Formula 1
G
Robert Kubica vs Bartosz Marszałek
09 ago
Evento concluso
MotoGP
G
GP d'Austria
14 ago
WRC
04 set
Prossimo evento tra
24 giorni
18 set
Prossimo evento tra
38 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
Formula E
G
ePrix di Berlino V
12 ago
Prossimo evento tra
1 giorno
WEC
13 ago
Prossimo evento tra
2 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
31 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
24 giorni

Nico Müller mago della pioggia, vince Gara 2 ad Hockenheim

condivisioni
commenti
Nico Müller mago della pioggia, vince Gara 2 ad Hockenheim
Di:
6 ott 2019, 13:30

Lo svizzero è perfetto sotto al diluvio e batte Rockenfeller e Rast, con Glock che è quarto seguito da Green ed Eriksson, il cui azzardo della sosta all'ultimo non paga. Dennis una Aston a punti nell'ennesima figuraccia delle Vantage, Wittmann penalizzato, indietro le Super GT.

Nico Müller è il mago della pioggia ad Hockenheim, andando a chiudere la stagione 2019 del DTM con la vittoria in Gara 2 sotto all'acquazzone che ha costretto la direzione gara ad accorciare di 6' l'ultimo evento dell'anno.

Forte della pole position conquistata in qualifica stamattina, il pilota del Team Abt Sportsline è partito molto bene allo spegnimento dei semafori - dopo i tre giri di formazione per capire le condizioni del tracciato - mantenendo la sua Audi RS 5 davanti a quella di un René Rast partito come un fulmine dall'ottava casella.

La gara è però stata interrotta dopo poche curve, causa l'uscita di scena di Nick Cassidy e Daniel Juncadella. Per il neozelandese del Team Tom's c'è stata una toccata nelle retrovie con l'Audi RS 5 di Jonathan Aberdein (Team WRT) che ha spedito a muro la Lexus LC500 del pilota Super GT alla curva 7, mentre l'ennesimo problema tecnico ha messo K.O. l'Aston Martin dello spagnolo griffato R-Motorsport/HWA alla curva 3, con la Vantage ad inondare il circuito di olio.

Passato un quarto d'ora, la bagarre è ripresa con Müller a guidare davanti a Rast e Mike Rockenfeller, fino al giro 5, quando praticamente mezza griglia di partenza si è fermata ai box a cambiare gomme.

Qui il Team RMG ha commesso l'errore dell'unsafe release con Marco Wittmann, la cui BMW M4 ha sfiorato il posteriore di Aberdein; inevitabile il Drive-Through comminato al Campione 2014-2016, scivolato fuori dalla zona punti proprio quando era quarto.

La stessa punizione è stata inflitta anche a Pietro Fittipaldi (Audi Sport Team WRT) e Philipp Eng (BMW Team RMR), dato che i rispettivi meccanici hanno lavorato sulle loro vetture oltre i 3' prima della ripartenza. Sia il brasiliano che l'austriaco sono rientrati immediatamente in pit-lane, finendo nelle retrovie.

Intanto, nelle posizioni di testa, Rockenfeller si è fermato ai box del Team Phoenix al giro 5, Müller al 6 e Rast al 7; quest'ultimo è saltato davanti alle Audi dei rivali, ma ha avuto problemi nello scaldare le gomme cedendo quindi il passo allo svizzero e a "Rocky" in un paio di giri.

Chi invece ha provato la carta della sosta all'ultimissimo giro non ha avuto fortuna. Nello specifico parliamo di Jamie Green e Joel Eriksson, per 25 passaggi al primo e secondo posto con le loro Audi e BMW, per poi sostituire gli pneumatici in extremis, senza però riuscire a restare sul podio.

Müller è quindi passato in testa tagliando meritatamente il traguardo vittorioso con 3"8 di margine su Rockenfeller e 8"4 su Rast, il quale nel finale ha desistito dopo essere riuscito a ricucire parzialmente lo strappo che lo divideva dai rivali.

Timo Glock deve invece accontentarsi del quarto posto, seppur il portacolori del Team RMR fosse riuscito a qualificarsi secondo; il pilota BMW ha scavalcato Green appena se l'è trovato davanti quando questi è uscito dai box, battendo lui ed Eriksson sfruttando le gomme più calde.

