Mercedes favorite, ma occhio alla strategia di Verstappen

Partendo con le medie, il pilota della Red Bull potrebbe allungare il primo stint e passare alle soft per attaccare. Stessa strategia per Vettel.

Mercedes favorite, ma occhio alla strategia di Verstappen

La superiorità della Mercedes nelle qualifiche del Gran Premio d’Austria è stata indiscutibile. Bottas e Hamilton hanno monopolizzato la prima fila, ma in vista della gara c’è una variabile che potrebbe impensierire il team campione del Mondo, ed è la strategia di Max Verstappen.

L’olandese della Red Bull sarà l’unico nella top 10 a prendere il via con gomme medie, e le previsioni meteo (27 gradi di temperatura aria e 55 di asfalto) potrebbero confermare una condizione favorevole a chi scatterà con mescole più dure.

Ha sorpreso che solo Verstappen abbia deciso di puntare sulla mescola media nella Q2, visto che lo scorso anno oltre all’olandese anche le Mercedes passarono il taglio utilizzando gomme gialle. Il motivo è nei riscontri della Q1, che ha confermato i primi 12 classificati in sei decimi di secondo, un margine molto ridotto per garantire ai top-team la certezza di poter passare il taglio della Q2 con una mescola di svantaggio. Solo Verstappen ha deciso di provarci, riuscendo ad ottenere un margine di due decimi su Vettel, primo degli esclusi.

Leggi anche:

La Pirelli ha previsto una gara ad una sosta, e non sembrano esserci molti debbi (al netto di imprevisti) che i 71 giri in programma saranno coperti con due set di pneumatici. Se il numero di pit-stop sembra non essere un’incognita, diverso è invece il discorso che riguarda le mescole.

Chi scatterà con gomme soft dovrà monitorare la tenuta delle gomme posteriori: secondo la Pirelli la distanza percorribile con gli pneumatici "rossi" dovrebbe essere tra i 24 e i 28 giri, per poi passare alle hard. Se il degrado dovesse confermarsi limitato, qualcuno potrebbe azzardare un primo stint più lungo, e giocare la carta della mescola media.

Per Verstappen e Vettel (che al via scatterà molto probabilmente con le ‘gialle’), ci potrebbero essere due vantaggi. La mescola media consentirà una finestra maggiore per decidere quando effettuare il pit stop, e allo stesso tempo le rispettive squadre potranno monitorare il comportamento delle soft sugli avversari che le monteranno al via.

In caso di basso degrado, Seb e Max potrebbero puntate ad un primo stint allungato per poi passare ad un set di soft. L’unica differenza tra i due è che Vettel dispone di un set di soft nuove mentre Verstappen dovrebbe far ricorso ad un treno usato in qualifica. Qualora Max decidesse di puntare sulle hard, non avrebbe problemi, poiché tutti i venti piloti al via ne hanno a disposizione un set nuovo.

 
condivisioni
commenti
Vettel e Red Bull richiamati per i protocolli COVID-19
Articolo precedente

Vettel e Red Bull richiamati per i protocolli COVID-19

Prossimo Articolo

Ferrari: sviluppi con una settimana d'anticipo?

Ferrari: sviluppi con una settimana d'anticipo?
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021