Ferrari: sviluppi con una settimana d'anticipo?

I piani prevedono che le novità della SF1000 arrivino in pista all'Hungaroring, ma nel Reparto Corse si lavora per cercare di anticipare il debutto di alcune parti già la prossima settimana. Vedremo nuove ali e un fondo diverso?

Ferrari: sviluppi con una settimana d'anticipo?

È una corsa contro il tempo. Ma vorrà pur dire qualcosa #essereferrari. L’intenzione è di anticipare gli sviluppi della SF1000. Il reparto corse della Ferrari è sotto pressione perché c’è la voglia di anticipare alcune modifiche previste nel pacchetto dell’Hungaroring già alla prossima settimana per la seconda gara austriaca.

A Maranello, dunque, cercano di correre ai ripari dopo la figuraccia in qualifica con Leclerc settimo e Vettel undicesimo. Dovrebbero arrivare le prime risposte concrete ai problemi che erano emersi nei test invernali di Barcellona e, nella Scuderia consapevoli di un calendario che potrebbe essere più corto del previsto, non vogliono perdere nemmeno un’occasione utile.

E l’invio di alcune parti al secondo appuntamento di Spielberg potrebbe essere utile a valutare la differenza dalle prestazioni rispetto a quanto si sta aubendo in questo weekend di apertura del mondiale con la SF1000 che è peggiorata di nove decimi rispetto alla SF90.

Non ci sarebbe il bisogno di aggiungere altre parole, ma la Ferrari di Spielberg è troppo brutta per essere vera, per quanto "sbagliata" sia in alcune parti del progetto.

Mattia Binotto ha detto che non sono bastate cinque settimane di lavoro dopo il lockdown per “rifare” la macchina, ma, stando alle indiscrezioni che sono state raccolte da Motorsport.com una parte del lavoro di Simone Resta, il tecnico incaricato di correggere gli errori della Rossa, potrebbe essere anticipato di una settimana.

La factory di Maranello per gli effetti del COVID-19 rispetta protocolli di sicurezza che impediscono di lavorare al 100% del potenziale (molti tecnici e non solo operano ancora in smart working) eppure c’è la speranza di completare le nuove ali (anteriore e posteriore) e un fondo di diversa concezione.

Sono pezzi in carbonio che hanno una tempistica di produzione definita, ma forzando alcuni processi si possono guadagnare quelle poche ore che possono renderli disponibili a un GP anziché quello successivo. Sarebbe un mezzo miracolo, ma nel Reparto Corse ora ci si attacca a tutto...

Non dovrebbero arrivare gli irrigidimenti definitivi alla scatola del cambio: evidentemente le modifiche per evitare le fastidiose torsioni del retrotreno (Vettel si è lamentato dell'improvviso sovrasterzo) per cui la Ferrari dovrà spendere il primo dei due gettoni di sviluppo concessi dalla FIA perché la trasmissione è una delle parti congelate insieme al telaio e al motore a partire da questo GP.

I lacciuoli regolamentari sono un altro aspetto che rallenterà la possibile risalita: la squadra del Cavallino ha subito tutti i vincoli allo sviluppo che la FIA ha introdotto con una Ferrari troppo supina all'incondizionato taglio dei costi.

Camilleri e Binotto avevano vinto la battaglia finanziaria per il rinnovo del Patto della Concordia (che non è ancora stato siglato), ma hanno perso quella tecnica. C'è chi nella Gestione Sportiva lancia lo sguardo al 2022 quando entrerà in vigore il nuovo regolamento. Ma la Ferrari può permettersi due campionati da comprimaria senza che scoppino delle rivoluzioni?

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Il messaggio "Forza Alex" sulla Ferrari SF1000
Il messaggio "Forza Alex" sulla Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
6/20

Foto di: Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/20

Foto di: Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
9/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari durante la conferenza stampa
Mattia Binotto, Team Principal Ferrari durante la conferenza stampa
10/20

Foto di: FIA Pool

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
Sebastian Vettel, Ferrari cammina lungo il tracciato
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, lascia i box mentre arriva Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, lascia i box mentre arriva Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
18/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
19/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes favorite, ma occhio alla strategia di Verstappen
Articolo precedente

Mercedes favorite, ma occhio alla strategia di Verstappen

Prossimo Articolo

Mercedes: l'intreccio Hamilton-Wolff conta più dei soldi

Mercedes: l'intreccio Hamilton-Wolff conta più dei soldi
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021