Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
Formula 1 Presentazione Red Bull Racing

Ricciardo: "Al momento sono concentrato sul tornare in F1"

Dopo l'addio alla McLaren a fine 2022 con un anno di anticipo sulla scadenza del contratto, Daniel Ricciardo è tornato sui propri passi, scegliendo di rientrare nella famiglia Red Bull con il ruolo di terzo pilota. Per il momento, l'australiano non sta guardando ad altre categorie, con l'obiettivo di tornare in F1 nel 2024.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, Christian Horner, Team Principal, Red Bull Racing

Foto di: Red Bull Content Pool

A volte tornare sui propri passi non è un segno di debolezza, ma un'occasione per ricominciare. Dopo aver cercato fortuna altrove, incluso un periodo avaro di soddisfazioni in McLaren, Daniel Ricciardo è rientrato nella famiglia Red Bull in qualità di terzo pilota.

Un passo indietro che l'australiano ha vissuto come un ritorno a casa, lì dove disputò i mondiali dal 2014 al 2018 conquistando un bottino di sette vittorie e 31 podi. Quest'anno Ricciardo seguirà la squadra in alcune trasferte del calendario rendendosi disponibile in caso di necessità e supporterà il team in fabbrica guidando al simulatore.

La lunga sosta invernale gli ha permesso di schiarirsi le idee, passare del tempo con la famiglia e affrontare l'inverno a cuor leggero. Infatti, si tratterà di una stagione differente da ciò a cui era abituato dopo dieci anni nella massima categoria automobilistica, dove spera comunque di poter tornare nel 2024, tanto che per il momento non ha preso in considerazione l'idea di poter scendere in pista in altre serie.

Come è andata la pausa invernale?
"È davvero bello avere un po' di tempo libero. E sì, anche dal punto di vista fisico, in questo periodo dell'anno avrei già dovuto affrontare un mese di intenso allenamento pre-campionato e tutto il resto. E ho potuto stare a casa un po' più a lungo e passare del tempo con la famiglia, come le piccole cose che si perdono con il passare del tempo e, soprattutto, avendo casa in Australia, è lontano dal luogo in cui mi trovo normalmente. Quindi è stato davvero bello poter trascorrere del tempo di qualità e avere un livello di soddisfazione personale di questo tipo. Mi sento come se potessi saltare in macchina a cuor leggero. Ma solo per quanto riguarda le cose fisiche, mi ci dedicherò prossimamente e mi terrò pronto e all'erta, ma sì, è bello non essere già al massimo in questo momento e concedermi un po' di respiro, godermi un po' di vacanze e un po' di cibo natalizio, andare a fare un giro in moto da cross con gli amici e godermi un po' di più gli hobby che le cose serie".

Stai guardando ad altre categorie?
"Per quest'anno direi di no, assolutamente no. Ma sicuramente sto cercando di capire come andranno le cose quest'anno e di vedere cosa succederà nel 2024. Per il momento sono tipo da Formula 1 o niente. Credo che la mia mentalità sia quella. Se non correrò in Formula 1, allora voglio concedermi una pausa. Quest'anno non voglio necessariamente fare cose o gare, ma piuttosto, se ho tempo libero, andare a fare un giro in moto da cross con gli amici, attraversare parti dell'America o qualcosa del genere, fare cose più avventurose, un po' più divertenti, un po' più spensierate. Ma so che anche queste cose mi daranno un sacco di spazio mentale, di chiarezza e, diciamo, di esperienza di vita e di storie da raccontare. Quindi sì, diciamo che l'approccio più spensierato e poi la voglia di competere e di gareggiare è molto forte".

Ti sei dato una qualche scadenza per prendere una decisione sul 2024?
"Per quanto riguarda le vacanze, sono già finite. Probabilmente ho avuto un mese di vacanza in più rispetto al solito per quanto riguarda la preparazione e tutto il resto. Mi sembra che anche quella parte di per sé sia ormai fuori dal mio sistema, e ora si tratta solo di tornare lentamente nella modalità lavoro. Ma non voglio forzare le cose e pensare che entro il 1° marzo dovrò sapere se questo è ancora ciò che voglio fare nel 2024. Naturalmente, a un certo punto, entro l'estate, devo avere un'idea della mia posizione. Sarebbe l'ultima cosa da fare. Ma penso che una volta che sarò più coinvolto nel simulatore, passerò un po' di tempo alle gare e vedrò gli altri gareggiare, e sono un fan di questo sport, quindi penso che anche guardando saprò se ci sono ancora dentro, pensando di mettermi in macchina, o se sto guardando da fuori, mentre mi godo e ammiro le gare. Quindi sono sicuro che prima o poi otterrò questa risposta. Ma non ho ancora fissato una vera scadenza. Voglio che avvenga in modo naturale. E credo che alla fine questo mi darà la risposta più chiara".

