Mir: “Abbiamo sbagliato strategia, sono arrabbiato”

Joan Mir chiude il venerdì di libere con il 13esimo crono ed è costretto a disputare il Q1 nella qualifica di domani a Losail. Il pilota Suzuki però attribuisce il risultato ad un errore di strategia, motivo che non lo fa essere contento.

Mir: “Abbiamo sbagliato strategia, sono arrabbiato”

Inizia in salita il fine settimana del Gran Premio di Doha per il campione del mondo in carica: Joan Mir ha concluso il venerdì di libere solamente in 13esima posizione, pagando 867 millesimi dal migliore di giornata, Jack Miller. Ancora una volta il pilota Suzuki sarà costretto alla rimonta, ma questa volta il motivo è da attribuire ad un errore di strategia commesso durante la seconda sessione di prove libere.

“Non sono contento – afferma Mir – abbiamo sbagliato la strategia, ho potuto fare un solo giro con le gomme buone, non sono riuscito a farne un altro, che è la cosa normale. Ci siamo sbagliati, ho preso bandiera e la conseguenza è che siamo attardati. Con un giro in più avremmo guadagnato il decimo che ci è mancato”.

Non è un Mir soddisfatto quello che si presenta ai microfoni al termine del venerdì, un errore di strategia ha compromesso un potenziale accesso diretto al Q2 di domani. Come noto, a Losail le FP3, che generalmente decretano quali sono i piloti che vanno direttamente alla seconda fase di qualifica, non sono indicative a causa delle temperature ed il portacolori Suzuki dovrà così passare per il Q1 a meno di enormi sorprese.

 

Mir spiega qual è stato l’errore commesso, un calcolo errato dei tempi per montare le gomme: “L’errore è stato che abbiamo fatto troppi giri con le prime due gomme, quando mi hanno chiamato ai box ho dovuto cambiare la moto perché non c’era più tempo di cambiare le gomme né il setting. Sono uscito con la seconda moto e non ho avuto tempo. Tutti siamo molto vicini, diamo il cento per cento e se si sbaglia qualcosa, si sbaglia tutto”.

Il portacolori Suzuki ad ogni modo sostiene che non sarà facile recuperare terreno, viste le prestazioni dei rivali. In particolare mette in risalto quella di Jorge Martin, quinto con la Ducati del team Pramac: “Siamo qui da molti giorni, è un circuito favorevole ai rookie e sul giro secco Jorge Martin fa sempre paura. Inoltre ha una buona moto per correre qui, sta andando bene. Sicuramente sarà difficile batterlo in gara”.

“Sarà molto complicato, ci sono tante moto con un potenziale alto sul giro secco nel Q1. Noi daremo il cento per cento, penso che abbiamo l’opportunità di passare al Q2. Sarà molto difficile, ma se non ci riusciamo non dobbiamo perdere la pazienza. Confidiamo nel fatto che vada bene il Q1”.

Leggi anche:

Al di là dell’errore, Mir si sente bene con la moto e ha deciso di non fare troppi cambiamenti rispetto alla scorsa settimana: “Siamo partiti con il setting della gara, con cui mi sento abbastanza bene. Ma tutto è molto serrato, non miglioreremo di mezzo secondo. penso che oggi avrei potuto fare un buon tempo, ma per un errore di strategia non ci siamo riusciti. Domani vedremo come sono messi i nostri avversari e costruiremo un buon giro, vediamo se riusciamo ad essere fra i primi 10 in qualifica”.  

Tuttavia, il campione del mondo in carica non è così sicuro di passare il taglio in qualifica: “Non sono sicuro del fatto che domani possiamo risolvere il problema di essere nel Q2, mi preoccupa un po’ il fatto di non esserci riuscito per un errore. Sono un po’ arrabbiato perché non è la nostra posizione, ma bisogna imparare dagli errori e non ripeterli. La pista era un po’ diversa, però le condizioni erano uguali per tutti”.

condivisioni
commenti
Miller scherza: "I gioielli di famiglia sono salvi!"
Articolo precedente

Miller scherza: "I gioielli di famiglia sono salvi!"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Ho cambiato stile di guida ed ha funzionato"

Bagnaia: "Ho cambiato stile di guida ed ha funzionato"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021