Tarquini pensa a Zandvoort: "Nel 2018 fu un incubo, speriamo di dimostrare il nostro reale potenziale"

condivisioni
commenti
Tarquini pensa a Zandvoort: "Nel 2018 fu un incubo, speriamo di dimostrare il nostro reale potenziale"
Di:
15 mag 2019, 07:17

Il BRC Racing Team arriva questo fine settimana alla Race of Netherlands, quarto round del WTCR – FIA World Touring Car Cup, carico di speranze di successo.

I 4.307 metri del circuito Zandvoort ospiteranno le gare del WTCR all’interno dell’evento Jumbo Racing Days, dal 17 al 19 maggio. Lo scorso anno l’evento ha registrato un ottimo successo di pubblico, con oltre 110.000 visitatori nella tre giorni di gare.
Lo scorso weekend, BRC Racing Team ha portato a casa un impressionante bottino di punti dalla Race of Slovakia. Per il secondo di questi due weekend di gara “back to back”, il team spera non solo di ripetersi, ma anche di conquistare vittorie nella Race of Netherlands.

Norbert Michelisz ha sfruttato due partenze in prima fila, salendo a podio due volte allo Slovakiaring, ed è ora terzo nella classifica piloti. Il compagno di squadra di BRC Hyundai N Squadra Corse, Gabriele Tarquini, è quarto, dopo aver combattuto dalle file centrali in Slovacchia. La squadra ha guadagnato terreno, al momento si trova al secondo posto nella classifica Team.

L’olandese Nicky Catsburg, del BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team, spera di poter dare ai suoi tifosi a Zandvoort un motivo per festeggiare. In Slovacchia, Catsburg ha conquistato entrambe le pole position, e ha terminato tutte e tre le gare in posizioni di assegnazione punti. Il compagno di squadra Augusto Farfus ha lottato duramente in pista, conquistando 14 posizioni in Gara 1, chiudendo al quinto posto.

BRC Racing Team ha un conto in sospeso con il Circuito di Zandvoort, dopo aver lasciato l'edizione 2018 della Race of Netherlands a mani vuote. In quell’occasione, il team aveva faticato ad adattarsi alla modifica del Balance of Performance (BoP) sulla vettura e non era stato in grado di mostrare il potenziale vincente della Hyundai i30 N TCR. Questa volta punta a sfruttare lo slancio positivo dei primi round di gare per ottenere risultati migliori.

L’azione comincia questo venerdì 17 Maggio con due sessioni di prove libere. Sabato si terranno le prime qualifiche e la prima gara del weekend (12 giri). Domenica, la seconda sessione di qualifiche determinerà l’ordine di partenza di Gara 2 (12 giri) e Gara 3 (15 giri).

Il Team Principal di BRC Racing Team, Gabriele Rizzo commenta: “Ci dirigiamo alla Race of Netherlands con qualcosa da dimostrare. Lo scorso anno siamo stati delusi di non poter correre nelle prime posizioni e dimostrare il nostro vero potenziale. Grazie all’ottimo lavoro del team, abbiamo avuto un inizio di stagione forte, e speriamo di poter dimostrare le vere capacità della Hyundai i30 N TCR sul circuito di Zandvoort”.

Gabriele Tarquini: “E’ stata molto dura in Slovacchia. Venerdì le qualifiche sono andate male e siamo partiti da metà griglia, dove c’è sempre caos. Per Gara 1 e 3 l’obiettivo era prendere punti e ci siamo riusciti, mentre per Gara 2 le cose sono state più difficili. Alla fine abbiamo rimontato dopo qualifiche deludenti, per cui ora pensiamo a Zandvoort. Lo scorso anno in Olanda per noi è stato un incubo, spero che quest’anno vada diversamente. La migliore delle Hyundai era partita dalla diciottesima posizione in griglia, il BoP completamente modificato ci aveva causato problemi, e per reagire abbiamo dovuto lottare molto duramente. Quest’anno spero di fare delle gare migliori, con un’auto come la nostra, si può fare!”

Norbert Michelisz: “Zandvoort non è stata facile per noi nel 2018, ma credo che quest’anno partiremo in vantaggio. A me guidare qui piace sempre molto. Lo scorso anno gli scontri sono stati molto serrati, e mi aspetto che quest’anno lo siano anche di più. Spero di sfruttare il momento positivo e salire sul podio anche in Olanda”.

Augusto Farfus: “Zandvoort sarà uno dei punti salienti della stagione. Adoro questo posto, finora ho vinto con ogni macchina che ho guidato. È un posto magico, e le caratteristiche del tracciato sono proprio quelle che piacciono a me, è una pista molto veloce! Non vedo l’ora di arrivare. Stiamo migliorando gara dopo gara, e anche in Olanda daremo il massimo”.

Nicky Catsburg: “La mia gara in casa sarà un grande evento, probabilmente il più grande della stagione. Spero che i fan di Max Verstappen siano anche miei fan! Gli organizzatori si aspettano più di 100.000 presenze, non vedo l’ora di correre e spero davvero di portare a casa buoni risultati”.

Prossimo Articolo
L'Alfa Romeo diventa grande in Slovacchia: "Possiamo giocarcela coi migliori"

Articolo precedente

L'Alfa Romeo diventa grande in Slovacchia: "Possiamo giocarcela coi migliori"

Prossimo Articolo

Compensation Weight: a Zandvoort le Hyundai tornano a 60kg, aumentano le Alfa Romeo, cala la Honda

Compensation Weight: a Zandvoort le Hyundai tornano a 60kg, aumentano le Alfa Romeo, cala la Honda
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie