Jorge Lorenzo: "Io tester Yamaha? È una delle possibilità"

Il pilota spagnolo, durante un'intervista a Motosan.es, ha parlato del proprio futuro mostrandosi aperto alla possibilità di diventare collaudatore Yamaha.

Jorge Lorenzo: "Io tester Yamaha? È una delle possibilità"
Jorge Lorenzo e Alex Crivillé
Jorge Lorenzo e Alex Crivillé
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

In queste ultime settimane si è tanto parlato della possibilità di vedere Jorge Lorenzo di nuovo in sella ad una Yamaha in qualità di tester. Anche Valentino Rossi si è detto favorevole a questa eventualità conscio delle grandi qualità di collaudatore che lo spagnolo ha sempre dimostrato durante tutta la sua carriera.

Ad interessare però maggiormente al team di Iwata sono soprattutto le tantissime informazioni che l'iberico si porterebbe dietro. Jorge, infatti, ha guidato negli ultimi due anni per Ducati e Honda, proprio le due moto di riferimento in questo momento in MotoGP e proprio per questo il suo bagaglio di conoscenze potrebbe diventare vitale per la casa dei tre diapason.

Leggi anche:

Durante un'intervista a Motosan.es Lorenzo ha così affermato: "L'ultimo anno e mezzo in termini di infortuni è stato sicuramente il peggiore della mia carriera. Questo ha influenzato notevolmente le mie prestazioni. Devo dire che nonostante tutti i problemi e i cattivi risultati il team mi ha sempre supportato".

Quando gli è stato chiesto se andrebbe a fare da tester per la Yamaha lo spagnolo ha laconicamente risposto: "Questa è una delle possibilità che ho sul tavolo". Ha poi aggiunto: "Avere più tempo libero è stato uno dei motivi che mi ha spinto a ritirarmi. Quindi in questo momento voglio avere più tempo e fare le cose che non ho potuto fare negli ultimi 18 anni".

Parlando della sua carriera sportiva invece Jorge ha infine concluso: "Da giovane ho lottato con Pedrosa e Dovizioso, mentre in MotoGP i più difficili da battere sono stati Rossi, Stoner e Marquez, ognuno di loro con un talento unico. Secondo me una delle più grandi virtù di Marc è che vuole sempre vincere, ma potrebbe diventare anche un difetto per lui in uno sport così rischioso come la MotoGP. Inoltre se dovesse eguagliare Agostini credo che avrebbe ancora più meriti visto che Giacomo ha ottenuto quei numeri in un'epoca in cui era permesso correre in più categorie nella stessa giornata".

condivisioni
commenti
Yamaha: a Sepang debutta un sistema "holeshot" in stile Ducati?

Articolo precedente

Yamaha: a Sepang debutta un sistema "holeshot" in stile Ducati?

Prossimo Articolo

Capirossi: "In 30 anni non ho mai visto un pilota come Marquez"

Capirossi: "In 30 anni non ho mai visto un pilota come Marquez"
Carica commenti
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021