Toyota ha bruciato le tappe: obiettivi 2017 raggiunti dopo due gare!

Toyota centra una clamorosa vittoria nel secondo rally della stagione 2017, anno di rientro nel WRC. Tutti gli obiettivi sono stati già raggiunti e le aspettative si alzeranno inevitabilmente...

Toyota ha bruciato le tappe: obiettivi 2017 raggiunti dopo due gare!
Podio: i vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Racing, al terzo posto Sébastien Ogier
I vincitori della gara Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
I vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Racing con Tommi Makinen
I vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Tommi Makinen, Toyota Racing
Koei Saga e i vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Podio: il vincitore Jari-Matti Latvala, Toyota Racing e il terzo classificato Sébastien Ogier, M-Spo
I vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Racing con Tommi Makinen
Podio: i vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Racing, al secondo posto Ott Tänak, Ma
I vincitori Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing
L'auto di Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Toyota Yaris WRC, Toyota Racing nella team area

Il secondo posto centrato a Monte-Carlo al debutto nel WRC avrebbe potuto essere un caso. Per fugare ogni dubbio, Toyota e Jari-Matti Latvala hanno fatto molto meglio appena due settimane più tardi vincendo il Rally di Svezia. Una gara piena di colpi di scena, portata a casa attraverso una condotta perfetta sia dal punto di vista prestazionale che da quello strategico.

Vittoria dopo 18 anni

Toyota è tornata a vincere nel Mondiale Rally dopo 18 stagioni, gli stessi anni d'assenza dalla categoria, centrando il 44esimo successo della sua gloriosa storia nel motorsport. L'ultima prima di quella ottenuta da Latvala in Svezia era stata firmata da Didier Auriol e Denis Giraudet al volante di una Corolla WRC nel Rally di Cina del 1999.

Proprio in quella stagione, l'ultima nel WRC, Toyota riuscì a centrare l'ultimo titolo prima del ritiro, ovvero il Mondiale Costruttori grazie ad Auriol e allo spagnolo Carlos Sainz. Il nuovo successo è significativo, perché arrivato grazie a un team totalmente nuovo, diretto da Tommi Makinen e con una vettura ritenuta da molti troppo acerba per competere da subito per il successo. Tra questi, lo ricordiamo, anche Sébastien Ogier, che le ha preferito la Fiesta dopo il duplice test comparativo svolto al termine del 2016.

Obiettivi 2017 centrati in anticipo

A inizio anno sia Makinen che i piloti hanno parlato proprio ai nostri microfoni degli obiettivi della stagione d'esordio. Il podio era atteso dopo i primi 5-6 appuntamenti, giusto il tempo di sviluppare la Yaris e vedere in che posizione si trovasse la vettura rispetto alle concorrenti. Invece è arrivato un clamoroso secondo posto all'esordio. Ma si sa, Monte-Carlo è una gara particolare. Difficile giudicare una vettura in una competizione così affascinante ma altrettanto strana come quella del Principato.

Poi è arrivata la Svezia. La Yaris, il team e Latvala erano attesi al varco da tutti. Solo un caso quello di Monte-Carlo? La risposta è stata veemente. Certo, il secondo "suicidio" sportivo di Neuville ha aperto le porte a un'opportunità altrimenti non realizzabile, ma la Yaris e Latvala hanno dato prova di affidabilità estrema e di eccellenti prestazioni. Non è un caso che il finnico sia riuscito a portare a casa 6 speciali sulle 18 previste (come Neuville). La vettura è veloce. Forse non la migliore in assoluto, ma il pacchetto team-vettura-pilota c'è e funziona.

Un risultato eccezionale soprattutto considerando le parole di Makinen dopo il podio nella gara d'esordio: "Stando a quanto visto oggi possiamo vincere. Però penso verso il termine della stagione". Anche in questo caso le previsioni si sono rivelate errate. Latvala ha vinto subito con una Toyota capace non solo di resistere agli attacchi delle Fiesta di Tanak e Ogier, ma addirittura di incrementare il proprio vantaggio. "Tu pensa solo a guidare, non all'assetto. Concentrati sulla guida e tutto verrà naturale", aveva detto Makinen all'inizio dell'ultimo giorno. Latvala ha eseguito nella maniera migliore.

Latvala finalmente maturo?

Non c'è solo la Yaris a rubare la scena in questa vittoria svedese. Toyota deve anche ringraziare un pilota mai così continuo e poco incline all'errore come il Latvala di quest'anno. Il finnico è sempre stato uno dei piloti più veloci del WRC. Lo è da anni e questa è una verità difficile da infrangere. Spesso a distruggere tutto era proprio la tendenza all'incidente mostrata dal pilota.

Ma allora cos'è cambiato rispetto al periodo Volkswagen? Latvala ha trovato in Toyota l'ambiente che cercava. Tutto è concentrato su di lui, perché finalmente è al centro di un progetto di alto livello. In Volkswagen era il secondo pilota "di lusso". Ma sempre il compagno di squadra di Ogier. Quest'anno non ha l'ombra pesante del francese a oscurarlo. Anzi, ha Tommi Makinen, sempre pronto al suggerimento e a trasmettergli sicurezza e serenità. Non è un caso che in due gare così difficili come Monte-Carlo e la Svezia Latvala sia riuscito a non fare alcun errore e a issarsi al vertice del Mondiale Piloti.

Pensate che appena un anno fa, dopo aver disputato le stesse due gare, Jari-Matti aveva raccolto la miseria di zero punti, un ritiro e un mesto 26esimo posto, frutto di un errore proprio in Svezia.

Latvala: ora sarà più difficile

"E' fantastico!", ha affermato un incredulo Latvala al termine della gara. "Un team nuovo, una vettura nuova, il nostro secondo rally... E abbiamo vinto! Non ho parole per descrivere tutto questo. Sono così emozionato... Ho disputato la miglior power stage della mia carriera e l'ho fatto con la Toyota Yaris".

Ora però gli occhi di tutti saranno puntati sul leader del Mondiale e sulla Yaris numero 10. E tutto sarà più difficile."Siamo a un buon livello, ora però guardiamo avanti, sappiamo che sarà tutto più difficile. Il campionato è interessante. Il Messico ospiterà la prossima gara e dobbiamo lavorare duro, ma sono molto motivato e daremo ancora battaglia!".

condivisioni
commenti
Fotogallery: il ritorno alla vittoria della Toyota nel WRC in Svezia
Articolo precedente

Fotogallery: il ritorno alla vittoria della Toyota nel WRC in Svezia

Prossimo Articolo

Fotogallery: ecco gli scatti più belli del Rally di Svezia

Fotogallery: ecco gli scatti più belli del Rally di Svezia
Carica commenti
Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC Prime

Ecco cosa ha reso Richard Burns una leggenda del WRC

20 anni fa Richard Burns vinceva il primo e unico titolo iridato WRC della sua carriera, esattamente 4 anni prima di morire a causa di un tumore al cervello che lo ha portato via il 25 novembre 2005. Ecco cosa lo ha reso un pilota speciale, anche contro mostri sacri del WRC quali McRae, Makinen, Sainz e Gronholm.

WRC
22 o
WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori Prime

WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori

Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno vinto a Monza l'ottavo e ultimo titolo WRC assieme. Ecco qual è la loro eredità, al di là dei titoli, delle vittorie e del loro nome già nell'Olimpo dei più grandi del Motorsport.

WRC
25 nov 2021
Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione! Prime

Pagelle WRC | 10gier campione, S8lberg, che prestazione!

In questo nuovo video di Motorsport.com, Giacomo Rauli e Beatrice Frangione commentano le prestazioni dei protagonisti dell'ACI Rally Monza. Ecco i promossi e i bocciati dell'ultimo appuntamento del mondiale WRC 2021.

WRC
23 nov 2021
WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna? Prime

WRC, cos'ha messo in pericolo la vittoria di Neuville in Spagna?

Thierry Neuville ha dominato il Rally di Spagna, ma ha rischiato di perdere tutto a causa di un problema verificatosi prima della Power Stage. Ecco di cosa si tratta.

WRC
21 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna Prime

Pagelle WRC: Ogier e Tanak (ancora) dietro la lavagna

Dal Rally di Spagna, il mondiale WRC ne esce con tanti promossi, tanti bocciati e... due titoli ancora da assegnare. In questo nuovo video di Motorsport.com, Beatrice Frangione e Giacomo Rauli commentano le prestazioni dei protagonisti della tappa spagnola.

WRC
18 ott 2021
Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione Prime

Pagelle WRC: Ogier bocciato, manca la zampata del campione

Il Rally di Finlandia ha riaperto un mondiale che sembrava già chiuso. Merito del "ritorno" di Evans; mentre chi avrebbe dovuto tirare la zampata finale, come Ogier, porta a casa una prova totalmente incolore. Ecco le pagelle della tappa finlandese di Motorsport.com con Giacomo Rauli e Beatrice Frangione.

WRC
5 ott 2021
Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente Prime

Pagelle WRC: In Grecia Rovanpera perfetto, Hyundai per...niente

Se da un parte il Rally dell'Acropoli ha regalato a Kalle Rovanpera la seconda - e strepitosa - vittoria in carriera, dall'altra ha generato una contrapposizione di emozioni: con Hyundai in difficoltà, Ogier conquista un bronzo che vale oro. Ecco le pagelle stilate e commentate da Beatrice Frangione e Giacomo Rauli.

WRC
15 set 2021
Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC Prime

Ora è Hyundai il riferimento prestazionale del WRC

Toyota e Ogier dominano le classifiche Mondiali del WRC, ma i dati che abbiamo in mano devono essere interpretati. Ecco perché Hyundai non ha solo recuperato il gap prestazionale dalla Casa giapponese, ma l'ha addirittura superata.

WRC
18 ago 2021