Silverstone, Libere 2: Mercedes davanti, ma la Ferrari è molto più vicina

condivisioni
commenti
Silverstone, Libere 2: Mercedes davanti, ma la Ferrari è molto più vicina
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
14 lug 2017, 13:31

Bottas segna il nuovo record della pista di Silverstone nella seconda sessione di libere del GP di Gran Bretagna, davanti a Hamilton che fa il tempo con le soft. Si avvicinano le Rosse con Raikkonen a tre decimi e Vettel a meno di mezzo secondo.

Valtteri Bottas ci sta prendendo gusto a mettere in difficoltà Lewis Hamilton: anche nel secondo turno di prove libere del GP di Gran Bretagna il finlandese ha battuto il record della pista di Silverstone con il tempo di 1'28"496 ottenuto con la Mercedes in versione da qualifica con le gomme Supersoft.

Lewis Hamilton è arrivato ad appena 47 millesimi dal compagno di squadra con la W08 calzata da pneumatici a mescola Soft: l'inglese, infatti, quando ha provato il giro secco ha dovuto abortire il suo giro con le Supersoft a causa di una toccata del fondo che si è scheggiato su un cordolo ed è stato riparato prima di iniziare il long run in vista della gara. La sensazione è che le frecce d'argento, quindi, non hanno mostrato il loro vero potenziale che, per il momento, è rimasto nascosto...

Il biondino nordico, comunque, stando davanti a tutti alimenta le sue ambizioni di entrare nella lizza per il titolo con un Lewis che è più falloso del solito, anche se i risultati di oggi non contano.

La Ferrari si è portata a ridosso delle frecce d'argento, confermando che il secondo pagato in mattinata dalle Rosse era frutto di un set up sbagliato (per l'ennesima volta) e un po' di benzina in più nel serbatoio: Kimi Raikkonen ha portato la SF70H a 332 millesimi da Bottas, arrivando a 1'28"828 dopo aver modificato l'assetto aerodinamico della monoposto: è stata cambiata l'ala posteriore introducendo quella a cucchiao ma con la T-wing più carica, vale a dire quella biplana vista in Austria.

Iceman anche nel pomeriggio è stato davanti a Sebastian Vettel che è riuscito a trovare un migliore equilibrio della monoposto, troppo nervosa in mattinata, ma non ha chiuso il suo giro migliore. La sensazione è che la Rossa non sia ancora a posto (i nuovi motori, inoltre, non sono ancora stati spremuti), mentre le Mercedes sul passo gara sanno viaggiare come degli orologi svizzeri, con Lewis Hamilton capace di tenere un ritmo insostenibile per tutti.

La Ferrari ha differenziato la tattica nella simulazione di gara con Vettel sulle Supersoft e Raikkonen sulle Soft (ha fatto anche un testacoda salendo troppo su un cordolo), mentre le frecce d'argento si sono concentrate sulla mescola più morbida, prima che Bottas facesse un run anche con le Medie.

In crescita la Red Bull che monopolizza la teorica terza fila: Max Verstappen ha portato la RB12 a sei decimi dalla vetta, rivelando che la macchina di Milton Keynes sta crescendo proprio come il motore Renanult che beneficia della nuova MGU-H. Max con 1'29"098 ha lasciato Daniel Ricciardo a quattro decimi.

L'australiano ha fatto un testacoda nel veloce che certamente ha condizionato la sua motivazione, ma Daniel è riuscito a riprendere la sua monopostio senza danni. La RB13, buona nel giro secco, pare meno prestazionale con il pieno, rispetto a Mercedes e Ferrari.

Dietro ai tre top team un po' a sorpresa è spuntato Nico Hulkenberg che ha portato al settimo posto la Renault R.S.17: il tedesco è stato l'ultimo a stare sotto al muro dell'1'30, mentre il compagno di squadra Jolyon Palmer si è beccato quasi un secondo. L'inglese ha un andamento imbarazzante e, per quanto la squadra lo difenda, le sue prestazioni (è 18esimo) non sono in linea con la prima guida. Robert Kubica può sperare che un volante si liberi presto...

Positiva la prestazione di Felipe Massa, ottavo con la Williams: il brasiliano si è messo alle spalle un ottimo Fernando Alonso che ha messo la sua McLaren davanti alla Force India di Esteban Ocon che chiude la top 10.

Otto millesimi di secondo separano le due Toro Rosso con Carlos Sainz che torna davanti a Daniil Kvyat: il russo ha accusato un calo di potenza, mentre lo spagnolo è stato protagonista di un dritto nelle prime battute nel quale ha dovuto sostituire il fondo.

Romain Grosjean è 14esimo con la Haas dietro alla Force India di Sergio Perez. In difficoltà sul veloce Lance Stroll, 15esimo con la seconda Williams ma il canadese ha fatto meglio di Stoffel Vandoorne con la seconda McLaren. Chiudono la lista dei tempi le due Sauber con Marcus Ericsson davanti a Pascal Wehrlein. Fra il primo e l'ultimo non ci sono tre secondi e mezzo! Ovviamente, poi toccherà alle McLaren scivolare in coda con le inevitabili penalità legate alle sostituzioni delle power unit Honda...

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 31 1'28.496     239.644
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 35 1'28.543 0.047 0.047 239.517
3 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 36 1'28.828 0.332 0.285 238.749
4 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 36 1'28.956 0.460 0.128 238.405
5 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 32 1'29.098 0.602 0.142 238.025
6 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 35 1'29.586 1.090 0.488 236.728
7 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 37 1'29.936 1.440 0.350 235.807
8 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 36 1'30.006 1.510 0.070 235.624
9 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 28 1'30.238 1.742 0.232 235.018
10 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 42 1'30.383 1.887 0.145 234.641
11 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 26 1'30.555 2.059 0.172 234.195
12 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 34 1'30.562 2.066 0.007 234.177
13 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 43 1'30.624 2.128 0.062 234.017
14 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 33 1'30.661 2.165 0.037 233.921
15 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 37 1'30.695 2.199 0.034 233.834
16 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 31 1'30.782 2.286 0.087 233.610
17 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 33 1'30.835 2.339 0.053 233.473
18 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 25 1'30.879 2.383 0.044 233.360
19 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 27 1'31.616 3.120 0.737 231.483
20 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 30 1'31.929 3.433 0.313 230.695

 

Prossimo Articolo
Carica commenti