Siedl: "Porsche e Toyota hanno già lo stesso carico aerodinamico del 2016"

Il team principal della casa di Stoccarda ha parlato al termine dei test sul tracciato di Aragon affermando che sia la 919 che la Toyota hanno girato su tempi vicini a quelli ottenuti nel 2016 nonostante le restrizioni aerodinamiche imposte.

Siedl: "Porsche e Toyota hanno già lo stesso carico aerodinamico del 2016"
Carica lettore audio

I due costruttori che saranno impegnati quest'anno nel WEC sono già riusciti a recuperare il carico aerodinamico perduto secondo i dettami del nuovo regolamento, parola di Andreas Seidl, team principal Porsche.

Dopo che le vetture di Stoccarda e le Toyota sono scese in pista nel corso dei test sul tracciato di Aragon, Seidl ha rilasciato una intervista a Motorsport.com.

"Abbiamo girato insieme alle vetture della Toyota e posso dire che i nostri tempi sul giro non sono distanti da quelli ottenuti nel 2016. Sembra che abbiamo recuperato il carico aerodinamico perduto, alla fine questa è una parte del nostro lavoro".

Le modifiche regolamentari per il 2017 prevedono una maggiore altezza dello splitter anteriore ed una minore profondità del diffusore posteriore al fine di diminuire la velocità di percorrenza in curva.

Stando alle simulazioni effettuate da Porsche e Toyota, con i nuovi regolamenti applicati alle vetture 2016 il tempo di percorrenza a Le Mans dovrebbe aumentare di circa 4 secondi. 

Seidl, tuttavia, non ha voluto comunicare alcun riferimento cronometrico ottenuto nel corso dei test.

"E' difficile capire dove siamo in questo momento rispetto alla Toyota dato che stiamo svolgendo un programma di lavoro differente".

Sia Porsche che Toyota, inoltre, non hanno comunicato quale configurazione aerodinamica è stata adottata nel corso dei test ad Aragon.

Seidl ha comunque affermato che la 919 versione 2017 ha già percorso 7200 chilometri in occasione del primo test di durata ed è fiducioso che la vettura troverà l'affidabilità necessaria per affrontare le gare di sei ore.

Prima di Natale il team della casa di Stoccarda era già sceso in pista ad Aragon con una vettura intermedia priva dell'aerodinamica 2017 per poi ripresentare la medesima auto i primi giorni dell'anno a Valencia.

 

condivisioni
commenti
Ufficiale: Gianmaria Bruni nuovo pilota di Porsche Motorsport
Articolo precedente

Ufficiale: Gianmaria Bruni nuovo pilota di Porsche Motorsport

Prossimo Articolo

Cairoli e Dienst completano l'equipaggio della Dempsey-Proton Racing

Cairoli e Dienst completano l'equipaggio della Dempsey-Proton Racing