Wolff scaramantico: "Dobbiamo tenere presente l'affidabilità"

La Mercedes ha dominato le prime tre gare della stagione, ma Wolff tiene alta la guardia in vista del doppio appuntamento di casa a Silverstone.

Wolff scaramantico: "Dobbiamo tenere presente l'affidabilità"

La Mercedes, almeno nelle dichiarazioni, ha una preoccupazione. Non è certo la performance, ed infatti Toto Wolff non ne parla nelle dichiarazioni rilasciate alla vigilia di Silverstone, ma è l’affidabilità.

Un timore per ora non confermato da quanto visto in pista (la Mercedes è l’unico team insieme alla McLaren ad aver visto sempre al traguardo le sue monoposto) ma in mancanza di altre preoccupazioni la squadra campione del Mondo sembra aver deciso di fare della prevenzione un problema reale.

"Abbiamo iniziato bene la stagione – ha spiegato Wolff- risolvendo i problemi che ci hanno preoccupato dopo il primo appuntamento in Austria, e riuscendo a vincere tre gare su tre con un buon bottino di punti complessivo. Ma i primi tre appuntamenti della stagione hanno anche evidenziato un fattore cruciale: l'importanza dell'affidabilità, un aspetto particolarmente importante considerando che questa stagione avrà un numero di gare ridotto rispetto al solito".

"In questo momento siamo uno dei due soli team che hanno terminato tutte le gare disputate con entrambe le monoposto, ma sappiamo quanto possa cambiare il quadro generale nel caso in cui si registrasse un ritiro, che di fatto rischia di azzerare il vantaggio di punti costruito faticosamente. È un aspetto che dobbiamo tenere sempre presente".

Nelle ultime sette edizioni del Gran Premio di Gran Bretagna, la Mercedes ha ottenuto sei successi (in tre di questi casi il bottino è stato ‘doppietta’), mancando solo la vittoria nel 2018, quando Sebastian Vettel ebbe la meglio su Lewis Hamilton dopo un contatto del pilota Mercedes con Kimi Raikkonen nel corso del primo giro di gara.

"Non vediamo l'ora di essere a Silverstone – ha confermato Wolff - una pista che si trova vicino alle nostre sedi e che ci fa sentire di fatto a casa. Negli ultimi anni abbiamo ottenuto ottimi risultati nel Gran Premio di Gran Bretagna, ma conosciamo tutti la famosa frase di Babe Ruth: 'I successi di ieri non fanno vincere la partita di oggi'.

"Non si acquisisce il diritto ad un buon risultato perché in passato hai confermato di essere competitivo, perché una vittoria sarà sempre il risultato del duro lavoro di ogni singolo membro del team e dovremo dare il massimo per restare davanti ai nostri avversari".

Come annunciato da tempo, anche Silverstone non avrà la consueta cornice di pubblico, uno degli elementi caratteristici del weekend inglese. Ma al di là di questo aspetto, Wolff ha sottolineato che non bisogna dimenticare che la possibilità (non scontata) di poter vedere oggi la Formula 1 in pista è già un grande risultato.

"Ci riteniamo molto fortunati a poter essere in pista nella situazione attuale, ma ci mancheranno i nostri fan che non mancano mai a Silverstone. Sappiamo che faranno il tifo per noi da casa, quindi siamo determinati a mostrare la nostra gratitudine per il loro supporto provando a fare il massimo".

"Oggi abbiamo in pista le vetture di Formula 1 più veloci mai costruite, come confermato dai record sia a Spielberg che a Budapest. Sarà emozionante vedere queste vetture a Silverstone, dove affronteranno alcune delle curve più impegnative dell’intera stagione".

condivisioni
commenti
F1, ufficiale: Monza a porte chiuse, niente "marea Rossa"

Articolo precedente

F1, ufficiale: Monza a porte chiuse, niente "marea Rossa"

Prossimo Articolo

Ferrari: filming day a Silverstone tra i due GP

Ferrari: filming day a Silverstone tra i due GP
Carica commenti
Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali" Prime

Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali"

Compie quarant'anni Fernando Alonso. L'asturiano, due volte campione del mondo, è un pilota capace di vincere due titoli mondiali ancora in giovane età per poi raccogliere meno di quanto il suo talento gli avrebbe consentito per i motivi più svariati. Insieme a Gian Carlo Minardi ricordiamo i suoi esordi in Formula 1...

F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute Prime

F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute

Non c'è solo il duello tra Verstappen e Hamilton per la conquista del titolo iridato ad attirare l'attenzione sulla Formula 1. Molti sponsor tecnologici stanno investendo nei team e questo è un segno di un ritrovato interesse che fa ben sperare per il futuro.

Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato” Prime

Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato”

In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e il Dottor Riccardo Ceccarelli ci parlano del clima in vista del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1, dove tanto Mercedes quanto Red Bull arriveranno a nervi tesi. Più che i piloti, a tenere elevata la tensione sono i team principal

Formula 1
28 lug 2021
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

Formula 1
27 lug 2021
F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1 Prime

F1 '96 e GP2: dove sono nati i videogames di Formula 1

Grand Prix 2 e Formula 1 '96 sono due giochi che hanno segnato un'era a cavallo della metà degli anni '90. Titoli di riferimento al momento dell'uscita, possono essere riconosciuti come veri e propri precursori del genere arcade e simulativo che ha aperto la strada ai videogames odierni

Formula 1
27 lug 2021
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

Formula 1
26 lug 2021
F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Formula 1
26 lug 2021
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021