GP di Monaco: piloti perplessi del format ridotto

Sebastian Vettel non è certo dei motivi che hanno portato la Formula 1 ad eliminare il giorno di riposo del venerdì dal programma del Gran Premio di Monaco, scherzandoci su: "Le cose che sono divertenti stanno morendo".

GP di Monaco: piloti perplessi del format ridotto

La Formula 1 abbandonerà il suo tradizionale format di quattro giorni per il Gran Premio di Monaco a partire dal 2022, allineando la gara del Principato a tutti gli altri fine settimana del Mondiale.

Tradizionalmente, a Monaco le prime due sessioni di prove libere venivano disputate al giovedì, poi al venerdì c'era una giornata libera e l'azione in pista riprendeva al sabato con la FP3 e le qualifiche.

Il CEO della Formula 1, Stefano Domenicali, ha confermato la modifica all'inizio di questa settimana, mentre il mese prossimo dovrebbe essere rilasciata la bozza del calendario 2022.

Il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel ritiene che sia un cambiamento che non dovrebbe fare una grande differenza, pur sottolineando di aver sempre apprezzato la tradizione del giorno libero all'interno del weekend di Monaco.

"Era divertente avere un giorno di riposo, non per andare a far festa, ma per avere un po' più di tempo per prepararsi", ha detto Vettel.

"Era una specie di tradizione di Monaco. Da qualche tempo le cose divertenti stanno morendo, probabilmente questo è il motivo per cui si riduce il weekend a tre giorni. Una volta era divertente, quindi non facciamolo più".

Vettel ci ha tenuto a precisare che il suo voleva essere un commento scherzoso, aggiungendo però che non gli sono chiari i motivi che hanno portato a questa scelta.

"Non so perché si debba cambiare il GP di Monaco. Era un caso unico e funzionava. In ogni caso, ci adatteremo e non credo che si noterà troppo la differenza", ha detto Vettel.

"In generale non so se è vero che le cose divertenti stanno morendo, l'ho solo detto perché era divertente da dire. Così su due piedi, non mi viene in mente nient'altro".

"Probabilmente ci sono cose che una volta erano più divertenti, ma ci sono cose che sono più divertenti ora rispetto al passato, quindi penso che sia sempre un compromesso".

Leggi anche:

 

Photo by: Joe Portlock / Motorsport Images

Il due volte campione del mondo Fernando Alonso è sembrato concorde con Vettel, ritenendo che questa non sia stata una buona decisione da parte della Formula 1.

"Non credo che sia un bene stare un giorno in meno a Monaco", ha detto Alonso. "Ogni squadra ha un programma diverso, un piano di marketing. E' un fine settimana molto utile per gli sponsor e cose del genere".

"Ovviamente quest'anno, con il COVID, non abbiamo avuto molte attività di marketing. Ma se speriamo che il prossimo anno la situazione sia un po' più normale, ci sarebbe stato un giorno anche per gli sponsor".

"A questo punto, credo che avremo un giovedì ricco di attività e poi dal venerdì ci concentreremo sulla pista".

Anche Lance Stroll ha riconosciuto che era molto bello vivere il weekend lungo di Monaco, ma anche che probabilmente il passaggio al format di tre giorni ridurrà un pochino la pressione sul personale delle squadre.

"L'anno prossime faremo tante gare, come quest'anno", ha detto Stroll. "Penso che, come ha detto Fernando, è bello essere a Monaco in quel fine settimana. C'è una grande energia intorno all'evento, quindi è una gara speciale".

"Penso che allo stesso tempo questa scelta dia ai piloti, ai meccanici, agli ingegneri un giorno in più da passare a casa, che è importante con questo calendario molto intenso".

condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: Libere 1

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: Libere 1

Prossimo Articolo

F1, Sochi, Libere 1: Mercedes davanti, bene Leclerc, Max cambia PU

F1, Sochi, Libere 1: Mercedes davanti, bene Leclerc, Max cambia PU
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021