Dovizioso: "Sette vincitori? Io credo di poter essere l'ottavo"

Il pilota della Ducati è convinto di aver messo alle spalle i problemi fisici delle ultime settimane, inoltre la sua Desmosedici GP si è comportata bene nei test di un paio di settimana fa a Misano, quindi inizia il weekend con ottimismo.

La MotoGP probabilmente non è mai stata tanto combattuta come in questa stagione. Nelle ultime sette gare sono stati ben sette diversi i piloti che hanno occupato il gradino più alto del podio e sono numeri da capogiro se si pensa che dopo il ritiro di Casey Stoner avevano vinto solamente Valentino Rossi, Marc Marquez, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa prima che Jack Miller riuscisse a rompere la maledizione ad Assen.

In questo elenco manca ancora Andrea Dovizioso, che insegue ancora il suo primo successo da quando è passato a vestire i colori della Ducati. Il forlivese però sembra avere le idee piuttosto chiare in merito: "Io credo di poter essere l'ottavo, devo crederci e ci spero".

Anche perché questo fine settimana si corre a Misano, che è una pista di casa per la Desmosedici GP: "Arriviamo qui a Misano per provare ad andare bene. Il mio feeling era buono quando abbiamo fatto il test qui due settimane fa, quindi mi aspetto di essere subito veloce. Poi chiaramente tutti i dettagli si possono capire solo nel weekend, perché il weekend è sempre diverso da un giornata di test, nella quale comunque non c'erano gli avversari come metro di paragone. Inoltre la Michelin ha portato delle gomme diverse per l'anteriore, quindi ci sono vari aspetti che dobbiamo valutare nel weekend, anche se credo che possiamo essere competitivi".

Proprio nei test "Desmodovi" si era fatto male ad un ginocchio, ma non sembra troppo preoccupato per questo: "A pochi giorni da una caduta è normale che la situazione peggiori un pochino per quanto riguarda il ginocchio, ma non credo che sarà un problema in moto. Fa un po' male, ma dopo qualche giro spero che non sarà un problema".

Negli ultimi giri a Silverstone invece aveva patito un indolenzimento al braccio destro, ma questo sembra impaurirlo ancora meno: "La situazione del braccio è diversa: io ho faticato in gara, ma non è che sia venuto fuori un problema fisico. I muscoli dell'avambraccio sono particolari e quando si affaticano troppo non si può recuperare durante la gara, quindi semplicemente ho perso la forza. Nei giorni successivi però ho fatto un buon recupero per arrivare qui nelle migliori condizioni. Banalmente, la nostra moto è molto fisica, quindi quando vai a correre sulle piste più impegnative come Silverstone possono venire fuori delle difficoltà di questo tipo".

Poi Andrea è tornato ad affrontare il discorso dei sette vincitori diversi, dando la sua spiegazione dell'accaduto: "Quest'anno, con l'arrivo delle gomme Michelin, ogni weekend è abbastanza a sé, quindi può capitare che ci siano più piloti in grado di vincere rispetto al passato. Le gomme sono più difficili da gestire, quindi chi riesce a farlo meglio in gara ha dei vantaggi. A volte poi le gomme si comportano bene con una moto e non con un'altra, inoltre nelle ultime gare anche le condizioni atmosferiche hanno un po' condizionato l'esito delle gare. Da questo punto di vista è tutto un po' più difficile per noi, ma è bello che ci siano più piloti in grado di giocarsi il podio e le vittorie".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di San Marino
Circuito Misano Adriatico
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista