Bottas: "Mi sono preso dei rischi ed è andata bene"

Il finlandese ha beffato Hamilton nei secondi conclusivi ed ha conquistato la pole numero 15 in carriera. Valtteri è riuscito a migliorare nel settore finale prendendosi anche qualche rischio calcolato.

Bottas: "Mi sono preso dei rischi ed è andata bene"

La Mercedes ha fatto 13. Anche ad Imola le W11 sono state le monoposto protagoniste in qualifica monopolizzando l’intera prima fila ma, a sorpresa, ad imporsi in cima alla classifica dei tempi non è stato Lewis Hamilton, bensì Valtteri Bottas.

Il finlandese, grazie ad un ultimo tentativo praticamente perfetto, è riuscito a conquistare la pole numero 15 in carriera beffando il sei volte campione del mondo per appena 97 millesimi di secondo.

1’13’’609. E’ questo il riferimento ottenuto dal finlandese che ha garantito a Bottas il diritto di partire dalla prima casella domani in gara.

Riuscire ad imporsi su Hamilton sul giro secco non è impresa da tutti e Valtteri ne è consapevole.

“Bisogna sempre lottare per conquistare la pole. La pista mi piace moltissimo, specie quando sei costretto a spingere al limite. Sapevo che nell’ultimo tentativo avrei dovuto migliorare i miei tempi e sono riuscito a trovare quei decimi necessari. E’ una bellissima sensazione”.

Fino allo sventolare della bandiera a scacchi che ha sancito la fine del turno sembrava impossibile che Bottas potesse sopravanzare Hamilton nella classifica dei tempi. Il finlandese, infatti, era apparso in difficoltà nell’interpretazione del settore conclusivo del tracciato di Imola, ma Valtteri, dopo aver trovato la giusta concentrazione, è riuscito ad esprimersi al meglio nell’ultimo tentativo a disposizione.

“Ho lavorato molto bene nel primo settore, e sono riuscito ad interpretarlo alla perfezione, mentre faticavo di più in quello finale anche a causa di una fastidiosa instabilità. Nell’ultimo giro sapevo che dovevo dare tutto, ho preso i giusti rischi ed è andata bene”.

Il layout del circuito Enzo e Dino Ferrari non lascia presagire una gara piena di sorpassi. L’unica zona dove si potrà tentare un attacco sarà il lungo rettilineo di partenza, grazie anche al DRS, ma Bottas si è detto consapevole che proprio in questo tratto, almeno al via, dovrà guardarsi le spalle da Hamilton e Verstappen.  

“Sarà una bella lotta. Per arrivare alla prima curva si deve percorrere parecchia strada e sono certo che Lewis e Max proveranno ad insidiarmi. Tuttavia la prima posizione è la migliore dalla quale partire e credo di avere un buon passo per essere in lizza per la vittoria”.

 

condivisioni
commenti
Vettel: "Avevo un buon feeling, ma i tempi non sono arrivati"
Articolo precedente

Vettel: "Avevo un buon feeling, ma i tempi non sono arrivati"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Bravo Bottas. Io ho fatto un giro da schifo"

Hamilton: "Bravo Bottas. Io ho fatto un giro da schifo"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021