Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
94 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
101 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
111 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
118 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
132 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
146 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
174 giorni
02 set
Prossimo evento tra
181 giorni
09 set
Prossimo evento tra
188 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
202 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
209 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
216 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
230 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
237 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
273 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
282 giorni

F1, Tsunoda: "Darò subito tutto, non ho paura di sbagliare"

Il nuovo pilota del team faentino si presenta a poche settimane dall'avvio del Mondiale 2021 di Formula 1, in cui sarà titolare accanto a Pierre Gasly.

F1, Tsunoda: "Darò subito tutto, non ho paura di sbagliare"

Yuki Tsunoda sarà una delle novità più belle della Formula 1 2021. Il giapponese sarà il nuovo pilota titolare di AlphaTauri dopo aver preso il posto di Daniil Kvyat ed essere diventato compagno di squadra del confermato Pierre Gasly.

Ma chi è Yuki Tsunoda? Il piccolo - ma solo di statura - giapponese ha rilasciato una bella intervista al sito del suo nuovo team, l'AlphaTauri appunto, in cui ha svelato cose interessanti sul suo conto.

Quest’anno sarai il pilota più giovane sulla griglia e l’unico pilota giapponese, è qualcosa che ti mette pressione?
"No, davvero. Questa sarà la mia stagione da rookie e spingerò al massimo fin dall’inizio per adattarmi il più possibile alla macchina. Tuttavia, non ho paura di sbagliare: cercherò ovviamente di limitare gli errori, ma all’inizio sono inevitabili. Sono fiducioso di poter imparare dai miei sbagli, come ho dimostrato di saper fare l’anno scorso in Formula 2. Sono davvero felice di avere il supporto dei fan giapponesi e sono orgoglioso di poter rappresentare il Giappone sulla griglia, dopo Kamui Kobayashi nel 2014. Per quanto riguarda la pressione, me la metto da solo, quindi non cambia nulla a tal riguardo: voglio spingermi verso il successo".

Trasferirsi dal Giappone all’Europa è un grande cambiamento culturale. Qual è l’aspetto più difficile da affrontare nella vita in Europa?
"Il cibo! E la lingua. Quando sono arrivato in Europa, vivevo in Svizzera dove tutti parlavano francese e non è stato facile. E poi, il cibo: mi piace molto e dovendo cambiare la mia dieta – adoro il sushi e il cibo giapponese in generale – la cosa mi ha un po’ stressato. Questo nuovo modo di vivere ha complicato un po’ le cose, ma la squadra e il mio trainer mi hanno aiutato molto. Alla fine, mi sono adattato e sono felice dove sono adesso".

Puoi raccontarci quali sono stati i momenti migliori e peggiori della tua carriera?
"Il peggiore nel 2016, quando sono arrivato terzo ai test per Honda Junior Driver. Generalmente, la Honda prende i primi due piloti per farli correre in Formula 4. Avevo discusso del test con mio padre e avevo deciso che se non fossi riuscito a passare, avrei rinunciato alle corse. Ma il responsabile del programma era l’ex pilota di F1 Satoru Nakajima: fu lui a suggerirmi alla Honda, dopo avermi osservato dall’esterno di una chicane. Così, è grazie a lui che ho potuto guidare in Formula 4 con la Honda. Il momento migliore è stato a Monza, in Formula 3, nel 2019. Penso che senza quella vittoria, non sarei stato in F2 l’anno successivo. È stata la mia prima vittoria in Europa, quindi ho tanti bei ricordi di quel giorno".

Adesso, a 20 anni, correrai in F1. Se potessi tornare indietro di dieci anni, che consiglio daresti a te stesso più giovane?
"Gli direi di iniziare a concentrare tutte le sue energie nelle corse prima di quanto abbia fatto io, senza lasciarsi distrarre da altre cose. Fino a 16 anni, non ero così preso delle gare. Non dico che non mi piacessero, ma non mi sono impegnato quanto avrei dovuto".

Chi è Yuki Tsunoda fuori dalla pista?
"Solo un normale ragazzo di 20 anni. Mi piacciono i videogames: quando non corro, gioco con i miei amici in Giappone. Mi piacciono soprattutto i giochi sparatutto come Apex Legends e Call of Duty. A volte, quando ci gioco, immagino di sparare a qualcuno che odio… funziona bene, mi carica! Inoltre, mi piace stare all’aperto e fare attività come wakeboard e snowboard. C’è un posto a Milton Keynes dove puoi fare snowboard al coperto. In generale, le attività fisiche in generale mi piacciono. Trovo che lo sport e i giochi mi aiutino a resettare la mente e dopo mi sento rigenerato. Tuttavia, non mi piacciono i giochi di corse, perché non li trovo realistici".

Ti piace usare i social media?
"Non ho usato molto i social finora. Di recente ho cercato di migliorare la mia presenza, ma non ci penso troppo. Il mio obiettivo è correre e prepararmi al meglio per la nuova stagione".

Qual è la tua musica preferita?
"Pop giapponese".

Qual è il tuo colore preferito?
"Arancione".

Descrivi la tua città natale, Kanagawa
"È una prefettura balneare, la seconda più popolata dopo Tokyo. È un bel posto e mi manca, soprattutto il buon cibo".

E riguardo la tua famiglia?
"Mi ha sempre supportato nella mia carriera agonistica e la ringrazio per questo. Ho una sorella, che ha due anni meno di me".

Cosa porteresti con te dal Giappone all’Italia e dall’Italia al Giappone?
"Sushi dal Giappone all’Italia e formaggio dall’Italia al Giappone. Adoro il blue cheese".

Hai scelto il 22 come numero di gara, perché?
"Il mio numero quando correvo in kart era 11, ma in F1 è già stato preso da Sergio Perez. Quindi l’ho duplicato: il 22 mi piace, anche perché è già stato il numero di Jenson Button, campione del mondo 2009 che stimo molto. È un numero usato anche dal giapponese Takuma Sato".

condivisioni
commenti
F1 Stories: la stagione 1991

Articolo precedente

F1 Stories: la stagione 1991

Prossimo Articolo

Podcast Candido - Ghini: "Saranno le corse a lanciare l'idrogeno"

Podcast Candido - Ghini: "Saranno le corse a lanciare l'idrogeno"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Yuki Tsunoda
Team Alpha Tauri
Autore Giacomo Rauli
F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021
Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021