Red Bull Ring, Warm-Up: le Ducati scavano di nuovo un solco

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Warm-Up: le Ducati scavano di nuovo un solco
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
14 ago 2016, 08:15

Miglior tempo proprio all'ultimo giro per Iannone con la gomma dura, ma Dovizioso prova la media ed è a pochi millesimi. A quattro decimi c'è un quartetto compatto con Lorenzo, Vinales, Rossi e Marquez. Brutta caduta per Miller.

Andrea Iannone, Ducati Team
Andrea Iannone, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Maverick Viñales, Team Suzuki MotoGP
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
La caduta di Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
La caduta di Jack Miller, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS

Dopo la pole position di ieri, Andrea Iannone si è mostrato in grande spolvero anche nel Warm-Up del GP d'Austria di MotoGP. Il pilota della Ducati ha realizzato il miglior tempo in 1'23"953, ma soprattutto lo ha stampato sotto la bandiera a scacchi.

Questo vuol dire che in quel momento la sua gomma posteriore (montava la dura) aveva ben 12 giri alle spalle, quindi sembra che la sua Desmosedici GP oltre ad essere veloce riesca ad avere anche un'ottima gestione del degrado degli pneumatici rispetto al resto del gruppo.

Alle sue spalle c'è l'altra Ducati di Andrea Dovizioso, che ha chiuso con un gap di 46 millesimi ed è stato il solo a scendere sotto all'1'24" oltre al pilota di Vasto. La Casa di Borgo Panigale, tra le altre cose, ha fatto una comparativa interessante, perché il forlivese ha disputato il turno da 20 minuti con la gomma media al posteriore.

Se in qualifica il gap degli altri si era ridotto, stamattina è tornato ad aumentare, con il primo degli inseguitori che si ritrova ad oltre quattro decimi ed è Jorge Lorenzo. Dietro alle due Ducati però si è formato un quartetto molto interessante, perché nello spazio di un decimo e mezzo ci sono anche Maverick Vinales, Valentino Rossi e Marc Marquez.

Il pilota della Honda ha passato una buona notte e si è presentato in pista senza particolari dolori alla spalla lussata ieri, anche se stamani ha mostrato qualche lungo in staccata. Segno che forse un po' di fatica c'è.

Continuando a scorrere la classifica troviamo un altro acciaccato, ovvero Aleix Espargaro, che oggi dovrà convivere la frattura del dito medio della mano sinistra rimediata nella giornata di venerdì. Seguono le due Ducati Pramac di Scott Redding e Danilo Petrucci, con la Yamaha Tech 3 di Bradley Smith a completare la top 10.

Continua a faticare, e parecchio, Dani Pedrosa: lo spagnolo non è riuscito ad andare oltre al 15esimo tempo con la sua Honda, staccato di quasi 1"4. Se la passa decisamente peggio però Jack Miller, caduto molto rovinosamente nel cambio di direzione della curva 8 nei primi minuti. Il vincitore a sorpresa del GP d'Olanda ora si trova al centro medico per accertamenti, perché si teme un infortunio alla clavicola sinistra.

Cla#PilotaBikeGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 29 Andrea Iannone Ducati 12 1'23.953     185.503 308.4
2 4 Andrea Dovizioso Ducati 14 1'23.999 0.046 0.046 185.402 310.8
3 99 Jorge Lorenzo Yamaha 14 1'24.386 0.433 0.387 184.551 309.1
4 25 Maverick Viñales Suzuki 13 1'24.421 0.468 0.035 184.475 309.9
5 46 Valentino Rossi Yamaha 14 1'24.486 0.533 0.065 184.333 306.2
6 93 Marc Márquez Alenta Honda 13 1'24.532 0.579 0.046 184.233 306
7 41 Aleix Espargaro Suzuki 11 1'24.665 0.712 0.133 183.943 304.4
8 45 Scott Redding Ducati 13 1'24.708 0.755 0.043 183.850 304.8
9 9 Danilo Petrucci Ducati 14 1'24.725 0.772 0.017 183.813 304.3
10 38 Bradley Smith Yamaha 14 1'24.850 0.897 0.125 183.542 303.2
11 44 Pol Espargaro Yamaha 12 1'24.938 0.985 0.088 183.352 308.5
12 8 Hector Barbera Ducati 14 1'25.143 1.190 0.205 182.911 306.1
13 35 Cal Crutchlow Honda 12 1'25.173 1.220 0.030 182.846 304
14 51 Michele Pirro Ducati 13 1'25.188 1.235 0.015 182.814 308.4
15 26 Daniel Pedrosa Honda 11 1'25.343 1.390 0.155 182.482 306.5
16 19 Alvaro Bautista Aprilia 14 1'25.456 1.503 0.113 182.241 304.9
17 50 Eugene Laverty Ducati 12 1'25.594 1.641 0.138 181.947 302
18 53 Tito Rabat Honda 14 1'25.652 1.699 0.058 181.824 301.5
19 68 Yonny Hernandez Ducati 11 1'25.873 1.920 0.221 181.356 299.2
20 76 Loris Baz Ducati 9 1'26.206 2.253 0.333 180.655 296.6
21 6 Stefan Bradl Aprilia 14 1'26.285 2.332 0.079 180.490 304.1
  43 Jack Miller Honda 0         0

 

Prossimo articolo MotoGP
Fotogallery: gli scatti più belli delle Qualifiche del GP d'Austria

Articolo precedente

Fotogallery: gli scatti più belli delle Qualifiche del GP d'Austria

Prossimo Articolo

Avintia conferma Loris Baz ed Hector Barbera per il 2017

Avintia conferma Loris Baz ed Hector Barbera per il 2017
Carica commenti