Ferrari, Arrivabene: "I tifosi vogliono i titoli? Anche noi..."

Il team principal della Ferrari ha parlato della nuova stagione e delle ambizioni del team, che farà di tutto per cercare di vincere i Mondiali 2018 riportandoli a Maranello dopo 10 anni.

Ferrari, Arrivabene: "I tifosi vogliono i titoli? Anche noi..."

Questo pomeriggio a Maranello è stato il grande momento della Ferrari. Nella Gestione Sportiva del team del Cavallino Rampante è stata presentata la SF71H, monoposto che dovrà consentire a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen di riportare i titoli mondiali di Formula 1 nel paese emiliano a 10 anni dall'ultimo successo firmato da Felipe Massa, Kimi Raikkonen e la F2008.

Al termine della presentazione, probabilmente la più bella di quest'anno, il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene si è concesso ai microfoni della stampa invitata all'evento, tra cui Motorsport.com. Il manager bresciano ha fatto il punto sul team che lo scorso anno ha sfiorato i titoli, cercando come sempre di mantenere i piedi per terra nonostante questo fosse un giorno di comprensibile euforia per gli appassionati della Rossa.

"Quest'anno dovremo capire quali saranno le aree più problematiche, concentrarci in quei punti per lavorarci sopra, mentre ci concentreremo ancora di più negli ambiti in cui eravamo già forti. Non ci sono sfide da accettare, ma solo il costruire gara per gara. E' lo stesso sistema che abbiamo utilizzato nelle ultime stagioni. Costruisci gara dopo gara e cerchi di fare il meglio che puoi".

La SF71H è subito apparsa una delle monoposto più interessanti della generazione 2018, vestita inoltre con una livrea differente rispetto alle ultime Rosse uscite dalla Gestione Sportiva negli ultimi anni. Arrivabene ha però evitato di sbilanciarsi e di fare pronostici, perché le monoposto scenderanno in pista tutte assieme a partire da lunedì 26 sul tracciato del Montmelo di Barcellona.

"Fino a quando non vedi la vettura in pista non si sa mai quanto possa andare. E' una macchina bella, ma è difficile dire quanto possa andare forte la macchina nuova. Posso dire però che la gente di Maranello ha lavorato duro, con tanta concentrazione. I ragazzi diretti da Mattia hanno fatto un grandissimo lavoro di progettazione. Ho visto tutti non mollare mai, ho visto nascere questa macchina pezzo per pezzo".

"La SF71H è stata costruita con la consapevolezza da parte di tutti che si tratta di una Ferrari. Questo è un segno positivo e importante. Detto ciò, sicuramente i nostri avversari non hanno dormito nel corso dell'inverno. Vedremo in pista cosa succederà. Vedremo come andremo gara dopo gara e faremo di tutto per portare a casa qualcosa di buono".

Nel corso della mattinata è stata presentata anche la Mercedes W09, monoposto che dovrà permettere al team di Brackley di confermarsi campione per il quinto anno consecutivo. Wolff e soci hanno definito la propria monoposto come la migliore mai prodotta. Questa affermazione, però, non ha certo stupito Arrivabene.

"Non sono stupito dalle dichiarazioni della Mercedes. Devono difendere il titolo, mi sarei stupito se avessero fatto un altro tipo di dichiarazioni, ad esempio se avessero scritto di aver fatto la macchina più lenta della storia. Hanno scritto quello che pensavano ed è normale. Non dovremo fare altro che andare in pista, capendo dove sono loro e dove siamo noi".

Nel 2017 i titoli sono sfumati nonostante la Ferrari sia riuscita a contenderli alla Mercedes sino a poche gare dal termine della stagione. Anche quest'anno l'obiettivo del team e del presidente Marchionne sarà quello di lottare ancora per tornare a vincere quei titoli che mancano rispettivamente dal 2007 e dal 2008.

"Tutti quanti scendono in pista per vincere, però ti devi confrontare anche con gli avversari. A oggi non sappiamo come sono messi gli altri. Capisco che per le persone che tifano Ferrari ci sia l'esigenza di tornare a vincere il titolo. Sono le stesse esigenze che abbiamo tutti noi, non viviamo in un mondo a parte. Anche noi abbiamo in testa questo obiettivo ed è questo che ci spinge a tornare in pista e confrontarci con gli altri. Per quanto riguarda quello che dice il presidente, le sue parole si riferiscono più ad altri aspetti rispetto a quello legato ai titoli. E' chiaro che lui ci spinge a fare meglio ogni giorno", ha concluso Arrivabene.

condivisioni
commenti
Video: dietro le quinte della nascita della Ferrari SF71H
Articolo precedente

Video: dietro le quinte della nascita della Ferrari SF71H

Prossimo Articolo

Analisi Ferrari: la SF71H non è uno... specchietto per le allodole

Analisi Ferrari: la SF71H non è uno... specchietto per le allodole
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021