F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Williams FW43B: una monoposto in stato... interessante!

La squadra di Grove ha l'ambizione di abbandonare l'ultima fila dello schieramento con la FW43B: il team che fa correre Russell e Latifi ha svolto un grosso lavoro di sviluppo sulla veste aerodinamica che va in controtendenza con le altre F1 motorizzate con la power unit Mercedes nella zona delle pance e del voluminoso cofano motore. Il cambio e la sospensione posteriore sono rimaste quelle del 2020, così come il muso. Nuova l'ala anteriore.

Williams FW43B: una monoposto in stato... interessante!

La Williams FW43B non è certo una monoposto bella, ma la si può definire quanto meno interessante. E volendo giocare con le parole si potrebbe definire in… stato interessante per quell’enorme cofano motore convesso che evidenzia come a Grove abbiano interpretato in modo molto personale l’adozione della nuova power unit Mercedes.

Williams FW43B

Williams FW43B

Photo by: Williams

Gli aerodinamici hanno deciso di sviluppare un proprio concetto nella parte centrale della vettura: le bocche delle pance sono molto strette e la fiancata a seguire scende in fretta verso il pavimento per tutta la sua larghezza, quasi che la ricerca dell’effetto Coanda sia stato estremizzato nella speranza di far riattaccare il flusso sul fondo per compensare, almeno in parte, il taglio del marciapiede in diagonale.

Williams FW43B

Williams FW43B

Photo by: Williams

Un indirizzo che non è stato seguito da nessun altro, anche perché la Williams, per ragioni di costo, ha deciso di mantenere la scatola del cambio in metallo dello scorso anno e l’annessa sospensione posteriore, prima di usufruire dal prossimo anno del cambio Mercedes.

Williams FW43B

Williams FW43B

Photo by: Williams

Jost Capito, fresco team principal, ha detto che la FW43B è stata colorata in modo originale per richiamare quel blu storico insieme al bianco e al giallo che richiamano altri momenti gloriosi della squadra negli Anni ’80 e ‘90, dando la chiara sensazione che i finanziatori del Dorilton Group, che hanno rilevato il team nel 2020, si aspettino che la monoposto di Grove possa abbandonare l’ultima fila della griglia per iniziare a risalire la china.

Il disporre di una macchina molto slanciata nelle fiancate che scendono a zero, ha richiesto un corpo vettura molto massiccio dietro all’abitacolo con un engine cover che arriva bello gonfio fino a incunearsi nel triangolo superiore della sospensione posteriore. L’aria calda dei radiatori, quindi, viene sfogata in un megafono molto largo che arriva fino al bracket dove si infulcra il pull rod.

Per soddisfare le esigenze dell’impianto di raffreddamento ai lati dell’abitacolo torreggia uno sfogo a camino con quattro aperture a branchie di squalo che si integrano alla vistosa forma del cofano motore.

L’airbox, invece, resta in linea con quello delle altre monoposto dotate della power unit di Brixworth, mantenendo i due supporti del roll bar esterni alla struttura carenata. In coda si osserva una vistosa pinna dorsale che fa da supporto alla doppia T-wing, utile a ritrovare un po’ del carico perduto.

Williams FW43B, dettaglio tecnico delle barge board e dei deviatori di flusso

Williams FW43B, dettaglio tecnico delle barge board e dei deviatori di flusso

Photo by: Williams

Anche barge board e deviatori di flusso sono interessanti: il primo mantiene un boomerang superiore di dimensioni maggiori rispetto a quelli di tutti gli altri, mentre sul pavimento si notano una decina di coltelli in carbonio che sembrano molto affilati.

Il boomerang nella parte più esterna si integra con il deviatore di flusso. Sulla FW43B non ci sono le “veneziane”, perché ci sono ben sette deviatori di flusso verticali e gli ultimi tre si trasformano nel candelabro a ponte che si collega alle pance. Nel bordo d’uscita del fondo si vede un lungo soffiaggio, mentre due generatori di vortice sono collocati molto internamente sul pavimento e con una maggiore curvatura per energizzare il flusso in quella specifica zona.

All’interno della ruota posteriore, invece, ci sono due bavette verticali che servono a controllare il tyre squirting, vale a dire le turbolenze che si generano con le deformazioni della spalla in curva o sui cordoli.

