Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Curiosità

Gran Turismo, il film: al cinema la storia di Jann Mardenborough

La Sony stavolta punta sulle auto da corsa per il suo ultimo adattamento cinematografico, mescolando un senso di velocità ipersonica con una storia vera attraverso personaggi apprezzabili.

Archie Madekwe e David Harbour

Il gigante tecnologico giapponese continua a spingere nel trasformare le scene dei videogiochi da PlayStation in programmi televisivi e film. Dopo la versione di The Last of Us della HBO e l'adattamento di Uncharted, non arriva una versione TV di God of War o Horizon, ma il film di Gran Turismo, probabilmente un po' a sorpresa.

Diretto da Neill Blomkamp (District 9), non si tratta di una storia di scansioni laser dei tracciati o della registrazione del rombo del V10 di una Lamborghini Huracan, anche se un documentario in stile Netflix non sarebbe male. L'obiettivo è invece quello di dimostrare che i giocatori di videogiochi sono abbastanza talentuosi da poter diventare veri piloti di sport motoristici.

Il tutto si basa sulla storia vera dell'aspirante pilota Jann Mardenborough, qui interpretato da Archie Madekwe (Midsommar) che nel 2011 ha vinto il concorso GT Academy che ha portato i piloti di Gran Turismo dalle loro console al team Nissan del mondo reale.

"Questi sono i piloti di simulazione più veloci del mondo", dice il personaggio di Danny Moore, interpretato da Orlando Bloom (Pirati dei Caraibi), a cui si deve la creazione del programma.

Una volta che il produttore è d'accordo con l'idea, cerca di convincere l'ex pilota e attuale meccanico Jack Salter, interpretato da David Harbour (Stranger Things), a partecipare.

Gran Turismo Movie racing cockpit

Gran Turismo Movie racing cockpit

Photo by: Gran Turismo film

"Pensate davvero di prendere un ragazzino che gioca ai videogiochi in camera da letto e legarlo a un razzo da 200 miglia all'ora: lo farà a pezzi", avverte Salter.

Tuttavia, stufo di supervisionare milionari senza talento, come Nicholas Capa dell'omonima Capa Racing, accetta di partecipare. Il suo compito è quello di addestrare gli aspiranti Tom Kristensen del mondo e di aiutarli a scegliere un vincitore, prima di guidarli nel mondo senza scrupoli del motorsport.

Mardenborough è al centro dell'attenzione, il coraggioso adolescente che ascolta paradossalmente le calme note del sassofonista Kenny G e di Enya prima della gara, in uno dei pochi momenti divertenti.

I momenti riservati ai personaggi, che si tratti di genitori preoccupati o di interessi amorosi, sono spesso interrotti da qualcuno che si sforza di spiegare l'importanza della guida delle auto in pista o da primi piani di cambi al volante o di alberi a camme.

Gli argomenti impegnativi sono discussi con irriverenza e, nell'ultimo terzo, la giustificazione per tornare a correre dopo un brutto incidente è più debole di una marmitta arrugginita.

"Questo non è un gioco, è la realtà", dice Slater. Sì, ne sono ben consapevole, grazie.

Gran Turismo Movie Capa Racing

Gran Turismo Movie Capa Racing

Photo by: Gran Turismo film

Tuttavia, il senso di velocità e gli angoli di ripresa da videogioco sono accattivanti. Mauro Calo, famoso per Top Gear, ha partecipato alla guida e si vede. Le auto si muovono lateralmente in uno stile drammatico. Un gruppo di Nissan GT-R è separato da un millimetro a 150 miglia all'ora - si sente quasi l'aria disturbata.

Madekwe riesce a trasmettere con successo una persona determinata, inizialmente un po' spaesata, in modo comprensibile. Non si tratta della recitazione viscerale vista nelle scene del jet da combattimento di Top Gun Maverick, ma raramente si è avuta la sensazione che il protagonista non stesse effettivamente guidando.

In tutto il film si possono trovare numerosi cenni alla piattaforma del gioco, sia che i personaggi guardino i creatori di contenuti di Gran Turismo® come Super GT su YouTube, sia che visualizzino sullo schermo i suoni dei menu direttamente da Polyphony Digital.

Il modo in cui viene utilizzata una creazione in CGI di un'auto intorno agli impianti di simulazione è un'intelligente metafora di quanto alcuni piloti virtuali prendano sul serio i loro esports, e un po' sorprendentemente per Hollywood, la terminologia corretta viene utilizzata in tutto il film senza guardare dall'alto in basso il genere.

Ma poi torniamo alla storia e, sebbene Harbour ci stia provando, la sceneggiatura con cui sta lavorando è ripetitiva.

"Ho fatto questa [pista] migliaia di volte", sostiene Mardenborough.

"Ma non nella realtà", ribatte Salter parlando di Harbour. Ok, abbiamo già capito.

Gran Turismo Movie driver

Gran Turismo Movie driver

Photo by: Gran Turismo film

I termini "fratello" e "amico" sono utilizzati senza convinzione e la battaglia contro l'antagonista Capa non colpisce nel segno, dato che il rivale in pista ha solo una piccola scena che lo rende antipatico.

I recenti film di successo sugli sport motoristici, Rush e Ford vs Ferrari (Le Mans '66), si basano su uno scontro di personalità. Ma questo film non sviluppa a sufficienza i rivali in pista al di fuori del circuito, privandolo dell'impatto finale.

Come nel caso del biopic su Niki Lauda e James Hunt, che utilizzava ampiamente Brand Hatch e a volte in senso inverso, anche qui i veri appassionati di motorsport noteranno l'uso eccessivo dell'Hungaroring, anche se forse la maggior parte degli spettatori non ci farà caso.

Il film non approfondisce il rapporto tra genitori e figli che si sforzano di inseguire i propri sogni, né esplora la pressione delle aspettative sulle giovani menti. L'unico messaggio che si ricava da una scena di un incidente al Nurburgring è che gli sport motoristici sono pericolosi, il che non è certo una novità.

Gran Turismo Movie GT Academy rivals

Gran Turismo Movie GT Academy rivals

Photo by: Gran Turismo film

"L'intera operazione è una stravaganza di marketing", proclama Moore.

A volte è difficile capire se si riferisca al programma GT Academy o al film stesso.

Un personaggio centrale simpatico e scene di corsa viscerali si mescolano a un'eccessiva semplificazione e a un cast di supporto inessenziale. Tuttavia, il film evidenzia bene le corse simulate e, a sua volta, si spera che ispiri una nuova generazione di potenziali aspiranti piloti.

Gran Turismo® uscirà nelle sale il 9 agosto 2023 nel Regno Unito, il 10-11 agosto in Europa, Canada e Australia e il 25 agosto negli Stati Uniti.

Gran Turismo Movie Hungaroring

Gran Turismo Movie Hungaroring

Photo by: Gran Turismo film

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Sotheby's e Motorsport Network lanciano Sotheby's Motorsport
Prossimo Articolo Historic Minardi Day: oltre 400 vetture, ma anche presentazioni e mostre

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia