Hamilton: "Ripaghiamo i fan di Spa con una gara gratuita"

Dopo quanto accaduto domenica scorsa, Lewis Hamilton ha chiesto che i fan presenti a Spa possano essere rimborsati con un ingresso gratuito in circuito. Della stessa idea è anche George Russell.

Hamilton: "Ripaghiamo i fan di Spa con una gara gratuita"

I fan che hanno affollato il tracciato di Spa-Francorchamps domenica scorsa sono rimasti delusi per una gara di appena due giri completi dietro la safety car scattata dopo oltre tre ore di interruzione.

Quanto avvenuto la scorsa settimana ha segnato un nuovo record per la Formula 1 come gara più breve della storia, battendo il precedente primato del GP di Austalia ’91 durato soli 14 giri.

Molti piloti, poi, sono rimasti perplessi quando è stato deciso di assegnare metà punteggio. Max Verstappen è così riuscito a ridurre il distacco in classifica da Lewis Hamilton portandosi a sole 3 lunghezze dal pilota della Mercedes.

Il sette volte campione del mondo ha definito quella di domenica scorsa una farsa ed ha sottolineato come la decisione di compiere pochi giri dietro la safety car sia stata presa solo per motivi commerciali.

Hamilton ha poi chiesto ai vertici della Formula 1 di rimborsare i fan, ma se una riprogrammazione del GP di Spa quest’anno non sembra essere possibile, una soluzione, secondo il pilota della Mercedes, sarebbe quella di offrire una gara gratuita agli spettatori.

“Amo questo posto e se si riuscisse a trovare una data in cui non ci sia il rischio pioggia per offrire una gara gratis ai fan sarebbe fantastico”.

L’idea di Hamilton è stata sostenuta da George Russell. Il pilota della Williams proprio a Spa-Francorchamps è riuscito a conquistare il primo podio in carriera.

“Se dovessimo tornare a Spa quest’anno non avrei nulla in contrario. È uno dei migliori circuiti al mondo e ci sono tanti fan che amano la Formula 1 e non hanno avuto l’opportunità di vedere lo spettacolo per cui erano venuti”.

“Offrire loro una gara gratuita sarebbe forse un modo per ripagarli per quanto accaduto”.

A differenza di quanto spesso accade in IndyCar ed in NASCAR, la Formula 1 non è stata in grado di posticipare la gara al lunedì a causa dell’elevato numero di persone coinvolte nell’evento.

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha rivelato che i responsabili della F1 si incontreranno con i team ad inizio del prossimo mese per discutere di un possibile cambiamento regolamentare così da evitare il ripetersi di quanto accaduto domenica scorsa.

condivisioni
commenti
Ceccarelli: “Nei box di Spa non c’era l’attesa per un GP”

Articolo precedente

Ceccarelli: “Nei box di Spa non c’era l’attesa per un GP”

Prossimo Articolo

Russell esalta de Vries: "Merita una chance in Formula 1"

Russell esalta de Vries: "Merita una chance in Formula 1"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021