Settimo abbiamo Robin Frijns con la seconda Audi RS 5 del Team Abt Sportsline, mentre prende punti Jake Dennis con l'Aston Martin della R-Motorsport/HWA, dove però non possono certamente sorridere (e dovranno lavorare parecchio per risolvere gli innumerevoli problemi causa di figuracce epocali per tutto l'anno) dato che oltre a Juncadella, anche Paul Di Resta si è dovuto ritirare - addirittura nel giro di formazione - per una rottura, mentre l'impresentabile Ferdinand Von Habsburg conferma ancora una volta di non essere all'altezza della situazione.

Tornando alla Top10, Bruno Spengler è nono sulla BMW M4 del Team RBM, seguito dall'Audi RS 5 di Loïc Duval (Team Phoenix), davanti a Von Habsburg, Wittmann, Sheldon Van Der Linde (BMW Team RMG), Eng e Fittipaldi.

Fanalini di coda le altre due vetture "ospiti" del Super GT, ovvero la Honda NSX-GT di Jenson Button (Team Kunimitsu) e la Nissan GT-R GT500 di Ronnie Quintarelli, entrambi alle prese con macchine nettamente inferiori rispetto alle DTM, soprattutto sul bagnato. Questa cosa andrà assolutamente affrontata e risolta nel weekend della "Dream Race" previsto al Fuji a novembre, per il quale si parla già di un possibile Balance of Performance per equilibrare le prestazioni di DTM e Super GT, togliendo già i sistemi DRS e 'push-to-pass' delle auto tedesche.

Rast chiude quindi la sua trionfale stagione da Campione battendo Müller e Wittmann, con il Team Rosberg che si aggiudica il titolo per le squadre e l'Audi Sport a conquistare quello per i marchi.

Cla   # Pilota Auto Giri Tempo Gap Distacco Pits Punti
1   51 Switzerland Nico Müller Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'45.023     1 25
2   99 Germany Mike Rockenfeller Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'48.858 3.835 3.835 1 18
3   33 Germany René Rast Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'53.426 8.403 4.568 1 15
4   16 Germany Timo Glock BMW M4 Turbo DTM 27 1:04'56.872 11.849 3.446 1 12
5   53 United Kingdom Jamie Green Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:04'58.117 13.094 1.245 1 10
6   47 Sweden Joel Eriksson BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'01.271 16.248 3.154 1 8
7   4 Netherlands Robin Frijns Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:05'07.195 22.172 5.924 1 6
8   76 United Kingdom Jake Dennis Aston Martin Vantage DTM 27 1:05'21.977 36.954 14.782 1 4
9   7 Canada Bruno Spengler BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'36.342 51.319 14.365 1 2
10   28 France Loïc Duval Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:05'40.90 55.877 4.558 1 1
11   62 Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen Aston Martin Vantage DTM 27 1:05'43.861 58.838 2.961 1  
12   11 Germany Marco Wittmann BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'44.790 59.767 0.929 2  
13   31 South Africa Sheldon Van Der Linde BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'45.440 1'00.417 0.650 1  
14   25 Austria Philipp Eng BMW M4 Turbo DTM 27 1:05'46.896 1'01.873 1.456 2  
15   21 Brazil Pietro Fittipaldi Audi RS 5 Turbo DTM 27 1:06'15.074 1'30.051 28.178 2  
16   1 United Kingdom Jenson Button Honda NSX-GT 27 1:06'40.266 1'55.243 25.192 1  
17   35 Japan Tsugio Matsuda Nissan/ R35 26 1:05'52.908 1 Lap 1 Lap 2  
  dnf 27 South Africa Jonathan Aberdein Audi RS 5 Turbo DTM 14 42'18.347 13 Laps 12 Laps 3  
  dnf 23 Spain Daniel Juncadella Aston Martin Vantage DTM 0 27 laps        
  dnf 37 New Zealand Nick Cassidy Lexus LC500 0 27 laps        
DTM, Hockenheim: Rockenfeller il più rapido, ma la pole è di Muller

Articolo precedente

DTM, Hockenheim: Rockenfeller il più rapido, ma la pole è di Muller

Prossimo Articolo

La portiera difettosa costringe Glock a guidare con una mano!

La portiera difettosa costringe Glock a guidare con una mano!
Carica commenti