Williams: dal 2022 avrà anche cambio e idraulica Mercedes

La squadra di Grove ha ufficializzato che dal 2022 rinuncerà a produrre la propria trasmissione e adotterà la scatola del cambio in carbonio che gli sarà fornita dalla Mercedes insieme al sistema idraulico. La Williams, da sempre fedele all'essere un Costruttore, cambia strategia e si affida alle forniture esterne per sfruttare le proprie competenze interne su altri aspetti della monoposto.

Williams: dal 2022 avrà anche cambio e idraulica Mercedes

La Williams implementa la sua collaborazione tecnica con la Mercedes: dal 2022 la squadra di Grove utilizzerà anche la trasmissione di Brackley e l’impianto idraulico. Si tratta di una svolta importante, visto che la squadra fintanto che è stata nelle mani della famiglia Williams non ha mai voluto rinunciare al suo ruolo di Costruttore limitandosi a montare sulle sue monoposto le power unit della Stella dall’inizio dell’era ibrida.

Con la nuova gestione del team affidata a Dorilton Capital cambiano le strategie: l’idea è di sfruttare quanto di meglio viene offerto dal mercato, per concentrare le proprie risorse economiche e umane su altre parti della monoposto per alzare la soglia di competitività. Naturalmente la Williams non rinuncerà alla costruzione del telaio che continuerà a essere prodotto internamente.

Soddisfatto il team principal, Simon Roberts, che ha commentato: “Sono lieto di vedere che il nostro ottimo rapporto con Mercedes va oltre la fornitura di motori. La Williams è una squadra indipendente, ma la Formula 1 è in continua evoluzione e come squadra dobbiamo essere agili nel mettere la squadra nella posizione migliore per essere competitivi in ​​pista. Questo accordo a lungo termine con Mercedes è un passo avanti positivo e fa parte dei nostri obiettivi strategici per il futuro".

Molto positivo anche Toto Wolff, CEO e team principal della Mercedes: “Questo è un progetto di cui discutevamo da tempo con la Williams e sono contento di ampliare la nostra collaborazione tecnica con la Williams attraverso questo nuovo accordo. La Williams, che usa le nostre power unit dal 2014, potrà essere fornita anche del cambio sfruttando le economie di scala concesse dalle nuove regole".

E chissà che nell’accordo non ci sia anche uno “sconto” da praticare qualora la trattativa per il rinnovo di Mercedes con Lewis Hamilton non dovesse andare a buon fine e fosse necessario liberare George Russell dal contratto con la Williams…

condivisioni
commenti
Williams: si apre una nuova era che può portare al successo
Articolo precedente

Williams: si apre una nuova era che può portare al successo

Prossimo Articolo

Nei segreti della tecnica: Renault R.S. 20

Nei segreti della tecnica: Renault R.S. 20
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021