MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
75 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
96 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
131 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
166 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
257 giorni

MotoGP, Misano 2, Libere 1: Quartararo brilla, Rossi 17°

Miglior tempo per il francese della Yamaha Petronas, tallonato da Morbidelli. Risalgono le KTM, ma anche Dovizioso è subito settimo. Le M1 ufficiali non fanno il time attack.

condivisioni
commenti
MotoGP, Misano 2, Libere 1: Quartararo brilla, Rossi 17°

La giornata di test di martedì è stata molto utile a tutti e lo si è visto fin dalla prima sessione di prove libere del Gran Premio d'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini, con ben cinque piloti che sono stati capaci subito di infrangere la barriera dell'1'32".

A dettare il ritmo ancora una volta sono state le Yamaha, che si confermano particolarmente a loro agio sul tracciato di Misano, con Fabio Quartararo che ha fatto segnare il miglior tempo in 1'31"721 con una M1 ancora con una configurazione identica a quella della scorsa settimana, quindi senza le novità provate nei test.

Alle sue spalle c'è la seconda M1 con i colori Petronas, quella di un Franco Morbidelli ancora decisamente in palla nonostante l'assenza in pista nei test a causa di un problema di stomaco. Il vincitore di domenica scorsa ha provato il nuovo forcellone in carbonio ed ha chiuso a 90 millesimi dal compagno di box, pur avendo ottenuto la sua prestazione con la gomma dura al posteriore.

Rispetto allo scorso weekend sembrano aver fatto un passo avanti importante le KTM, con Pol Espargaro e Miguel Oliveira che si sono attestati in terza ed in quinta posizione, distanziati rispettivamente di 120 e di 244 millesimi dalla vetta. Un'ulteriore conferma poi è arrivata dalla Suzuki di Joan Mir, con lo spagnolo che ha concluso in quarta posizione, staccato di 205 millesimi.

Finalmente torna a vedersi nella top 10 anche la Honda, con Takaaki Nakagami primo tra i piloti rimasti al di sopra dell'1'32" con la RC213V del Team LCR. La notizia più importante però è il passo avanti di Andrea Dovizioso: il ducatista ha lavorato in ottica gara per buona parte del turno, ma non ha avuto problemi a piazzare un 1'32" basso nel finale per mettersi tranquillamente all'interno della Q2 provvisoria.

Nella top 10 c'è spazio poi anche per le altre due Ducati di Johann Zarco e Pecco Bagnaia, che hanno chiuso rispettivamente in ottava ed in decima posizione, mentre tra di loro si è inserita l'Aprilia di Aleix Espargaro. Buona pure la prestazione dello spagnolo, che ha ridotto a meno di mezzo secondo il gap dalla vetta della RS-GP.

Peccato per Danilo Petrucci, che ha fatto un passo avanti, ma al momento sarebbe fuori dalla Q2 per appena 25 millesimi. Discorso che può valere anche per Alex Marquez, per il quale il 12esimo tempo di questa FP1 rappresenta un interessante step.

Per ora sono mancate un po' all'appello le due Yamaha ufficiali: Maverick Vinales, che ha provato il nuovo scarico, non è riuscito a fare meglio del 13esimo tempo, mentre Valentino Rossi, che invece è ripartito con il pacchetto dello scorso weekend, si ritrova addirittura 17esimo. Va detto però che entrambi non hanno fatto un time attack e quindi ci sta che siano attardati.

Stesso concetto che si può applicare a Jack Miller, solamente 15esimo con la Ducati del Pramac Racing. E' iniziato proprio male invece il fine settimana di Alex Rins: lo spagnolo della Suzuki ha fatto un salvataggio miracoloso dopo un'imbarcata alla curva 5, ma poco più tardi è scivolato alla curva 8 e quindi non è riuscito a fare meglio del 16esimo tempo con la sua Suzuki. La classifica comunque è cortissima, perché i primi 17 sono tutti sotto all'1'33".

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 France Fabio Quartararo Yamaha 21 1'31.721     165.946
2 Italy Franco Morbidelli Yamaha 19 1'31.811 0.090 0.090 165.784
3 Spain Pol Espargaro KTM 20 1'31.841 0.120 0.030 165.729
4 Spain Joan Mir Suzuki 15 1'31.926 0.205 0.085 165.576
5 Portugal Miguel Oliveira KTM 21 1'31.965 0.244 0.039 165.506
6 Japan Takaaki Nakagami Honda 21 1'32.102 0.381 0.137 165.260
7 Italy Andrea Dovizioso Ducati 20 1'32.152 0.431 0.050 165.170
8 France Johann Zarco Ducati 20 1'32.170 0.449 0.018 165.138
9 Spain Aleix Espargaro Aprilia 17 1'32.185 0.464 0.015 165.111
10 Italy Francesco Bagnaia Ducati 18 1'32.410 0.689 0.225 164.709
11 Italy Danilo Petrucci Ducati 23 1'32.435 0.714 0.025 164.664
12 Spain Alex Marquez Honda 21 1'32.437 0.716 0.002 164.661
13 Spain Maverick Viñales Yamaha 21 1'32.589 0.868 0.152 164.391
14 South Africa Brad Binder KTM 18 1'32.611 0.890 0.022 164.351
15 Australia Jack Miller Ducati 20 1'32.627 0.906 0.016 164.323
16 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'32.634 0.913 0.007 164.311
17 Italy Valentino Rossi Yamaha 22 1'32.832 1.111 0.198 163.960
18 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 21 1'33.101 1.380 0.269 163.486
19 Spain Iker Lecuona KTM 23 1'33.183 1.462 0.082 163.343
20 Germany Stefan Bradl Honda 21 1'33.384 1.663 0.201 162.991
21 Spain Tito Rabat Ducati 24 1'33.496 1.775 0.112 162.796
Botta e risposta tra Quartararo e Mir

Articolo precedente

Botta e risposta tra Quartararo e Mir

Prossimo Articolo

Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"

Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"
Carica commenti
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021
Andrea Dovizioso e l'impareggiabile esperienza di 19 anni nei GP Prime

Andrea Dovizioso e l'impareggiabile esperienza di 19 anni nei GP

Mai assente da un Gran Premio dal 2002, Andrea Dovizioso sta chiudendo un capitolo che rappresenta più della metà della sua vita e che gli ha regalato lezioni di incomparabile valore.

MotoGP
11 feb 2021
Ducati: riuscirà Bagnaia dove hanno fallito Rossi e Dovizioso? Prime

Ducati: riuscirà Bagnaia dove hanno fallito Rossi e Dovizioso?

Pecco Bagnaia è il settimo pilota italiano che arriva a correre con il team ufficiale Ducati in MotoGP. Quattro di questi hanno vinto delle gare, ma nessuno ha centrato il titolo. Riuscirà all'ex campione del mondo di Moto2 quell'impresa che non è riuscita neanche a due mostri sacri come Valentino Rossi ed Andrea Dovizioso?

MotoGP
10 feb 2021