Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
02 lug
-
05 lug
FP1 in
105 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
119 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
133 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
161 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
168 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
182 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
218 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
225 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
239 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
252 giorni

Ferrari: il Codacons chiede il sequestro delle SF1000!

condivisioni
commenti
Ferrari: il Codacons chiede il sequestro delle SF1000!
Di:
13 feb 2020, 16:51

L'associazione dei consumatori di Carlo Rienzi ha presentato l'ennesino esposto contro la sponsorizzazione Mission Winnow della Ferrari per chiedere l'intervento dei NAS per il blocco delle Rosse. Si cerca pubblicità facile attaccando la Scuderia, ma la McLaren adotta un'iniziativa analoga con la BAT e nessuno dice niente...

Anno nuovo, storia vecchia. Dodici mesi fa la Ferrari finì nel mirino per il logo “Mission Winnow”, nome che fu giudicato come riconducibile al marchio Philip Morris.

Iniziò così una lunga partita a ping-pong, contro gli esposti presentati dal Codacons per bloccare una pubblicità riconducibile a prodotti legati al fumo.

Queste le convinzioni di chi ha subito puntato il dito contro l’iniziativa “Mission Winnow”, scontratosi però contro una risposta altrettanto convinta dalla controparte. Lo scorso anno si è così proceduto con il personale del team Ferrari che ha alternato divise con il logo “Mission Winnow” ad altre con al suo posto il logo dei 90 anni dalla fondazione della Scuderia.

La storia è tornata d’attualità dopo la presentazione della SF1000, la monoposto con cui la Ferrari affronterà la stagione 2020.

La vettura è stata mostrata per la prima volta due giorni fa a Reggio Emilia, e ovviamente non è passata inosservata la presenza dei loghi “Mission Winnow”.

In men che non si dica il Codacons ha presentato un nuovo esposto, in cui viene richiesto ai NAS il… “sequestro della SF1000”, un provvedimento che ha fatto un po' sorridere i sostenitori del Cavallino, che stanno scandendo il contro alla rovescia in vista dell’esordio in pista della prossima settimana a Barcellona.

Curiosamente era passata nel totale silenzio la presentazione Ducati di qualche giorno prima, ma l’eco mediatico della Ferrari ha riportato la questione all’attenzione del Codacons, secondo il quale il Ministero della salute ha emesso un parere in cui chiarisce in modo netto come il logo “Mission Winnow” realizzi senza alcun dubbio una sponsorizzazione vietata ai prodotti da fumo.

Questo il punto di vista dell’associazione, che annuncia una battaglia legale, ma c’è anche chi punta il dito verso una caccia di visibilità che garantisce un’azione contro un brand mondiale come la Ferrari. “Per quale motivo non si sono mossi in modo così deciso dopo la presentazione Ducati?”, è stato il commento di alcuni addetti ai lavori.

Lo scorso anno André Calantzopoulos, Chief Executive Officer di PMI, spiegò così la scelta di pubblicizzare attraverso la Scuderia Ferrari la nuova iniziativa:
“Vogliamo far conoscere al mondo il cambiamento che abbiamo affrontato, condividendo il nostro orgoglio per la trasformazione ottenuta dai dipendenti di PMI, oltre alla nostra dedizione verso una scienza e un'innovazione rigorosa che possano condurci verso un futuro migliore".

"Questa piattaforma globale costituirà una finestra verso la nuova PMI e ci consentirà di sfidare i pregiudizi, poiché sappiamo che molti potrebbero nutrire dubbi su di noi e sulle nostre motivazioni. La nostra partnership con Scuderia Ferrari ci offre l'opportunità di sfruttare gli spunti ottenuti nel corso di numerose discussioni incoraggianti sia con i sostenitori che con i detrattori, e raggiungere un ampio pubblico per coinvolgerlo su larga scala".

"Mission Winnow sintetizza il nostro impegno ad ambire a migliorare in tutto ciò che facciamo. In PMI stiamo proprio selezionando, o scartando, i vecchi approcci: impariamo dagli errori passati per dare forma al nostro futuro”.

La questione non è di semplice lettura, e sembra destinata a protrarsi ancora a lungo. E probabilmente non sarà un grattacapo per la sola Philip Morris, visto che anche sulla nuova McLaren presentata oggi in Inghilterra è c'è il logo “A Better Tomorrow”, che nulla ha a che fare con il celebre film di John Woo, ma testimonia un’iniziativa della British American Tobacco che presenta analogie con quella della Philip Morris anche se a differenza dello sponsor ferrarista, sembra più legata a prodotti specifici.

Difficile ora prevedere gli sviluppi della vicenda, più facile pronosticare che anche nel 2020 il personale delle squadre dovrà girare con doppie divise…

Scorrimento
Lista

Louis Camilleri, CEO of Ferrari

Louis Camilleri, CEO of Ferrari
1/10

Foto di: Ferrari

Dettagli dell' ala anteriore della Ferrari SF1000

Dettagli dell' ala anteriore della Ferrari SF1000
2/10

Foto di: Ferrari

Dettagli Ferrari SF1000

Dettagli Ferrari SF1000
3/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000, dettaglio tecnico

Ferrari SF1000, dettaglio tecnico
4/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala anteriore

Ferrari SF1000, dettaglio dell'ala anteriore
5/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000 dettaglio laterale

Ferrari SF1000 dettaglio laterale
6/10

Foto di: Ferrari

Dettagli del posteriore della Ferrari SF1000

Dettagli del posteriore della Ferrari SF1000
7/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000

Ferrari SF1000
8/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000

Ferrari SF1000
9/10

Foto di: Ferrari

Ferrari SF1000

Ferrari SF1000
10/10

Foto di: Ferrari

Prossimo Articolo
Tecnica McLaren: ecco perché la MCL35 va sui trampoli

Articolo precedente

Tecnica McLaren: ecco perché la MCL35 va sui trampoli

Prossimo Articolo

Key: "Nuovi concetti sulla MCL35 per diminuire il gap dai primi"

Key: "Nuovi concetti sulla MCL35 per diminuire il gap dai primi"
Carica commenti