Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

Mir: “Nessuna pubblicità Suzuki sarà mai forte come la MotoGP”

Joan Mir, campione del mondo 2020 e prossimo pilota Honda, continua a non capire la decisione della Suzuki di abbandonare la MotoGP e afferma che "nessuna campagna pubblicitaria" potrà replicare quella che la MotoGP ha dato al marchio.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Gold and Goose / Motorsport Images

Dopo il GP di Spagna dello scorso maggio, Suzuki ha preso la decisione shock di abbandonare la MotoGP alla fine della stagione 2022, nonostante avesse firmato per correre nella categoria per altri cinque anni, ovvero fino al 2026. Il marchio giapponese ha addotto come motivazione preoccupazioni finanziarie e un cambiamento nell'industria automobilistica, anche se l'annuncio è arrivato solo una gara dopo che Alex Rins aveva conquistato la vetta della classifica generale in MotoGP.

Da allora la Suzuki ha vinto due volte, con Rins che si è aggiudicato la vittoria in Australia e domenica scorsa, nell’emozionante Gran Premio di Valencia, gara dell’addio della Casa di Hamamatsu. Joan Mir, che nel 2020 ha riportato il titolo in Suzuki dopo venti anni, il primo in MotoGP, sostiene che il marchio "rimpiangerà" la decisione di lasciare, perché nessuna campagna di marketing sarà forte come la MotoGP "con una bella squadra".

"È emozionante finire così quella che è l'ultima gara per la Suzuki", ha detto Mir, sesto a Valencia. “Penso che in Giappone probabilmente se ne pentiranno. Ma se hanno preso questa decisione, è stato per un motivo importante. Voglio ringraziare la Suzuki per quello che ha fatto per me, grazie al super team che mi circonda e che è sempre stato al top".

Non so se sia un rimpianto, forse vogliono investire in altre cose. Ma per me anche se si guardano i diversi aspetti, l'immagine che stiamo dando qui in MotoGP, con una bella moto, con una bella squadra, penso che nessuna campagna pubblicitaria possa dare quello che stiamo dando qui. Quindi non capisco perché abbiano preso questa decisione. Ma comunque avranno le loro ragioni”.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

A settembre, Rins ha rivelato che la Suzuki non gli aveva ancora dato una risposta chiara sul perché abbia deciso di abbandonare la MotoGP. Nelle prime fasi del GP di Valencia, Mir sembrava poter essere una minaccia per il podio, ma ha perso troppo tempo nel tentativo di superare il campione Francesco Bagnaia, prima che un problema al transponder compromettesse la sua elettronica negli ultimi giri.

"È stata una gara molto bella, mi sono divertito", ha detto Mir. "Se mi chiedete cosa potrebbe essere andato meglio, dico due cose: essere un po' più aggressivo con Bagnaia, ho perso un po' di tempo. Ma se fossi al suo posto probabilmente non vorrei che qualcuno facesse manovre folli su di me. Quindi, ho perso probabilmente tre o quattro giri che erano fondamentali per finire più avanti.

"Poi, negli ultimi tre giri ho avuto un problema con il transponder e l'elettronica della moto era completamente andata. Ho perso una posizione per questo motivo e ho perso un po' di ritmo. Un po' di sfortuna, ma siamo riusciti a finire la gara. Onestamente sono contento del ritmo. Sono deluso per la mia stagione in generale, perché abbiamo sempre avuto problemi, un po' di sfortuna, qualche errore”, ha concluso il maiorchino.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Marquez avverte Mir e Rins: con Honda bisogna convivere con le cadute
Prossimo Articolo Fotogallery MotoGP | A Valencia è già 2023 con i test

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia