Binotto: "Inutile cercare colpevoli, dobbiamo lavorare uniti"

Il team principal della Ferrari spiega che la cosa più importante non è dare le colpe dell'incidente del Red Bull Ring, ma rendere più veloce una SF1000 deludente.

Binotto: "Inutile cercare colpevoli, dobbiamo lavorare uniti"

Mattia Binotto mastica amaro, ma non potrebbe essere diversamente. La gara delle due Ferrari è durata appena tre curve al Gran Premio di Stiria, perché poi Charles Leclerc e Sebastian Vettel sono entrati in contatto, danneggiando in maniera irreversibile entrambe le vetture.

La responsabilità del pilota monegasto è abbastanza evidente, ma secondo il team principal del Cavallino in questo momento la cosa più importante non è dare delle colpe, ma cercare di capire cosa serve per rendere più competitiva la SF1000 ed evitare di partire indietro come oggi (decimo Seb e 14esimo Charles, ndr).

"La responsabilità e l'errore di Charles penso che, guardando le immagini, siano abbastanza ovvie, ma senza intenzione. E' difficile per noi concludere così un weekend che era già iniziato in salita. Più che guardare alle responsabilità o cercare colpevoli, si tratta di lavorare in maniera unita a Maranello per migliorare la vettura il prima possibile e non partire da metà griglia" ha detto Binotto a Sky Sport F1 HD.

 

Il team principal poi ha spiegato che i due piloti sono già parlati e chiariti: "Ho parlato con entrambi e tra di loro non c'è problema. Charles ha riconosciuto l'errore e Sebastian è dispiaciuto. Ma siamo dispiaciuti tutti noi per quanto capitato, perché dopo tanti sforzi questo non è il modo giusto di finire una gara".

I rammarichi sono tanti quindi in questo weekend, ma probabilmente il più grande è quello di non aver potuto confrontare in gara il pacchetto evoluto della SF1000 che era stato portato per questa seconda gara consecutiva sul Red Bull Ring.

"In questa fase della stagione in cui non siamo competitivi, sarebbe importante fare punti. Il grande rammarico è non aver completato la gara con entrambe le nostre vetture, massimizzando quello che era il nostro potenziale per questo weekend".

Leggi anche:

"Il rammarico è non aver visto la macchina in condizioni d'asciutto e non aver potuto confrontarla in condizioni di gara con quella dell'anno scorso. Ma il più grande è quello di aver visto due Ferrari ferme dopo appena un giro, perché non è la conclusione giusta di un weekend".

Infine, quando gli è stato domandato cosa bisogna fare a Maranello per uscire da questa situazione difficile, ha detto: "Non è una situazione banale. La prima cosa da fare è capire l'origine del problema, perché si può progredire solamente in questo modo".

"Può non essere per forza di una parte sola della vettura, ma potrebbe essere anche un problema di metodologia o di concetto alla base. In questa situazione è giusto essere aperti, osservare ed analizzare tutto per poi essere sicuri di prendere la direzione giusta".

L'incidente alla partenza tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

L'incidente alla partenza tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

L'incidente alla partenza tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

L'incidente alla partenza tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
2/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

L'incidente tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

L'incidente tra Charles Leclerc, Ferrari SF1000, e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
3/9

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

I danni sulla macchina di Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza

I danni sulla macchina di Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza
4/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza
5/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

I danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000

I danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000
6/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza
7/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza

i danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza
8/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

I danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza

I danni sulla macchina di Charles Leclerc, Ferrari SF1000, dopo l'incidente alla partenza
9/9

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
F1: un grande Hamilton da Stiria e... ammira

Articolo precedente

F1: un grande Hamilton da Stiria e... ammira

Prossimo Articolo

Hamilton: "Bello tornare a vincere dopo un weekend complicato"

Hamilton: "Bello tornare a vincere dopo un weekend complicato"
Carica commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021