Iannone: "E' il momento di fare il salto di qualità"

Il pilota della Ducati punta a stare costantemente nelle posizioni da podio, ma soprattutto a firmare la sua prima vittoria in MotoGP nel 2016, anche perché è convinto di avere gli ingredienti giusti per farlo.

Motivatissimo. Questo è l'aggettivo che calza meglio all'Andrea Iannone visto oggi a Losail in occasione della prima conferenza stampa della stagione 2016 della MotoGP. Reduce dalla stagione che lo ha portato per la prima volta sul podio, il pilota della Ducati sa bene che è giunto il momento di provare ad alzare l'asticella e di andare a caccia della sua prima vittoria nella classe regina.

"L'anno scorso l'obiettivo era stare sempre a ridosso del podio, quest'anno invece voglio stare sempre nelle posizioni che contano, quindi tra i primi tre, o nei primi cinque quando bisogna accontentarsi. Ma bisogna provare anche a vincere, creandosi lo spazio per riuscirci e lavorando in questa direzione. E' il momento di fare il salto di qualità per arrivare dove meritiamo sia la Ducati che noi piloti. Non sarà facile, ma la nostra missione deve essere questa: tornare ai vertici e fare il colpo grosso quando si presenta l'opportunità" ha detto Iannone durante l'incontro con la stampa.

Poi ha argomentato meglio, dicendo che deve essere non solo l'obiettivo suo, ma dell'intera squadra Ducati: "Io non dico che dobbiamo lottare per vincere il Mondiale. Semplicemente questo sarebbe il completamento di un percorso che abbiamo iniziato in questi anni. Prima abbiamo ridotto il gap, poi siamo tornati a battagliare per il podio ed ora dobbiamo fare questo ultimo step. L'anno scorso si era detto che dovevamo vincere almeno una gara e non ci siamo riusciti. Quest'anno dobbiamo riuscire a vincere almeno qualche gara. Questo non vuol dire che sarà facile o che ce la faremo sicuramente, ma il nostro obiettivo deve essere questo perché noi siamo la Ducati".

Tra le altre cose, Andrea pensa che la Ducati si stia adattando abbastanza bene alle gomme Michelin ed al software unico: "Quest'anno è tutto completamente nuovo, sono cambiate tante cose: le gomme, l'elettronica e per noi anche la moto. Sono contento perché mi sono trovato bene a guidare con le Michelin fin da subito. Anche con l'elettronica non è andata male, anche se abbiamo avuto delle difficoltà su alcuni tracciati, tipo Sepang e Phillip Island, ma siamo migliorati un passo alla volta. L'ultimo test qui è andato bene, quindi penso che abbiamo un ottimo potenziale".

E c'è anche un'altra nota positiva, la sua spalla sempra ormai essere guarita, anche se quest'inverno ha preferito non operarsi: "L'infortunio ormai è una storia vecchia per me. Sono davvero felice delle condizioni attuali della mia spalla, perché durante l'inverno sono riuscito a lavorare molto con il mio preparatore fisico ed ora si vede la differenza".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP del Qatar
Circuito Losail International Circuit
Piloti Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Conferenza stampa