Davies: "Sono quarto, mi aspettavo di peggio!"

Il gallese è caduto ma partirà in seconda fila così come Luca Scassa, che ha chiuso in sesta posizione

Davies: "Sono quarto, mi aspettavo di peggio!"
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Luca Scassa, Ducati Team
Luca Scassa, Ducati Team
Leon Haslam, Aprilia Racing Team
Niccolo Canepa, Althea Racing
Jonathan Rea, Kawasaki
Sylvain Guintoli, Pata Honda

L’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team ed i piloti Chaz Davies e Luca Scassa sono tornati in pista oggi a Magny-Cours per disputare le ultime prove cronometrate e le Superpole. 

Nella terza ed ultima sessione di prove cronometrate, Chaz ha girato con un buon ritmo ed è stato in grado di mantenersi nelle posizioni più alte della classifica per tutta la durata del turno. Riuscendo a migliorarsi di un decimo negli ultimi minuti della sessione, il gallese si è qualificato per la Superpole 2 in seconda posizione, grazie ad un miglior tempo di 1’37.938.

Luca ha proseguito nel lavoro di set-up insieme ai suoi tecnici, riuscendo a migliorare il suo miglior tempo di ieri e facendo registrare un buon 1’38.766. Questo tempo lo ha posizionato undicesimo a fine sessione, dandogli quindi accesso diretto alla Superpole 1.

Superpole 1: La Superpole si è svolta in condizioni bagnate ed i piloti hanno dovuto affrontare una pioggia persistente. Scassa è sceso subito in pista, posizionandosi dietro a Camier, da dove ha completato qualche giro per capire meglio le condizioni della pista. Prendendo sempre più confidenza con la pista bagnata, Luca è stato in grado di abbassare i suoi tempi giro dopo giro ed ha quindi fatto registrare un miglior crono di 1’58.131 negli ultimi secondi del turno; un tempo che gli ha assicurato la prima posizione e, conseguentemente, l’accesso alla Superpole 2.

Superpole 2: Nella seconda sessione sia Chaz che Luca hanno girato con tempi veloci fin dall’inizio. Davies, mentre stava facendo il suo miglior crono, è stato purtroppo vittima di una scivolata alla curva 15, a pochi minuti dalla fine. Poco dopo, a seguito della caduta di Lowes, i commissari hanno esposto una bandiera rossa, fermando temporaneamente la sessione. I meccanici di Davies hanno fanno tutto il possibile per ripristinare la moto a tempo di record, riuscendo a rimandare il pilota gallese in pista a poco più di due minuti dalla fine. Sfortunatamente però, il tempo non è stato sufficiente per percorrere un ulteriore giro veloce e Davies ha quindi terminato la sessione con il quarto tempo (1’57.049). Scassa ha gestito bene la situazione, evitando un contatto con Haslam alla fine del turno e chiudendo in sesta posizione finale, grazie ad un miglior tempo di 1’57.991. Entrambi i piloti Aruba Ducati si schiereranno quindi in seconda fila sulla griglia di partenza delle due gare di domani.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7) – 4° (1’57.049)
Tutto considerato la Superpole è andata abbastanza bene. Sono dovuto entrare largo nell’ultima curva, ho frenato un po troppo forte e sono caduto. Un vero peccato perché penso che sarebbe stato un giro molto veloce. Comunque, un quarto posto non è affatto male, mi aspettavo peggio onestamente, perché in queste condizioni può succedere di tutto e ci vuole poco per trovarsi più indietro. La posizione è buona, nel senso che partirò subito dietro alla pole, e portò entrare all’esterno nella prima curva. Per quanto riguarda le gare, penso che sarà asciutto domani e so di avere un buon passo; rimane da vedere se il mio passo sarà sufficiente per poter vincere…”.

Luca Scassa (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #99) – 6° (1’57.991)
Questo sesto posto mi va benissimo. Erano cinque anni che non giravo sul bagnato e poi era tutto nuovo per me, cioè ho guidato una moto nuova e sul bagnato. Ho deciso nella prima Superpole di seguire l’inglese Camier per prendere un po’ di confidenza con le condizioni del tracciato. Ho fatto il giro veloce verso fine sessione, nonostante una scarsa visibilità per la visiera che si era appannata. Nella seconda Superpole avevo più confidenza, avendo già fatto la sessione precedente. Ho fatto un paio di errori ma l’importante era fare il meglio possibile , con calma, senza scivolare. Sono molto contento del risultato e spero di continuare così anche domani”.

condivisioni
commenti
Haslam cade ma regala la pole all'Aprilia in Francia

Articolo precedente

Haslam cade ma regala la pole all'Aprilia in Francia

Prossimo Articolo

Haslam: "Non credevo di aver fatto la pole position"

Haslam: "Non credevo di aver fatto la pole position"
Carica commenti
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021
SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano Prime

SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano

Inizia la stagione 2021 del mondiale Superbike e c’è fermento per il nuovo campionato che è alle porte. Sarà ancora Rea a dettare legge o dovrà cedere lo scettro dopo sei titoli mondiali?

WSBK
19 mag 2021
SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test Prime

SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test

I test di Aragon svolti da Ducati e Yamaha hanno chiarito le idee alle squadre e lasciato alcuni dubbi che verranno dissipati solamente con l’inizio della stagione. L’unica certezza è che al momento i due team impegnati al Motorland possono essere davvero i veri contendenti al titolo 2021, in una stagione che vede Rea ancora come l’uomo da battere.

WSBK
14 apr 2021
Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’ Prime

Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’

Gli ultimi test collettivi svolti a Barcellona si sono conclusi nel segno di Jonathan Rea, che ancora una volta appare come l’uomo da battere. Ma Ducati e Yamaha non stanno a guardare e si candidano come le due squadre pronte a fermare il dominio Kawasaki.

WSBK
4 apr 2021
Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo Prime

Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha presentato la Panigale V4R che sarà incaricata di fermare il dominio Kawasaki. Ma le innovazioni della pioniera Casa bolognese e la determinazione dei piloti saranno in grado di mettere un freno a Rea?

WSBK
25 mar 2021
Davies e GoEleven, gli indipendenti che puntano in alto Prime

Davies e GoEleven, gli indipendenti che puntano in alto

Il team GoEleven ha presentato la nuova moto che scenderà in pista nella stagione 2021 e sarà affidata a Chaz Davies. Inizia una nuova avventura per il gallese, che avrà il supporto di Ducati e sarà equipaggiato della Panigale V4R aggiornata. Il nuovo binomio ha grandi sogni e ambizioni.

WSBK
20 mar 2021