F1, Bahrain, Libere 1: subito Verstappen con Leclerc quinto

Cinque monoposto racchiuse in mezzo secondo alla conclusione della prima sessione di prove libere del GP del Bahrain: davanti a tutti c'è la Red Bull di Max che precede di quasi tre decimi la Mercedes di Bottas, con Norris (McLaren), Hamilton (Mercedes) e Leclerc (Ferrari) in pochi millesimi con il gran caldo di Sakhir.

F1, Bahrain, Libere 1: subito Verstappen con Leclerc quinto

Le previsioni sono state rispettate: Max Verstappen ha portato la sua Red Bull RB16B davati a tutti nella prima sessione di prove libere del GP del Bahrain. Turno che quest'anno ha perso mezz'ora di lavoro e che impone un programma molto intenso, senza soste. L'olandese con la gomma Soft ha centrato un 1'31"394 che non è significativo perché c'erano 36 gradi di aria e 44 di asfalto (l'anno scorso si era girato in 1'29"033).

Il primo turno ha confermato le indicazioni dei test collettivi con la Red Bull davanti, ma con la Mercedes che sembra aver risolto buona parte dei problemi con Valtteri Bottas secondo con la W12 a 298 millesimi da Verstappen. Il finlandese ha lavorato molto sull'assetto cambiando la barra di torsione e ha subito fatto meglio di Hamilton che ha chiuso quarto a 527 millesimi da Max, lasciando anche tre decimi al compagno di squadra. La freccia nera sembra già migliore rispetto alla vettura difficile da guidare vista nei test, ma non è ancora a posto.

Fra le due Mercedes si è infilato un eccellente Lando Norris ottimo terzo con la McLaren: il giovane inglese ha portato la sua MCL35 M davanti al campione del mondo di 24 millesimi, confermando che il trapianto con la power unit Mercedes è stato perfetto sulla monoposto di Woking.

Molto positiva anche la prestazione di Charles Leclerc: il monegasco piazza la SF21 in quinta piazza con il tempo di 1'31"993 ad appena 72 millesimi da Hamilton. La prima uscita della Rossa non è affatto male, visto che porta la Scuderia a essere temporanea quarta forza. Charles si è lamentato di un po' di sovrasterzo, mentre Carlos Sainz, ottavo, ha litigato con il sottosterzo della SF21 e paga quattro decimi dal compagno di colori.

Sergio Perez è sesto e lascia sei decimi a quel carroarmato che è Verstappen: il distacco è pesante per chi deve far dimenticare la cacciata di Alexander Albon. Positivo Pierre Gasly settimo con l'AlphaTauri AT02: il francese ha preceduto Sainz e un Daniel Ricciartdo nono con la seconda McLaren: l'australiano non è ancora a suo agio con la "papaya".

A chiudere la top ten c'è Antonio Giovinazzi che si è arrampicato al decimo posto con l'Alfa Romeo: l'italiano ha fatto appieno il suo dovere rifilando oltre tre decimi a Kimi Raikkonen che si è inserito subito in coda al pugliese a conferma che la C41 sembra una macchina nata bene e facile da guidare.

Non ha impressionato l'Aston Martin: la Mercedes "verdona" è 12esima con Sebastian Vettel a 1"7 dalla vetta. La AMR21 ha qualche problema visto che Lance Stroll si è accodato al quattro volte campione del mondo.

Yuki Tsunoda è il rookie più veloce: il giapponese con l'AlphaTauri si presenta bene in F1, anche se il gap da Gasly di nove decimi sembra piuttosto largo, più di quello che il talentyo del nipponico farebbe pensare.

Non imptressiona l'Alpine al debutto con Esteban Ocon davanti a Fernando Alonso. La squadra di Enstone ha lavorato mlto sulle gomme hard e non ha impressionato con le Soft. La Williams si è tolta dall'ultima fila con George Russell 17esimo davanti a Nicholas Latifi di un paio di decimi. Chiude la tabella dei tempi la Haas: Mick Schumacher si è presentato bene perché ha lasciato Nikita Mazepin a quattro decimi. Con una macchina non evoluta non poteva fare niente di più: bene così.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Netherlands Max Verstappen Red Bull 12 1'31.394     213.178
2 Finland Valtteri Bottas Mercedes 17 1'31.692 0.298 0.298 212.485
3 United Kingdom Lando Norris McLaren 20 1'31.897 0.503 0.205 212.011
4 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 15 1'31.921 0.527 0.024 211.955
5 Monaco Charles Leclerc Ferrari 14 1'31.993 0.599 0.072 211.790
6 Mexico Sergio Perez Red Bull 15 1'32.071 0.677 0.078 211.610
7 France Pierre Gasly AlphaTauri 23 1'32.195 0.801 0.124 211.325
8 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 15 1'32.366 0.972 0.171 210.934
9 Australia Daniel Ricciardo McLaren 20 1'32.434 1.040 0.068 210.779
10 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 16 1'32.786 1.392 0.352 209.979
11 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 18 1'33.134 1.740 0.348 209.195
12 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 21 1'33.157 1.763 0.023 209.143
13 Canada Lance Stroll Aston Martin 20 1'33.233 1.839 0.076 208.973
14 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 21 1'33.329 1.935 0.096 208.758
15 France Esteban Ocon Alpine 20 1'33.528 2.134 0.199 208.314
16 Spain Fernando Alonso Alpine 18 1'33.872 2.478 0.344 207.550
17 United Kingdom George Russell Williams 22 1'34.127 2.733 0.255 206.988
18 Canada Nicholas Latifi Williams 22 1'34.340 2.946 0.213 206.521
19 Germany Mick Schumacher Haas 16 1'34.501 3.107 0.161 206.169
20 Russian Federation Nikita Mazepin Haas 16 1'34.975 3.581 0.474 205.140
condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 1
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 1

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 2

LIVE Formula 1, Gran Premio del Bahrain: Libere 2
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021