Marko cerca Hulkenberg, ma per quale ruolo?

Il consulente austriaco della Red Bull ha amesso di aver allertato Nico perché c'era il dubbio che Albon potesse essere positivo al COVID-19. Il pilota tedesco potrebbe prendere il posto dell'anglo-thailandese nel 2021 se Alexander non starà più vicino a Verstappen. Intanto è stato cercato Hulkenberg per diventare commentatore di ServusTV che l'anno prossino avrà i diritti della F1 in Austria in alternanza con ORF.

Marko cerca Hulkenberg, ma per quale ruolo?

La Red Bull parla con Nico Hulkenberg e Helmut Marko ha ammesso che è in trattative con il pilota tedesco da mesi. Il nome del pilota tedesco, chiamato dalla Racing Point per sostituire l’ammalato Lance Stroll al GP dell’Eifel, è ricorrente.

È tornato di attualità quando Alexander Albon ha effettuato un tampone che ha dato un esito incerto. In attesa di un altro test che ha confermato la negatività dell’anglo-thilandese, il consulente austriaco non aveva perso tempo, contattando Nico Hulkenberg come possibile sostituto del pilota Red Bull.

Poi, come abbiamo visto, non se n’è fatto niente perché Albon ha regolarmente disputato la gara, ma Marko ha ammesso di essere stato in contatto con Nico parlando al canale tedesco Sport1:

“Eravamo già in trattativa con Hulkenberg venerdì, perché Albon, come altri nel Circus, aveva un responso del tampone non chiaro. Avrebbe potuto essere positivo, per cui in alternativa ho chiamato Hulkenberg, ma grazie a Dio si è scoperto che Alex alla fine era negativo".

Queste anticipazioni su Hulkenberg hanno subito alimentato le voci secondo le quali Nico potrebbe prendere il posto dell’anglo thailandese sulla Red Bull l’anno prossimo. Alexander non ha chiuso domenica un GP dell’Eifel felice: dopo un bloccaggio in frenata che lo ha costretto subito in pit lane per sostituire le gomme spiattellate, si è meritato una penalizzazione di 5” per avere spinto fuori Pierre Gasly con l’AlphaTauri e, infine, si è dovuto ritirare per un pietra che gli ha bucato un radiatore sulla sua RB16.

Christian Horner non vuole mettere in dubbio Alexander, cercando di dargli tutto l’appoggio (gli ha fatto cambiare il telaio nel tentativo di avvicinarlo a Verstappen), ma è indubbio che Marko si aspetti che Albon dia il suo contributo alla squadra...
"Possiamo chiamare i nomi che sono disponibili sul mercato - ha ammesso Marko – e mi riferisco a Hulkenberg e Perez. Ma la domanda che mi pongo è: questi due quanto si avvicinerebbero a Max?”.

“Abbiamo avuto Ricciardo in squadra e possiamo azzardare dei paragoni: noi crediamo che nessuno si potrebbe arrivare a meno di tre decimi dall’olandese. Nelle giornate positive Albon è in grado di portarsi vicino a Max, ma è giovane e subisce la pressione. Non ci possiamo permettere di avere una squadra con una gamba sola, specie se dovessimo essere in lotta per il mondiale. Ma non siamo ancora arrivati a quel punto”.

All’AlphaTauri si potrebbe aprire una finestra per Yuki Tsunoda che sta impressionando in F2, ma il giapponese non è maturo per ambire subito alla Red Bull…

“Finora abbiamo sempre reclutato i nostri piloti dalla nostra squadra junior. Ma adesso non c'è nessuno di candidabile. C’è il giapponese che è molto veloce, ma metterlo in un top team come la Red Bull Racing al primo anno di F1 equivale a bruciarlo, per cui non ho alcuna intenzione di farlo”.

Con Tsunoda in AlphaTauri con Pierre Gasly, si apre una porta per un acquisto esterno alla Red Bull nel team di punta. Insomma tre volanti sono già chiari, dovranno decidere il quarto entro il GP di Turchia.

“Fintanto che Albon avrà prestazioni positive, il suo abitacolo non sarà disponibile...".

Marko ha lodato il lavoro svolto da Hulkenberg al Nurburgring: il tedesco è arrivato ottavo nonostante non avesse guidato la Racing Point prima delle qualifiche…
“Stiamo trattando con Hulkenberg per il ruolo di commentatore televisivo ed esperto di ServusTV visto che abbiamo i diritti della F1 per l'Austria, in alternanza con ORF. E per ora ci sono stati solo i primi colloqui".

condivisioni
commenti
Rueda: "Leclerc in gara con gomme soft troppo fredde"

Articolo precedente

Rueda: "Leclerc in gara con gomme soft troppo fredde"

Prossimo Articolo

Alonso: "La Renault è più competitiva di me!"

Alonso: "La Renault è più competitiva di me!"
Carica commenti
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021