Marquez: "L'idea era attaccare dopo il cambio moto"

Dopo la bella vittoria in Argentina, Marc ha raccontato di aver avuto qualche difficoltà fino al cambio moto, ma di essere molto contento dei progressi che sta facendo la sua Honda, anche se in accelerazione manca ancora qualcosa.

Marquez: "L'idea era attaccare dopo il cambio moto"
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Carica lettore audio

Chi vedeva in Jorge Lorenzo e nella Yamaha i grandi favoriti per la stagione 2016 della MotoGP dovrà incominciare a ricredersi, perché dopo due gare in vetta alla classifica iridata ci sono Marc Marquez e la Honda. Un qualcosa che solo qualche settimana fa appariva quasi impossibile, viste le grandi difficoltà di adattamento alla nuova elettronica che stava vivendo la Casa giapponese.

E' vero che in Argentina si è vissuto un weekend anomalo, prima per via di una pista sporca e poi per il caos gomme che si è creato ieri e che ha imposto un cambio moto obbligatorio a metà gara per questioni di sicurezza. Ma è altrettanto vero che a Termas de Rio Hondo siamo tornati a vedere un Marquez in versione "Cabronsito", soprattutto nella seconda parte del GP.

Durante le interviste televisive, Marc ha infatti confermato che aveva proprio pianificato di attaccare dopo il cambio moto: "Con la moto che ho usato nella prima parte non mi sentivo benissimo fin dalle prove. La mia idea quindi era di gestire un po' nella prima metà e poi spingere nella seconda parte con la gomma nuova. Credo che abbiamo fatto davvero un grandissimo lavoro: dobbiamo ancora migliorare abbastanza in accelerazione, ma siamo sempre più vicini al top".

Anzi, ha rivelato anche che nella prima parte ha faticato molto di più di quanto si potesse vedere da fuori: "Ho fatto molta fatica all'inizio, perché uscendo dalla curva 4 perdevo davvero tantissimo. In quel punto Valentino è anche riuscito a passarmi all'esterno, ma io stavo guidando al massimo e credo che non avrei potuto fare molto di più. Però avevamo anche degli altri punti della pista in cui eravamo palesemente i più veloci. Inoltre bisognava stare molto attenti a dove c'erano ancora delle chiazze di bagnato, quindi sono davvero molto contento".

Alla prima curva c'era stato anche il brivido di un leggero contatto con Andrea Iannone: "Ho visto una cosa rossa che arrivava a colpirmi e mi sono detto subito: questo è Iannone, perché Dovi normalmente è più calmo alla prima curva. Fortunatamente è andata bene, ma comunque sono caduto anche oggi...sul podio!".

Intanto anche la sua RC213V piano piano inizia a fare progressi: "Ora la moto inizia a piacermi a livello di telaio, ma continuiamo a perdere troppo in accelerazione. Ancora non siamo al 100%, ma stiamo gestendo al meglio la situazione perché siamo in testa al Mondiale".

condivisioni
commenti
Valentino: "Peccato, con la prima moto stavo andando bene..."
Articolo precedente

Valentino: "Peccato, con la prima moto stavo andando bene..."

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Oggi è stata solo colpa mia"

Lorenzo: "Oggi è stata solo colpa mia"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021