WEC: la Ferrari è campione del mondo Costruttori con la 488 GTE

Grazie al terzo posto fra GT di Pier Guidi/Calado e al sesto di Rigon/Bird nella 6 Ore di Shanghai, la Casa di Maranello coglie il quinto titolo marche nel WEC che è il 24esimo fra i campionati disputati sotto l'egida FIA.

WEC: la Ferrari è campione del mondo Costruttori con la 488 GTE
Podio GTE Pro: al terzo posto James Calado, Alessandro Pier Guidi, AF Corse
Sergio Marchionne, CEO FIAT
#71 AF Corse Ferrari 488 GTE: Davide Rigon, Sam Bird
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE: James Calado, Alessandro Pier Guidi
#51 AF Corse Ferrari 488 GTE: James Calado, Alessandro Pier Guidi
#71 AF Corse Ferrari 488 GTE: Davide Rigon, Sam Bird
#55 Kaspersky Motorsport Spirit Of Race Ferrari 488 GT3: James Calado
Alessandro Pier Guidi, AF Corse
#71 AF Corse Ferrari 488 GTE: Davide Rigon
GTE polesitters Davide Rigon, Sam Bird, AF Corse

C'è una Ferrari che vince: se il titolo in Formula 1 si fa ancora attendere, c'è chi tiene alti i colori del Cavallino nel WEC. E il gusto è ancora maggiore se si considera che forse, almeno sulla carta la 488 GTE, non era certo la GT più prestazionale in senso assoluto, ma certamente la più costante in pista nell'arco dell'intera stagione.

E così la Ferrari ha vinto con pieno merio e con una gara di anticipo il Campionato del Mondo Costruttori del FIA World Endurance Championship.

I punti decisivi sono arrivati nella 6 Ore di Shanghai che si è corsa oggi, la corsa nella quale le due 488 GTE del team AF Corse sono giunte rispettivamente terza con Alessandro Pier Guidi e James Calado e sesta con Davide Rigon e Sam Bird.

Per la Ferrari si tratta del quinto titolo Costruttori WEC (2012, 2013, 2014, 2016, 2017) e in totale del 24esimo campionato riservato ai Costruttori tra quelli disputati sotto l’egida FIA.

Il titolo odierno si aggiunge ai sette Campionati del Mondo Marche centrati tra il 1953 e il 1961; alle tre edizioni dell’International GT Championship (1962, 1963 e 1964); ai quattro titoli Prototipi raccolti tra il 1963 e il 1972; ai tre campionati costruttori FIA GT (2006, 2007 e 2010) e alle due edizioni dell’Intercontinental Le Mans Cup (2010 e 2011). Insomma una messe di vttorie che hanno contribuito ad alimentare il mito del Cavallino.

Molto soddisfatto Antonello Coletta, responsabile Attività Sportive GT: 
“Sapevamo che a Shanghai avremmo faticato e, infatti, per noi è stata una delle corse più difficili dell’anno. La nostra vettura però si è dimostrata anche in questo caso all’altezza della situazione".

"Grazie al gran lavoro fatto a Maranello, allo straordinario sforzo profuso come sempre da AF Corse nella gestione in pista delle 488 GTE, al supporto dello staff Michelotto e alle straordinarie doti di guida dei nostri piloti siamo riusciti a centrare l’obiettivo per noi più importante, il campionato del mondo costruttori, per di più con una gara di anticipo".

"Nonostante questa grandissima gioia non abbassiamo la guardia: c’è ancora il campionato del mondo piloti da conquistare così come la classifica riservata ai team. Arriveremo in Bahrain carichi e desiderosi di chiudere in un modo ancora migliore questa stagione già per noi così positiva”.

Perfetta la stagione di Alessandro Pier Guidi alla prima stagione con il team di punta del Cavallino:
“La gara di oggi è stata tra le più difficili della stagione: abbiamo dovuto gestire le gomme e siamo stati costretti a una strategia particolarmente conservativa. Nel finale siamo riusciti a recuperare posizioni e a salire sul podio".

"Siamo ancora al comando del campionato piloti anche se sappiamo che in Bahrain sarà durissima. Oggi però è il momento di fare festa per il titolo mondiale della Ferrari che è pienamente meritato”.

