Mir: "Mi sono spaventato quando si è rotta la moto in FP4"

Joan Mir ha ammesso di essersi spaventato quando, durante la FP4, la sua Suzuki ha accusato una rottura piuttosto spettacolare sul rettilineo opposto di Austin.

Mir: "Mi sono spaventato quando si è rotta la moto in FP4"

Sulla GSX-RR del campione del mondo in carica Joan Mir c'è stata una sorta di esplosione mentre accelerava in uscita dalla curva 11, all'inizio della FP4 del Gran Premio delle Americhe. Una situazione che ha provocato un rallentamento improvviso, con annesso il rischio di una collisione con la KTM di Miguel Oliveira, che lo seguiva molto da vicino.

Mir è poi tornato in pista con la sua seconda moto, riuscendo ad ottenere l'ottavo posto sullo schieramento di partenza del Gran Premio delle Americhe, ma ha ammesso di non sapere ancora la natura del guasto e di essersi spaventato in quel frangente.

"Sì, beh, la moto si è fermata completamente", ha detto Mir quando gli è stato chiesto da Motorsport.com se sapeva cosa fosse andato storto in FP4.

"Non so se sia stato il motore o qualcosa del genere, ma ero un po' spaventato in quel momento".

"Non sapevo cosa stava succedendo e inoltre era in un punto di accelerazione, quindi è stato pericoloso. Ma per fortuna sto bene".

Leggi anche:

Mir ha faticato tantissimo a rendere stabile la sua Suzuki sui tanto criticati dossi del COTA, ed ha spiegato che il problema è proseguito anche stamani nella FP3.

Dopo il problema meccanico nella FP4, ha detto però di aver trovato la soluzione che stava cercando e che in qualifica non è riuscito a fare meglio dell'ottavo tempo perché aveva solo una gomma soft nuova, essendo stato costretto a passare dalla Q1.

"È stata una giornata difficile. La cosa principale oggi è che mi aspettavo un po' di più nella FP3, speravo di ritrovare un buon feeling, ma è successo nella FP4", ha detto il campione del mondo.

"Questo è stato il problema di oggi, che sono stato costretto a passare dalla Q1. Onestamente, nella FP3 avevo gli stessi problemi di ieri, poi la moto è migliorata e in FP4 ho fatto un buon tempo con la gomma media. Questo vuol dire che abbiamo migliorato molto il nostro passo gara e questo è importante".

"So che normalmente fatichiamo in qualifica, quindi alla fine è venuto fuori un tempo non male. Nella Q1 sono riuscito a centrare la Q2 senza problemi, ma poi in Q2 non ho potuto fare un secondo tentativo, perché non avevo un'altra gomma nuova", ha concluso.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rossi: "Era tanto che nessuno guidava la Ducati come Bagnaia"
Articolo precedente

Rossi: "Era tanto che nessuno guidava la Ducati come Bagnaia"

Prossimo Articolo

Miller: "Le gomme? Evito di commentare, ma sono stufo"

Miller: "Le gomme? Evito di commentare, ma sono stufo"
Carica commenti
Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre” Prime

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre”

Valentino Rossi è stato la star indiscussa del fine settimana di MotoGP dove comunque è stato incoronato il nuovo campione del mondo, Fabio Quartararo. Il pilota di Tavullia ha ricevuto un'ovazione clamorosa dal suo pubblico - e non solo - e, come ha ammesso scherzando

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021