L'ultimo successo dell'australiano è quello del GP d'Italia 2021. Per il 2023, McLaren ha deciso di sostituirlo con il debuttante Oscar Piastri.

L'ultimo successo dell'australiano è quello del GP d'Italia 2021. Per il 2023, McLaren ha deciso di sostituirlo con il debuttante Oscar Piastri.

Photo by: Steven Tee / Motorsport Images

Come ti ha accolto Max da quando sei tornato in squadra, viste le circostanze in cui sei partito, e quanto hai interagito finora con Checo per capire cosa si aspettano da te?
"Sì, è stato davvero molto bello tornare, ovviamente con la squadra, ma anche con Max. Credo anche di aver visto, nei pochi anni che ho trascorso al di fuori della squadra, la sua crescita, la sua maturazione, certamente come pilota, ma anche come individuo. Ovviamente c'è stato l'incidente di Baku. Ma a parte questo, credo che abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto, molto competitivo, ovviamente, ma anche personale, e comunichiamo anche tramite messaggi e altro. Quindi è bello vedere a che punto siamo. E ovviamente, da quando me ne sono andato, è diventato due volte campione del mondo. Quindi è bello vedere il suo successo e la sua crescita come pilota. Ma credo che si stia comportando molto bene. E, onestamente, sembra piuttosto invariato, a parte la maturazione come individuo, credo che sia rimasto piuttosto invariato. È un piacere vederlo. Penso che una volta che avrò iniziato a lavorare sul simulatore, sono sicuro che comincerò a essere più in contatto con Max e Sergio e a mandargli messaggi del tipo: 'Ragazzi, questo è quello che ho provato io. E tu cosa ne pensi? O è questa la direzione che stai cercando? È lo stesso punto debole in pista che ho provato oggi? Vuoi che sviluppi un po' di più quest'area? È in questo ambito che dovrei insistere con gli ingegneri o con il team delle simulazione?' Saranno queste le cose che comunicherò loro. E ovviamente, se mi chiederanno qualcosa, sarò felice di aiutarli e, in ultima analisi, cercherò di sviluppare e migliorare l'intera squadra".

Ha trascorso del tempo con Oscar Piastri?
"Per la cronaca, era un meme [riferendosi a una foto circolata sul web in cui si vedeva qualcuno somigliante a Ricciardo seduto in una McLaren con Oscar Piastri in Australia]. Credo che fosse su una McLaren con qualcuno che mi assomigliava, quindi tutti pensavano che Daniel stesse dando consigli di guida a Oscar, o qualcosa del genere. Ma no, non ero io, quindi non ero con lui di persona. Ma abbiamo parlato un po' verso la fine dell'anno scorso".

Come se la caverà Oscar Piastri?
"Non voglio dire: "Oh, penso che farà questo o quello". Perché non so, ovviamente, non conosco la verità ora come andrà. Ma non voglio nemmeno aggiungere altra pressione su di lui, e c'è l'aspettativa che sia vicino a Lando o qualsiasi cosa sia. Credo che spetti a lui impegnarsi in questo sport, costruirsi, imparare, progredire. E anche goderselo. È una grande opportunità. Non ci sono stati molti australiani che sono arrivati così lontano. Quindi credo che alla fine debba trovare anche quella parte di sport che gli permetta di divertirsi. Ovviamente gli auguro ogni bene, ma non posso prevedere o dire che farà questo o quello. Aspettiamo e vediamo. Spero che si diverta e che la sua prima stagione sia tranquilla".

 

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Horner conferma l'ovvio: "La vera RB19 solo in Bahrain"
Prossimo Articolo F1 | Ford non sarebbe tornata senza le regole 2026 sui motori

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia