F1, Monza, Libere 3: Bottas senza la scia

Bottas è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere del GP d'Italia: il finlandese della Mercedes ha centrato la prestazione facendo un giro da solo. Dietro a Valtteri ci sono le due McLaren di Sainz e Norris e la Renault di Ricciardo che poi si è fermato per un problema tecnico. Hamilton si è coperto al quinto posto davanti a Verstappen che il tempo lo ha fatto con le gomme Medie. Male le Ferrari con Leclerc fuori dalla top ten e Vettel solo 15esimo.

F1, Monza, Libere 3: Bottas senza la scia

La Mercedes non ha bisogno della scia per stare davanti a tutti: Valtteri Bottas è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere del GP d'Italia con il tempo di 1'20"089 ottenuto con le gomme Soft. Il finlandese ha ritoccato di appena 3 millesimi la prestazione di ieri di Lewis Hamilton, dando la sensazione che le W11 non hanno espresso tutto il potenziale in vista della qualifica di pomeriggio, quando i team dovranno dichiarare la mappatura per il weekend dopo l'entrata in vigore del divieto di "party mode".

La sensazione è che anche Lewis Hamilton non abbia cercato il limite e nel secondo tentativo da qualifica ha abortito il giro per un piccolo traverso alla prima chicane: fatto sta che l'esa-campione ha concluso solo quinto con un distacco di 350 millesimi dal compagno di squadra. Lewis si è preso un gran spavento a fine turno quando si è dovuto buttare nell'erba prima della Parabolica per evitare le diverse macchine che procedevano lente per lanciarsi in vista dell'ultimo giro. Il caso è, giustamente, aperto e le raccomandazioni della direzione gara ai piloti non sono servite a niente.

E così alle spalle di Bottas è spuntato un incredibile Carlo Sainz con la McLaren: lo spagnolo è arrivato a 229 millesimi dalla freccia nera e ha preceduto il compagno di squadra Lando Norris, ottimo terzo.

La McLaren torna sugli scudi, ma sembra in buona forma il motore Renault, visto Daniel Ricciardo si è inserito quarto a 7 millesimi con la R.S.20. L'australiano ha avuto poco da gioire perché subito dopo aver colto la prestazione è stato costretto a parcheggiare la sua R.S.20 per un problema meccanico che ha causato l'unica bandiera rossa.

L'affidabilità è il tallone d'Achille di un propulsore che sembra aver fatto indubbi passi avanti nel giro secco, anche se l'unità è di fatto la stessa del 2019.

Solo quinto Max Verstappen con la Red Bull: l'olandese è arrivato a 1'20"456 con le gomme Medie, visto che poi non è riuscito a migliorarsi quando ha montato le Soft che dovrebbero dare un miglioramento di quasi mezzo secondo. Max fa fatica a trovare il passo con il bilanciamento della RB16 e si trova il compagno di squadra, Alexander Albon ad appena un decimo, finalmente in linea con il leader della squadra di Milton Keynes.

Esteban Ocon è ottavo con la Renault davanti alle due Racing Point di Lance Stroll che ha preceduto Sergio Perez, nono e decimo.

La Ferrari continua a soffrire: la notte di lavoro non ha cambiato lo scenario già desolante delle prove libere del venerdì. Anzi, Charles Leclerc è 11esimo con Sebastian Vettel, 15esimo. La Rossa, quindi, allunga l'agonia di Spa, nella convinzione di cambiare qualcosa per il Mugello.

Pierre Gasly e Daniil Kvyat viaggiano di conserva con l'AlphaTauri al 12esimo e 13esimo posto, rintuzzati dalla Haas di Romain Grosjean. Il francese si è tolto il gusto di stare davanti alla SF1000 di Vettel e agli motorizzati Ferrari, Kevin Magnussen 16esimo con la Haas e Kimi Raikkonen, 17esimo vcon l'Alfa Romeo.

Un decimo separa le Williams di George Russell da Nicolas Latifi sempre più decoroso, mentre l'ultima piazza è di Antonio Giovinazzi in difficoltà con la C39.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas Mercedes 14 1'20.089     260.395
2 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 14 1'20.318 0.229 0.229 259.652
3 United Kingdom Lando Norris McLaren 15 1'20.412 0.323 0.094 259.349
4 Australia Daniel Ricciardo Renault 9 1'20.419 0.330 0.007 259.326
5 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 11 1'20.439 0.350 0.020 259.262
6 Netherlands Max Verstappen Red Bull 15 1'20.456 0.367 0.017 259.207
7 Thailand Alexander Albon Red Bull 15 1'20.563 0.474 0.107 258.863
8 France Esteban Ocon Renault 13 1'20.693 0.604 0.130 258.446
9 Canada Lance Stroll Racing Point 14 1'20.804 0.715 0.111 258.091
10 Mexico Sergio Perez Racing Point 13 1'20.897 0.808 0.093 257.794
11 Monaco Charles Leclerc Ferrari 11 1'20.917 0.828 0.020 257.730
12 France Pierre Gasly AlphaTauri 14 1'20.936 0.847 0.019 257.670
13 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 13 1'20.953 0.864 0.017 257.616
14 France Romain Grosjean Haas 14 1'21.205 1.116 0.252 256.816
15 Germany Sebastian Vettel Ferrari 13 1'21.263 1.174 0.058 256.633
16 Denmark Kevin Magnussen Haas 15 1'21.436 1.347 0.173 256.088
17 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 15 1'21.459 1.370 0.023 256.015
18 United Kingdom George Russell Williams 16 1'21.677 1.588 0.218 255.332
19 Canada Nicholas Latifi Williams 15 1'21.764 1.675 0.087 255.060
20 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 15 1'22.090 2.001 0.326 254.047

 

condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: Libere 3
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: Libere 3

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: le qualifiche

LIVE Formula 1, Gran Premio d'Italia: le qualifiche
Carica commenti
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021