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il compagno di squadra sulla 488 GTE #51, James Calado: 
“Il primo obiettivo, che era il titolo mondiale Costruttori, lo abbiamo conquistato. Non è stato facile e ci è voluto l’impegno di tutta la squadra per centrarlo con una gara di anticipo. Questo successo è pienamente meritato dai ragazzi della Ferrari e di AF Corse. Non vedo l’ora di scendere in pista in Bahrain per provare a vincere il titolo piloti e rendere indimenticabile quella che è già una stagione da meravigliosa”.

condivisioni
commenti
Shanghai, 6°Ora: Toyota vince con il giallo. A Porsche e Ferrari il Mondiale

Articolo precedente

Shanghai, 6°Ora: Toyota vince con il giallo. A Porsche e Ferrari il Mondiale

Prossimo Articolo

Sébastien Buemi: "Ora vogliamo la quinta vittoria stagionale"

Sébastien Buemi: "Ora vogliamo la quinta vittoria stagionale"
Carica commenti
WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh Prime

WEC-IMSA: che scenari si aprono con la convergenza Hypercar-LMDh

Dopo che FIA ed IMSA hanno raggiunto l'accordo per fare correre le Hypercar del FIA World Endurance Championship contro le LMDh in IMSA WeatherTech SportsCar Championship dal 2023, vediamo quali scenari si possono aprire per team, piloti, Case, calendari e format di gara.

WEC
17 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti... Prime

Le Mans 1991: Mazda e un successo a sorpresa. Per tutti...

La mitica Mazda 787 è considerata una delle più popolari auto vincitrici della 24 Ore di Le Mans, ma fino al suo successo a sorpresa di 30 anni fa, non era mai stata considerata come favorita. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza un nuovo partner tecnico, alcune astute manovre politiche e un curioso 'autogol' di un rivale.

WEC
14 ago 2021
Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi Prime

Toyota a Quota 100: ecco il percorso... Mondiale coi prototipi

Nel fine settimana della 8 Ore di Portimao del FIA World Endurance Championship, la Toyota ha raggiunto le 100 gare nel Mondiale coi suoi prototipi. Ecco le principali pietre miliari di un percorso che era iniziato quasi 40 anni fa nel Gruppo C.

WEC
8 ago 2021
Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto Prime

Ferrari Hypercar ancora senza nome: F255 è la sigla di progetto

L'Hypercar di Maranello che farà il suo ritorno a Le Mans nel 2023 per vincere la classifica assoluta è ancora tutta sulla carta: per ora è filtrato solo il numero di progetto, perchè il nome della vettura non esiste. Lo staff tecnico diretto dall'ingegner Ferdinando Cannizzo si sta formando: Antonello Coletta, che è a capo del progetto, vuole unire tutte le esperienze aziendali pescando risorse dal GT ma anche dalla F1, dalla gestione industriale e dal... mercato.

WEC
26 lug 2021
Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar Prime

Analisi Peugeot: la 9X8 fa sembrare vecchie le altre Hypercar

In questo nuovo video di Motorsport.com, Francesco Corghi e Beatrice Frangione raccontano in dettaglio la nuovissima Hypercar della Casa del Leone: scopriamola assieme con tutte le immagini raccolte durante la presentazione.

WEC
23 lug 2021
Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar! Prime

Le Mans: Alpine e LMP2 possono sgambettare le Hypercar!

Le Hypercar di Toyota e Glickenhaus saranno le grandi protagoniste della 24h di agosto, ma la 'vecchia' Alpine LMP1 e le Oreca 07-Gibson della seconda categoria hanno molte carte a loro favore. Scopriamo quali e perché.

Le Mans
21 lug 2021
La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar? Prime

La buona, la brutta, la cattiva: con Peugeot è svolta Hypercar?

La Casa del Leone ha presentato la sua 9X8, che va ad aggiungersi alle già presenti e attive Toyota e Glickenhaus. Ma le forme definite "rivoluzionarie" del prototipo francese possono portare finalmente a qualcosa di distinguibile e vario nell'endurance e a Le Mans.

WEC
11 lug 2021