Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17

Il pilota della Yamaha si porta al comando della classifica, ma mostra anche un grande passo. Alle sue spalle ci sono Petrucci e Morbidelli, ma stupisce Pol Espargaro quarto. Indietro Rossi e Marquez.

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17

Siamo arrivati alla conclusione della quarta ora della seconda giornata dei test collettivi di MotoGP in Qatar e davanti a tutti si è portato Maverick Vinales. Ad impressionare non è tanto il tempo del pilota della Yamaha, perché il suo 1'54"658 è più alto rispetto alla prestazione con cui aveva comandato ieri Alex Rins, ma il modo in cui ci è arrivato.

Lo spagnolo infatti ha infilato una sequenza di giri sotto al muro dell'1'55" e proprio al 40esimo dei suoi 41 giri si è piazzato in cima alla lista dei tempi. Maverick, che è anche quello che ha completato più giri, ha dimostrato quindi di essere messo piuttosto bene anche dal punto di vista del passo.

Alle sue spalle, staccato di 194 millesimi, c'è Danilo Petrucci, che si è rimasto al comando con la sua Ducati fino a pochi minuti prima delle 17 locali. In generale però le Desmosedici GP stanno andando abbastanza bene, perché Andrea Dovizioso è settimo davanti a Jack Miller, mentre Pecco Bagnaia è decimo, anche se questi tre sono rimasti sopra all'1'55". Oggi, tra le altre cose, il forlivese dovrebbe provare il nuovo forcellone.

Anche in casa Yamaha comunque le cose stanno andando piuttosto bene, perché in terza e quinta posizione troviamo le due M1 del Team Petronas, con la Spec A di Franco Morbidelli che per il momento è davanti alla factory di Fabio Quartararo. Entrambi comunque sono riusciti ad infrangere il muro dell'1'55". Discorso che vale anche per un ottimo Pol Espargaro, quarto ed autore di un grande passo avanti con la sua KTM rispetto a ieri.

Si potrebbe fare il discorso inverso invece per le Suzuki, con Joan Mir ed Alex Rins ancora lontano dalle prestazioni che hanno realizzato nella doppietta di ieri ed al momento occupano la sesta e la 12esima posizione. Ma è curioso anche che l'unica Honda presente nelal top 10 sia quella 2019 del giapponese Takaaki Nakagami.

Le tre moto RC213V 2020 invece sono decisamente più attardate, con i fratelli Marquez che si trovano in 15esima e 16esima posizione e Cal Crutchlow, che anche ieri si è lamentato di una moto difficilissima, in 20esima. Il campione del mondo in carica non è ancora al top con la sua spalla e fin qui ha messo insieme solo 22 giri, pagando quasi un secondo di ritardo.

Attardato anche Valentino Rossi, che con la sua Yamaha occupa la 13esima posizione. Anche il "Dottore" però fin qui ha girato poco, solo 16 giri, quindi questo può in parte spiegare il suo ritardo di nove decimi. Poco più avanti invece c'è la nuova Aprilia RS-GP di Aleix Espargaro, che occupa l'11esima posizione, con qualche millesimo di margine sul pesarese, anche se va detto che anche lui fin qui ha messo insieme appena 8 passaggi.

Da segnalare, infine, una scivolata senza conseguenze che ha avuto per protagonista il rookie Brad Binder alla curva 4. Al momento il sudafricano sta perdendo anche lo scontro diretto interno alla KTM con Iker Lecuona, che lo precede in 17esima posizione.

Test MotoGP Losail, Giorno 2 - I tempi alle 17 locali

Pos Pilota Moto Tempo Giri
1 Maverick Vinales Yamaha 1'54”658 41
2 Danilo Petrucci Ducati 1'54”852 26
3 Franco Morbidelli Yamaha 1'54”871 34
4 Pol Espargaro KTM 1'54”890 30
5 Fabio Quartararo Yamaha 1'54”974 33
6 Joan Mir Suzuki 1'55”110 16
7 Andrea Dovizioso Ducati 1'55”162 25
8 Jack Miller Ducati 1'55”194 20
9 Takaaki Nakagami Honda 1'55”291 16
10 Pecco Bagnaia Ducati 1'55”435 25
11 Aleix Espargaro Aprilia 1'55”558 8
12 Alex Rins Suzuki 1'55”664 15
13 Valentino Rossi Yamaha 1'55”577 16
14 Miguel Oliveira KTM 1'55”600 31
15 Marc Marquez Honda 1'55”602 22
16 Alex Marquez Honda 1'55”725 33
17 Iker Lecuona KTM 1'55”921 28
18 Brad Binder KTM 1'55”930 25
19 Johann Zarco Ducati 1'56”011 25
20 Cal Crutchlow Honda 1'56”178 27
21 Tito Rabat Ducati 1'56”334 23
22 Bradley Smith Aprilia 1'57”029 17
condivisioni
commenti
Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"

Articolo precedente

Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"

Prossimo Articolo

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo in vetta, cade Marquez

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo in vetta, cade Marquez
Carica commenti
Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021