Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”

Il pilota Ducati è solo 16esimo al termine dei test collettivi di Losail, ma promuove le novità portate in pista, in particolare l’aerodinamica che può aiutare nella velocità di punta.

Petrucci: “Siamo tornati ad essere i più veloci sul rettilineo”

L’ultimo giorno di test a Losail si è chiuso nel segno delle Yamaha, che dominano piazzando tre moto nelle prime quattro posizioni. Nell’egemonia della Casa di Iwata è sembrata più in ombra la Ducati, prima delle quali è quella di Jack Miller, quinto. Le ufficiali sono invece rimaste più attardate, con Danilo Petrucci fuori dalla top 10 ed addirittura 16esimo.

Ma alla fine del Day 3 dei test collettivi in Qatar, il ternano non è apparso troppo preoccupato e ha promosso le novità portate da Borgo Panigale, che potrebbero aiutare la Desmosedici ad essere più competitiva in un inizio di stagione che sulla carta si prospetta molto combattuto. In particolare, ‘Petrux’ ha provato la nuova aerodinamica, di cui ha riscontri positivi: “Non ci sono punti negativi. Certo, qui in Qatar è sempre abbastanza complicato perché durante il giorno c’è molto vento. Però abbiamo visto che in condizioni di forte vento non dà molto fastidio, quindi potrebbe essere un passo in avanti”.

Leggi anche:

Riguardo alla velocità di punta, ha aggiunto: “Di sicuro questo è sempre stato un nostro punto forte, l’anno scorso non era così, la Honda era molto veloce, invece quest’anno siamo tornati ad essere i più rapidi. Mi mancano ancora delle cosine da mettere a posto, però vedremo come saranno le condizioni durante il weekend di gara”.

Petrucci ha utilizzato anche l’ormai famoso holeshot, che ritiene utile soprattutto in alcune piste del calendario: “Oggi l’ho usato, ma è già da un po’ che lo utilizzo a dire la verità. Penso che possa essere utile, di sicuro non cambia radicalmente, ma tante gare come abbiamo visto l’anno scorso sono state vinte al photofinish, soprattutto quelle vinte da noi. Anche all’ultima curva puoi vincere e nella MotoGP di oggi quando c’è qualche millesimo di differenza si prende tutto, anche se magari può essere scomodo”.

 

La stagione 2020 sta per cominciare e la vera novità è un Marc Marquez non in ottima forma. Il Campione del mondo in carica ha manifestato inoltre delle difficoltà in sella alla Honda e questo potrebbe favorire sia Ducati sia gli altri avversari. Petrucci non si sofferma sul commentare gli eventuali problemi del team giapponese, ma analizza la situazione nel complesso: “Non so, io guardo al nostro e comunque questa gomma posteriore nuova è stata un bel rimescolamento di carte. Sicuramente se guardo all’anno scorso eravamo messi molto meglio, quest’anno ci siamo mossi di più. Però alla fine oggi la velocità conta sul giro secco, perché partire davanti con potenzialmente 12 piloti che possono fare il podio è importante e sorpassare è difficile”.

“Ma sinceramente io non scarto mai Marc dai favoriti. Poi cosa sta facendo la Honda non lo so, ma le carte si sono rimescolate un bel po’. Anche noi siamo stati in difficoltà a Sepang e non siamo nelle migliori condizioni adesso. Volevo fare una simulazione gara nella sua interezza per vedere come potevo stare in gara. Poi i problemi di Honda Marquez li ha risolti diverse volte, quindi aspettiamo la gara per dire che abbiano dei problemi”.

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto

Danilo Petrucci, Ducati Team, dettaglio della moto
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team

Danilo Petrucci, Ducati Team
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"

Articolo precedente

Dovizioso: "Le Yamaha partono favorite, ma non siamo lontani"

Prossimo Articolo

Rossi preoccupato: "Nei long run siamo in crisi con le gomme"

Rossi preoccupato: "Nei long run siamo in crisi con le gomme"
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021