Furia Razgatlioglu: “Gerloff errore stupido e grave!”

Toprak Razgatlioglu non le manda a dire a Garrett Gerloff, autore di una manovra azzardata in partenza che lo ha costretto a chiudere Gara 2 al primo giro, in cui è caduto alla Curva 1. Il turco paga ora 37 lunghezze da Jonathan Rea nella classifica e vede il mondiale più lontano.

Furia Razgatlioglu: “Gerloff errore stupido e grave!”

È finita alla prima curva Gara 2 di Toprak Razgatlioglu, che si è trovato nella ghiaia incolpevole di un incidente causato da Garrett Gerloff. Il turco ha fatto le spese dell’irruenza del pilota GRT, che si è mostrato aggressivo dal semaforo, provando ad andare al comando della gara senza riflettere troppo. Si chiude così in pochi metri la corsa di Razgatlioglu, che ora paga ben 37 lunghezze dal leader Jonathan Rea.

Il pilota Kawasaki non si è lasciato sfuggire l’occasione d’oro e ha conquistato la tripletta in Gara 2, andando a incrementare il vantaggio nella generale, di cui aveva ripreso il comando ieri nella prima manche. Il campione in carica ha ora un vantaggio discretamente rassicurante, mentre Razgatlioglu, che arrivava ad Assen da leader del mondiale, ora è costretto a inseguire in quella che si è trasformata una missione complicatissima.

Non sono però mancate le conseguenze per la manovra sconsiderata di Gerloff. L’episodio è finito immediatamente sotto l’analisi della Direzione Gara, che ha deciso di comminare una penalità allo statunitense, rimasto in piedi e in gara, pur avendo perso diverse posizioni. L’alfiere GRT si è trovato costretto a passare per la corsia box per scontare il suo ride through. Pochi giri dopo però, anche la gara di Gerloff è terminata nella ghiaia. Una scivolata ha messo fine alla sua Gara 2, ma la disperazione vista sia durante il passaggio in corsia box sia mentre si allontanava dalla pista sembrano più un realizzare la gravità della manovra.

Leggi anche:

Non è inoltre la prima volta che Gerloff si rende protagonista di episodi simili (lo avevamo già visto ad Aragon con Jonathan Rea, con quest’ultimo che però era riuscito a restare in piedi). Oggi lo statunitense è stato arbitro di quella che può essere la lotta mondiale e lo stesso Razgatlioglu è perfettamente consapevole di quanto sia diventato difficile ora recuperare terreno.

Il turco del team Pata Yamaha commenta con stupore e con rabbia la manovra di Gerloff: “Sono sorpreso perché è un grave e stupido errore. Eravamo solo alla partenza, ma perché devi provare a frenare così forte? Tra l’altro sono in lotta per il mondiale e per giunta pilota Yamaha! Questo è un errore, ma non so...”.

Il rammarico è ancora maggiore se pensa al potenziale che aveva per questa Gara 2, finita dopo pochi metri: “Questa gara sarebbe potuta andare bene, perché avevamo montato la stessa anteriore di sempre, ma avevamo cambiato la posteriore. Quindi saremmo potuti essere forti, ma comunque il weekend è finito. Ora il campionato per me diventa difficile, ma ora ad ogni gara provo a lottare per la vittoria perché ora non posso guardare alla classifica, abbiamo 37 punti di distacco. Poi vedremo le prossime gare”.

condivisioni
commenti
SBK, Assen, Gara 2: ancora Rea, primo podio per Locatelli!

Articolo precedente

SBK, Assen, Gara 2: ancora Rea, primo podio per Locatelli!

Prossimo Articolo

Locatelli raggiante: “Non credevo fosse possibile, sono felice!”

Locatelli raggiante: “Non credevo fosse possibile, sono felice!”
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021