10 1'21.747 3.923 0.108 189.540
19 34 mexico Alfonso Celis Jr.  Force India Mercedes 17 1'22.342 4.518 0.595 188.171
20 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 3    

 

Prossimo Articolo
Toro Rosso: ecco i tre pacchi radianti della STR12

Articolo precedente

Toro Rosso: ecco i tre pacchi radianti della STR12

Prossimo Articolo

Città del Messico, Libere 2: Ricciardo a sorpresa è davanti ad Hamilton

Città del Messico, Libere 2: Ricciardo a sorpresa è davanti ad Hamilton
Carica commenti