Rossi: "Stoner? come talento forse il più forte di tutti"

In un'intervista a La Gazzetta dello Sport, Rossi ha parlato dei problemi di salute che hanno colpito l'australiano e ha sottolineato i suoi pregi di pilota.

Rossi: "Stoner? come talento forse il più forte di tutti"
Carica lettore audio

Avversari in pista, amici fuori? Non è certo il caso di Valentino Rosi e Casey Stoner. I due, a più riprese, si sono scontrati sia dal punto di vista sportivo che da quello verbale, dando vita a una rivalità tra le più belle e appassionanti del decennio scorso.

In questi mesi Stoner ha svelato di avere problemi fisici di una determinata entità, che non gli permettono di fare sforzi prolungati. Un ulteriore smacco per un pilota che, se la salute lo avesse assistito, avrebbe corso ancor per tanti anni, magari inserendosi nelle lotte per i titoli della classe maggiore del Motomondiale.

Valentino Rossi, nell'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha dedicato un pensiero a Casey, avversario di antiche battaglie - alcune passate alla storia, come quella strepitosa a Laguna Seca nel 2008 - e ora persona lontana dal paddock di MotoGP ma che ammira con sincerità.

Leggi anche:

"Ho letto che Casey soffre di stanchezza cronica. Brutto. Un vero problema", ha affermato Valentino, il quale ha poi ringraziato l'australiano per i recenti complimenti fatti nel corso del podcast in cui ha rivelato i suoi problemi fisici.

"Casey ha sempre guidato al limite, anche quando la moto non era a posto. Lo ringrazio molto per i complimenti che mi ha fatto, è stato un grandissimo avversario".

Poi il "Dottore" ha reso a Stoner un complimento di alto livello: "A livello di talento puro, forse, il più forte di tutti. Ha fatto cose impressionanti nella sua carriera, anche se è durata poco. Ma che lampi".

"E' stato difficile con Stoner, anche perché caratterialmente è bello tosto. Non avevamo un gran rapporto, ecco. Spero torni a stare bene, almeno per avere una vita normale".

Valentino Rossi e Casey Stoner
Valentino Rossi e Casey Stoner
1/14

Foto di: Yamaha Motor Racing

Casey Stoner, Repsol Honda
Casey Stoner, Repsol Honda
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Casey Stoner, campione MotoGP 2007, festeggia
Casey Stoner, campione MotoGP 2007, festeggia
3/14

Foto di: Ducati Corse

Sete Gibernau, Honda, Valentiono Rossi, Repsol Team Honda
Sete Gibernau, Honda, Valentiono Rossi, Repsol Team Honda
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Casey Stoner
Casey Stoner
5/14

Foto di: Repsol Media

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Casey Stoner and Valentino Rossi
Casey Stoner and Valentino Rossi
8/14

Foto di: Bob Heathcote

Casey Stoner and Valentino Rossi
Casey Stoner and Valentino Rossi
9/14

Foto di: Bob Heathcote

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Moto di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Moto di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Alex Marquez: "Voglio essere Rookie of the Year 2020"
Articolo precedente

Alex Marquez: "Voglio essere Rookie of the Year 2020"

Prossimo Articolo

Yamaha: a Sepang debutta un sistema "holeshot" in stile Ducati?

Yamaha: a Sepang debutta un sistema "holeshot" in stile Ducati?