Williams FW43B, dettaglio tecnico del muso che non è cambiato, mentre l'ala anteriore è nuova

Williams FW43B, dettaglio tecnico del muso che non è cambiato, mentre l'ala anteriore è nuova

Photo by: Williams

Il muso è rimasto quello del 2020 anche se con la nuova colorazione lascia intendere una falsa forma a punta. È solo un’illusione data dalla livrea perché il nasino e i piloni che reggono l’ala sono rimasti nel colore del carbonio.

L’ala anteriore è tutta nuova, tanto nel profilo principale con il ricciolo che nei flap molto appuntiti nella parte interna. Diversa è anche la paratia laterale, con una più evidente svergolatura nel bordo d’uscita.

La sospensione anteriore è rimasta quella nota con il triangolo superiore molto spostato indietro grazie al vistoso bracket, rispetto a quello inferiore. Anche la FW43B mantiene il braccio dello sterzo a metà altezza fra i due triangoli e la presa d’aria della brake duct ha mantenuto la fisionomia nota.

I cerchi sono in magnesio forgiato della App Tech (quelli posteriori sono bugnati per contribuire a scaldare le gomme), mentre l’impianto frenante è dell’AP Racing. L’ala posteriore è sostenuta da due piloni, mentre le paratie laterali non hanno i soffiaggi nella zona svergolata, mentre ci sono delle frange nel bordo d’entrata in basso e non in quello di uscita, per lasciare che l’espansione del flusso da diffusore possa avvenire con meno vincoli.

I due scarichi della wastegate sono piazzati sotto quello centrale.

Williams FW43B, dettaglio tecnico del retrotreno con l'ala senza i soffiaggi a metà

Williams FW43B, dettaglio tecnico del retrotreno con l'ala senza i soffiaggi a metà

Photo by: Williams

condivisioni
commenti
Schumacher: "Mio padre non è una pressione in più"

Articolo precedente

Schumacher: "Mio padre non è una pressione in più"

Prossimo Articolo

Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea

Perché l'arrivo di Aston Martin in F1 è molto più di una livrea
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Presentazione Williams
Sotto-evento Presentazione
Piloti Nicholas Latifi , George Russell
Team Williams
Autore Franco Nugnes
Podcast, Bobbi: "Ferrari, sorpresa di giornata" Prime

Podcast, Bobbi: "Ferrari, sorpresa di giornata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna di Formula 1 insieme a Marco Congiu e Matteo Bobbi. In questo podcast, il due volte iridato FIA GT e volto di Sky Sport F1 ci spiega cosa occorra per andare forti ad Imola, oltre a parlarci di una Mercedes sui binari ed una Ferrari vera sorpresa di giornata

Podcast: Chinchero analizza le Libere del GP dell'Emilia Romagna Prime

Podcast: Chinchero analizza le Libere del GP dell'Emilia Romagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast i primi 2 turni di prove libere del Gran Premio dell'Emilia Romagna, secondo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Piola: "Alpine, nuova ala anteriore sulla A521" Prime

Piola: "Alpine, nuova ala anteriore sulla A521"

La Formula 1 torna in pista e lo fa ad Imola. Andiamo ad analizzare le prime novità tecniche con il nostro inviato Giorgio Piola e il direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes.

Formula 1
15 apr 2021
Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari" Prime

Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari"

Continua la nostra serie di interviste esclusive ai protagonisti del mondo delle competizioni a due e quattro ruote. In questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Nicola Larini - ex pilota di Formula 1 e pilota Ferrari - racconta la propria esperienza in occasione del GP di San Marino del 1994 - gara che lo ha visto protagonista - situazione alla quale aggiunge anche rivelazioni mai dette circa la possibilità di essere titolare per la Scuderia di Maranello nel 1996, situazione alla quale Michael Schumacher mise il veto

Formula 1
15 apr 2021
Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico Prime

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico

La squadra di Brackley la scorsa settimana ha ufficializzato che James Allison farà un passo indietro e dal 1 luglio cambierà ruolo per lasciare la figura di direttore tecnico a Mike Elliott. Andiamo a scoprire cosa c'è dietro a questa decisione e quali implicazioni avrà nel breve e nel futuro.

Formula 1
14 apr 2021
Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione” Prime

Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione”

Terza puntata della rubrica Doctor F1 in compagnia di Franco Nugnes e del dottor Riccardo Ceccarelli, medico con esperienza ultratrentennale in Formula 1. In questa puntata, andiamo a toccare il delicato tema dell'alimentazione di un pilota

Formula 1
14 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top

Dodicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la seconda di 3 puntate sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
12 apr 2021