Mir: "L'unico ordine è evitare di fare cose stupide"

Il leader del Mondiale fa il punto in casa Suzuki a 3 gare dal termine del Mondiale ed esprime tutta la sua paura e la sua frustrazione sulla situazione sanitaria attuale.

Mir: "L'unico ordine è evitare di fare cose stupide"

Joan Mir inizierà il terzultimo fine settimana del Mondiale 2020 di MotoGP con 14 punti di vantaggio nei confronti di Fabio Quatararo, primo avversario in classifica e 19 su Maverick Vinales.

Mir ha già chiarito nei giorni passati che il suo obiettivo sarà cercare di vincere almeno una gara nel corso di questa stagione, obiettivo che ancora deve raggiungere da quando ha iniziato a correre nella classe regina del Motomondiale.

La vittoria è un obiettivo, ma portare a casa il Mondiale sarebbe qualcosa di molto più grande. Sebbene Suzuki sia in una posizione invidiabile dal punto di vista del Mondiale Piloti, Mir ha sottolineato di non voler e di non aspettarsi aiuti dal compagno di squadra, almeno sino a quando Alex Rins sarà in lizza per il titolo in via matematica.

"Non c'è niente di cui discutere. Gli ordini di squadra che ci sono oggi sono sempre gli stessi: rispettarci ed evitare di fare stupidaggini, perché non possiamo permettercelo. Ma, oltre a questo, c'è da dire che Alex si sta ancora giocando il titolo".

"Non deve aiutarmi proprio per questo motivo. Evidentemente, qualora le cose dovessero cambiare e si dovesse trovare senza alcuna possibilità, le cose potrebbero cambiare perché vincere il titolo è molto importante".

Mir ha anche spiegato di aver vissuto molto male le ultime due settimane. La paura di contrarre il COVID lo ha reso particolarmente scrupoloso anche a casa sua, tanto da costringere la fidanzata a fare il tampone e non vedere nessuno per 2 settimane.

"A casa suiamo diventati molto più attenti. All'arrivo in Andorra la mia ragazza aveva già fatto il tampone e una volta arrivato a casa non ho avuto contatti con nessuno. E' una situazione opprimente, non sono riuscito a stare calmo. Quando sono tornato a casa è andata così".

La stessa situazione, però, si è ripresentata anche a Valencia: "Va detto che anche qui a Valencia la situazione è la medesima e non è il massimo dal punto di vista mentale".

condivisioni
commenti
Vinales, motori al limite: "Starò tanto ai box nelle libere"
Articolo precedente

Vinales, motori al limite: "Starò tanto ai box nelle libere"

Prossimo Articolo

Caso Yamaha: pagano il costruttore e i team, piloti graziati

Caso Yamaha: pagano il costruttore e i team, piloti graziati
Carica commenti
Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez Prime

Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez

Fabio Quartararo può a ben ragione essere considerato l'alternativa del presente a Marc Marquez. Il francese, neo iridato MotoGP, ha conquistato il titolo a Misano dopo una stagione in cui ha dato spettacolo in lungo e in largo. Ed in vista del 2022...

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre” Prime

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre”

Valentino Rossi è stato la star indiscussa del fine settimana di MotoGP dove comunque è stato incoronato il nuovo campione del mondo, Fabio Quartararo. Il pilota di Tavullia ha ricevuto un'ovazione clamorosa dal suo pubblico - e non solo - e, come ha ammesso scherzando

MotoGP
27 ott 2021
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021