Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
WSBK Algarve

SBK | Portimao: Bautista beffa Toprak nella Superpole Race

Alvaro Bautista ipoteca il secondo titolo mondiale beffando Toprak Razgatlioglu all’ultima curva della Superpole Race a Portimao. Andrea Locatelli sale sul terzo gradino del podio. Disastro Kawasaki, con Jonathan Rea e Alex Lowes a terra alla prima curva. Michael Ruben Rinaldi è sesto.

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing Ducati

La Superpole Race di Portimao ha visto lo stesso copione di quella di una settimana fa ad Aragon: Toprak Razgatlioglu ha dominato fino alla fine e sembrava che Alvaro Bautista dovesse accontentarsi, ma nel finale ha sferrato l’attacco che gli ha consentito di vincere. In Algarve, il campione in carica si porta a casa anche la gara breve e ipoteca il titolo, ormai sempre più vicino.

Non ha potuto fare nulla il pilota Yamaha, che ha comandato la gara dallo spegnersi del semaforo, ha resistito ai tentativi di attacchi e chiuso ogni porta. Tutto questo non è bastato al turco, beffato proprio all’ultima curva dell’ultimo giro dallo spagnolo, che è uscito bene dall’ultima curva e, grazie alla scia, è passato per primo sulla linea del traguardo.

La battaglia fra Toprak e Alvaro non fa però passare sottotraccia la prestazione di Andrea Locatelli, ottimo terzo al termine dei 10 giri di gara. L’italiano ha portato la seconda Yamaha sul podio confermando la grande crescita. Locatelli ha pagato ben 4 secondi dai primi due, ma è stato comunque autore di una solida prestazione, considerando quanto il suo compagno di squadra e il campione in carica abbiano fatto la differenza.

Nella soddisfazione Ducati e Yamaha c’è spazio anche per la delusione Kawasaki: pronti, via, i Jonathan Rea e Alex Lowes sono finiti a terra nello stesso punto, allo stesso modo ma ognuno indipendentemente dall’altro. Rientrati ai box, non hanno potuto proseguire la loro gara e sono stati costretti al ritiro. Ad approfittare dell’assenza dei portacolori della “verdona” è stato Remy Gardner, quarto al traguardo e migliore degli indipendenti (anche se nella Superpole Race non va in parco chiuso).

Alle spalle dell’australiano del team GRT troviamo Iker Lecuona, quinto e migliore dei piloti Honda. Lo spagnolo ha preceduto al traguardo Michael Ruben Rinaldi, sesto con la Ducati del team Aruba e più in difficoltà in questa domenica mattina portoghese. Settimo Michael van der Mark, primo dei rappresentanti BMW. L’olandese ha preceduto Garrett Gerloff, ottavo. Xavi Vierge e Philipp Oettl hanno chiuso la top 10 in nona e decima posizione rispettivamente.

Axel Bassani ha sfiorato il gruppo dei primi dieci, ma al traguardo è rimasto 11°, distante solo un decimo dal compagno di marca e rappresentante del team Goeleven. Ha faticato decisamente di più Danilo Petrucci, che non è andato oltre la 15esima posizione finale. Alle sue spalle Lorenzo Baldassarri, 16°, mentre Gabriele Ruiu ha chiuso il gruppo in 21esima posizione.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente SSP | Portimao: Bulega e Ducati diventano campioni del mondo 2023
Prossimo Articolo SBK | Portimao, Gara 2: Bautista vince e si avvicina al titolo

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia