24 Ore di Daytona: van der Zande "ruba" la pole a Castroneves

condivisioni
commenti
24 Ore di Daytona: van der Zande "ruba" la pole a Castroneves
Di:
Co-autore: Gary Watkins
Tradotto da: Matteo Nugnes
26 gen 2018, 09:07

Renger van der Zande della Wayne Taylor Racing ha negato ad Helio Castroneves ed alla Penske la pole position per la 24 Ore di Daytona al termine di una sessione di qualifica da brivido.

Dopo essere stato il più veloce nelle prove libere, Castroneves sembrava il favorito per la pole position con la Acura ARX-05 e infatti si è subito portato in testa in 1'36"607 e poi si è migliorato fino a 1'36"090.

Nelle fasi finali della sessione van der Zande però è riuscito a battere il riferimento di Castroneves per appena 7 millesimi, piazzando davanti a tutti la Cadillac DPi vincitrice della scorsa edizione della classica della Florida, ovvero quella della Wayne Taylor Racing.

Filipe Albuquerque ha messo in terza posizione la Cadillac DPi della Action Express, chiudendo a 111 millesimi dalla pole di van der Zande, mentre Pato O'Ward è stato il migliore tra i piloti al volante delle LMP2, realizzando il quarto tempo con la Oreca della Performance Tech Motorsport.

Il messicano ha realizzato un 1'36"318 con cui è riuscito a negare la seconda fila alla Cadillac della Spirit of Daytona affidata a Tristan Vautier.

Robin Frijns si è preso invece la palma di miglior rookie con la Oreca della Jackie Chan DC Racing gestita dalla Jota, mentre l'ex pilota di Formula 1 Felipe Nasr ha staccato il settimo tempo con la seconda Cadillac della Action Express.

Jonathan Bomarito ha messo in nona posizione l'unica Mazda del Team Joest scesa in pista nelle qualifiche, dopo che la vettura gemella è stata fermata da un problema tecnico ancora non chiarito.

E' stata deludente la qualifica di Fernando Alonso, perché il due volte campione del mondo di Formula 1 non è riuscito a fare meglio del 13esimo tempo con la Ligier LPM2 della United Autosports, staccato di poco meno di un secondo. Lo spagnolo però ha distanziato di ben 1"2 il compagno di squadra Bruno Senna.

E' andata comunque peggio alle Nissan della Extreme Speed Motorsports, che non sono riuscite a realizzare tempi degni di nota. Nicolas Lapierre è finito fuori pista al primo giro lanciato, danneggiando la sospensione anteriore sinistra della vettura #18, mentre la seconda DPi non è neppure scesa in pista, perché la squadra stava provvedendo alla sostituzione del motore.

Corvette in pole in GT Le Mans

La Corvette ha messo in ombra la Ford nella lotta per la pole position di classe GT Le Mans, con Jan Magnussen che ha messo tutti in fila con un crono di 1'42"779.

Prestazione che gli è bastata per mettere in fila la Ford GT di Joey Hand per appena 19 millesimi, mentre le Porsche hanno monopolizzato la seconda fila, con Laurens Vanthoor che ha avuto la meglio su Patrick Pilet per il terzo posto.

Bisogna scorrere invece la classifica fino al settimo posto per trovare l'unica Ferrari iscritta in questa classe, che è la 488 GTE della Risi Competizione, che ha preceduto le due BMW M8 GTE, che sono al debutto assoluto.

Il Cavallino comunque si è rifatto in GT Daytona, con Daniel Serra che ha messo in cima alla lista dei tempi la 488 GT3 della Spirit of Race in 1'46"0049, staccando di ben quattro decimi l'altra rossa della Risi Competizione affidata a Miguel Molina.

Terzo tempo poi per la Lamborghini della Grasser Racing con Mirko Bortolotti, che però è stata arretrata al fondo dello schieramento per non aver superato le verifiche tecniche al termine delle qualifiche.

I risultati delle qualifiche (top 10):

Pos.No.PilotiVetturaTempoGap
1 10 united_states Jordan Taylor 
united_states Ryan Hunter-Reay 
netherlands Renger van der Zande 
Cadillac DPi 1'36.083  
2 7 brazil Helio Castroneves 
united_states Graham Rahal 
united_states Ricky Taylor 
Acura DPi 1'36.090 0.007
3 5 brazil Christian Fittipaldi 
portugal Filipe Albuquerque 
portugal Joao Barbosa 
Cadillac DPi 1'36.194 0.111
4 38 united_states Joel Miller 
united_states James French 
united_states  Kyle Masson 
united_states Pato O'Ward 
ORECA LMP2 1'36.318 0.235
5 90 united_states Matt McMurry 
france Tristan Vautier 
italy  Eddie Cheever III 
Cadillac DPi 1'36.472 0.389
6 37 netherlands Robin Frijns 
spain Daniel Juncadella 
sweden Felix Rosenqvist 
canada Lance Stroll 
ORECA LMP2 1'36.492 0.409
7 31 united_kingdom Mike Conway 
united_states Eric Curran 
brazil Felipe Nasr 
united_kingdom Stuart Middleton 
Cadillac DPi 1'36.508 0.425
8 54 france Loic Duval 
france Romain Dumas 
united_states Jon Bennett 
united_states Colin Braun 
ORECA LMP2 1'36.567 0.484
9 55 united_kingdom Harry Tincknell 
united_states Spencer Pigot 
united_states Jonathan Bomarito 
Mazda DPi 1'36.633 0.550
10 6 colombia Juan Pablo Montoya 
france Simon Pagenaud 
united_states Dane Cameron 
Acura DPi 1'36.931 0.848

 

Prossimo Articolo
24 Ore di Daytona: Rast e la Mazda ok nelle Libere 1, Alonso non gira

Articolo precedente

24 Ore di Daytona: Rast e la Mazda ok nelle Libere 1, Alonso non gira

Prossimo Articolo

Daytona, Alonso: "La qualifica meno importante della mia vita"

Daytona, Alonso: "La qualifica meno importante della mia vita"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie