MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
21 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
28 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
42 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
55 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
83 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
90 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
104 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
111 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
125 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
174 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
195 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
209 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
230 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
237 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
251 giorni

Morbidelli: “Pressione della gomma davanti alle stelle”

Il pilota del team Petronas è stato il migliore delle Yamaha al traguardo, ma ha portato a casa solamente l’undicesima posizione. La sua gara è stata pesantemente condizionata dall’elevata pressione della gomma anteriore, problema già avuto da Quartararo in passato. Ora le opzioni di titolo si affievoliscono.

Morbidelli: “Pressione della gomma davanti alle stelle”

Franco Morbidelli arrivava a Valencia forte della vittoria conquistata in scioltezza nella seconda gara di Aragon, ma il Gran Premio d’Europa non è andato secondo le aspettative e ha portato a casa solamente un 11esimo posto. Il pilota del team Petronas aveva montato una coppia di gomme dure, scelta azzardata che inizialmente sembrava non avesse pagato. Ma è stata la pressione dell’anteriore a rivelarsi come il vero problema che ha condizionato la sua gara.

Morbidelli è stato il migliore dei piloti Yamaha nella gara di oggi, ma l’11esimo posto non fa sorridere Iwata. È infatti la prima volta dal 2007 che nessuna Yamaha finisce una gara fra i primi dieci. L’italiano spiega i motivi per cui non è riuscito ad essere performante: “Oggi è andata molto male, perché la pressione della gomma mi è andata alle stelle, quindi ho fatto molta fatica a guidare. È qualcosa che succede quando siamo nel gruppo, la moto diventa molto difficile da guidare e dobbiamo solo portarla a casa nel miglior modo possibile. Succede, come abbiamo visto due gare fa a Fabio, ma non è la prima volta che succede, quindi dobbiamo riuscire a capire il perché e più che altro come reagire e non soffrire così tanto quando avviene”.

La scelta della doppia dura quindi non è stata sbagliata: “Avevo visto che stamattina ero veloce con la dura al posteriore, quindi mi sono detto ‘perché no’. Le temperature erano sempre più alte, quindi la situazione andava a favore della mia scelta. Ma in concreto è difficile capire se la mia scelta sia stata giusta, perché sono stato troppo condizionato dalla pressione elevata all’anteriore, quindi non possiamo avere un riscontro”.

Leggi anche:

Il risultato negativo del Gran Premio d’Europa non fa però perdere fiducia a Morbidelli, che ritiene di avere comunque un buon pacchetto a disposizione: “Credo nel lavoro di Yamaha, del mio team e quindi non sono molto preoccupato per questo motivo. Andiamo molto forte soprattutto se le cose vanno per il verso normale. Il problema è che ci sono delle cose che non permettono alla moto di dire la verità quando sei in gara, quindi facciamo fatica per quello, ma il pacchetto è ottimo e le persone che ci lavorano intorno lo sono altrettanto”.

Con l’11esima posizione finale, Morbidelli è ora quinto nella classifica generale a 45 lunghezze da Joan Mir, leader assoluto ed ormai lanciato verso il suo primo titolo mondiale. Con 50 punti ancora in palio, per l’italiano del team satellite Yamaha l’impresa diventa difficile: “Non alzo bandiera bianca! La alzerò solo quando sarà finito il campionato…è andata quando lo dice la matematica. Scherzi a parte, le opzioni di titolo sono quasi andate, siamo lontani da Joan, che sembra meritare più di tutti questo campionato. Ma siamo comunque in gioco per la seconda posizione”.

“È la mia natura, sono tranquillo e positivo – conclude Morbidelli, cje appare come il più calmo dei piloti Yamaha – È il mio modo di prendere le cose. Evidentemente oggi è stata una gara negativa, ma la cosa positiva è che sappiamo perché e non eravamo i peggiori in pista. L’altro aspetto positivo è che abbiamo ridotto il nostro gap rispetto alla posizione più raggiungibile in questo momento, che è la seconda. Ci sono quindi delle cose che mi fanno stare meglio nonostante la gara negativa”.

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Francesco Bagnaia, Pramac Racing
18/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rossi: "Ho avuto un problema che non capitava da 12 anni..."

Articolo precedente

Rossi: "Ho avuto un problema che non capitava da 12 anni..."

Prossimo Articolo

Quartararo: "Le altre Case lavorano molto meglio di Yamaha"

Quartararo: "Le altre Case lavorano molto meglio di Yamaha"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Europa
Sotto-evento Gara
Location Valencia
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Lorenza D'Adderio
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021