MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
2 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
9 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
22 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
37 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
57 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
65 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
72 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
93 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
100 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
114 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
121 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"

condivisioni
commenti
Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"
Di:
Co-autore: Oriol Puigdemont
23 feb 2020, 12:55

Cal Crutchlow ha ammesso di dover guidare la Honda MotoGP 2020 con un "amatore" solo per restare in sella, avendo avuto sensazioni peggiori in Qatar che in Malesia.

Crutchlow aveva rivelato ai test pre-stagionali di Sepang, due settimane fa, che la nuova RC213V era addirittura peggiore rispetto alla versione 2019 a livello di turning.

Il pilota del Team LCR ha chiuso 19esimo, staccato di 1"2, nella giornata di apertura dei test in Qatar, anche se ha specificato di non aver montato le gomme soft per un time attack. Tuttavia, ha aggiunto che le sensazioni in sella sono addirittura peggiori di quelle provare a Sepang due settimane fa.

"Non ho un buon feeling e questo mi ha impedito di essere più veloce" ha detto Crutchlow.

"Ma al momento, l'unico modo in cui posso guidare per rimanere in sella è da amatore. Devo guidare molto lentamente, perché non posso forzare la moto al momento. E' davvero strano".

"La spinta che c'è quando entri in curva e quando esci dalla curva all'apertura del gas è davvero un problema al momento per me".

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Il campione del mondo Marc Marquez ha sottolineato che se c'è una pista che rende evidenti i punti deboli della RC213V, questa è Losail. Una spiegazione che sembra condividere anche Cal.

Crutchlow ha infatti spiegato che la moto comunque è migliorata in accelerazione rispetto all'anno scorso e che anche l'anno scorso aveva faticato parecchio nei test, salvo poi riuscire a piazzarsi terzo nella prima gara dell'anno proprio in Qatar.

In ogni caso, pur ammettendo le difficoltà storiche della Honda su questa pista, ha aggiunto che vede improbabile un grande salto in avanti da qui all'8 marzo, quando ci sarà il GP del Qatar.

"Qui abbiamo avuto questo problema anche l'anno scorso, ma ora sembra ancora più pronunciato e quindi è tutto più difficile".

Leggi anche:

"Ma io e Marc siamo arrivati secondo e terzo l'anno scorso in gara. Quindi, il primo giorno di test è sempre strano, ma non credo che possiamo fare un passo avanti così grande nel weekend di gara".

"Non sono in grado di essere veloce e questo è strano. Sono in grado di essere costante, ma non veloce, quindi avrei dovuto fare meglio di come è andata per ora".

"Ma non ho mai avuto un grande feeling con la moto, anche se è vero che il primo giorno qui è sempre più difficile per i piloti della Honda. Ora analizzeremo i dati con gli ingegneri, ma sicuramente dobbiamo migliorare" ha concluso.

Prossimo Articolo
Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo al top alle 15

Articolo precedente

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo al top alle 15

Prossimo Articolo

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17
Carica commenti