Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
93 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
100 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
117 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
131 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
145 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
02 set
Prossimo evento tra
180 giorni
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
272 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
281 giorni

Ferrari: Camilleri lascia il ruolo di amministratore delegato

L’amministratore delegato del Cavallino lascia Maranello con effetto immediato a due anni e mezzo dalla sua nomina. Il ruolo di AD passa, ad interim, al Presidente John Elkann.

Ferrari: Camilleri lascia il ruolo di amministratore delegato

Louis Camilleri lascia la carica di amministratore delegato della Ferrari. L’addio di Camilleri coglie di sorpresa non solo i tifosi della Scuderia, ma anche molti addetti ai lavori, poiché il sessantacinquenne manager non aveva mai manifestato (almeno pubblicamente) l’intenzione di concludere la sua avventura a Maranello.

Camilleri ha deciso di concludere la sua vita lavorativa, e la conferma arriva anche da un comunicato emesso dalla Philip Morris, che conferma il ritiro del manager dal suo ruolo nel consiglio di Amministrazione con effetto immediato.

Louis Camilleri ha comunicato la decisione, "per motivi personali", di rassegnare le sue
dimissioni "con effetto immediato" dal ruolo di amministratore delegato e membro del Cda di Ferrari. 

Il presidente esecutivo John Elkann, "prendendo atto con dispiacere di tale decisione, ha annunciato che assumerà la carica di amministratore delegato ad interim, mentre il
consiglio di amministrazione della Ferrari gestirà il processo già avviato di identificazione del successore del dottor Camilleri".
 

L’annuncio di Camilleri ha colto di sorpresa e a sorpresa fu anche il suo annuncio ufficiale nel ruolo di Amministratore Delegato della Ferrari, datato il 21 luglio 2018, un sabato che vide Sebastian Vettel conquistare la pole position nel Gran Premio di Germania.

Una nomina emessa in una riunione urgente del consiglio d’amministrazione della Ferrari, convocata subito dopo la notizia delle condizioni irreversibili in cui versava Sergio Marchionne.

I due anni e mezzo di Camilleri al timone della Ferrari sono stati contraddistinti da un buon successo commerciale, considerando l’onda d’urto Covid che ha messo a dura prova tutti i Costruttori. Nel giorno del suo insediamento il titolo Ferrari quotava 113 euro, un valore aumentato di più del 50% nel corso dell’ultimo biennio, toccando il massimo storico in questi giorni a 179 euro.

A mancare sono state le soddisfazioni in pista, visto che l’arrivo di Camilleri coincise con il crollo delle speranze Mondiali di Vettel e della Ferrari nel Mondiale 2018.

Nell’ultima parte di quella stagione arrivarono le vittorie a Spa (Vettel) e Austin (Raikkonen), poi nel 2019 il mese da sogno con il doppio successo di Charles Leclerc a Spa e Monza, e la vittoria di Vettel (che resta l’ultima al momento conquistata dal tedesco e dalla Ferrari) nel Gran Premio di Singapore. Il 2020 non ha aggiunto molto al ciclo Camilleri, visto che la Scuderia sembra destinata a terminare il Mondiale 2020 al sesto posto nella classifica Costruttori.

I prossimi giorni si preannunciano ‘caldi’ sull’asse Maranello-Torino, dove sarà valutato il nome del nuovo Amministratore Delegato.

condivisioni
commenti
Hamilton negativo al COVID-19: corre ad Abu Dhabi

Articolo precedente

Hamilton negativo al COVID-19: corre ad Abu Dhabi

Prossimo Articolo

GP Stories: il Gran Premio di Abu Dhabi

GP Stories: il Gran Premio di Abu Dhabi
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Sebastian Vettel , Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Roberto Chinchero
Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande? Prime

Aston Martin AMR21: è l’arma di Vettel per tornare grande?

L'Aston Martin AMR21 è la monoposto che segna il rientro del costruttore inglese in Formula 1. I punti di contatto con Mercedes W11 e W12 sono evidenti, a prima vista, ma andando nello specifico vediamo come certe soluzioni abbiano preso direzione propria. Sarà la monoposto che permetterà a Sebastian Vettel di potersi rilanciare dopo ultime stagioni opache in Ferrari?

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso? Prime

Alpine A521: può essere l’arma vincente di Alonso?

L'Alpine A521 succede alla Renault R.S.20, andando a riprenderne molti dei punti di forza senza tuttavia evolverli. Andiamo a conoscere più da vicino il team di Enstone che riporta in F1 Fernando Alonso e che, in questa stagione, sarà diretto da Davide Brivio

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica Prime

F1 Stories: Lella Lombardi, l'unica

Il 3 marzo del 1992 ci lasciava Lella Lombardi, l'unica donna a conquistare punti nella storia della Formula1. Riviviamo la sua storia, la sua impresa, e il suo più grande amore: le corse.

Formula 1
3 mar 2021
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

Formula 1
3 mar 2021
I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Formula 1
2 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021