Dovizioso: "Sapevamo di poter migliorare. Ho sfruttato il traino di Marc"

Andrea Dovizioso centra a sorpresa il quarto posto nelle Qualifiche del GP di Spagna, a Jerez de la Frontera, una pista che non ha mai amato particolarmente. Il forlivese è il miglior pilota Ducati in griglia.

Andrea Dovizioso è la faccia soddisfatta della Ducati in questo sabato di Qualifiche di Jerez de la Frontera, che ha portato in quarta posizione la Desmosedici GP del team ufficiale di Borgo Panigale.

Il forlivese ha mostrato una bella crescita prestazionale rispetto ai primi due turni di prove libere, andati in scena ieri. "Come dicevo ieri c'era la possibilità di fare un ottimo lavoro e tanti miglioramenti perché ieri le condizioni erano più strane, era difficile gestire le gomme. Abbiamo lavorato bene anche in questo fine settimana fino a questo momento, quindi piano piano siamo rimasti tranquilli anche quando non eravamo con i primi".

"DesmoDovi" ha ammesso di aver sfruttato il traino involontario di Marquez, ma con la gomma più dura ha mostrato di aver qualcosa in più rispetto a tutti gli altri piloti in sella a una Ducati: "Ho fatto un gran bel giro, anche se sono stato aiutato dal traino di Marquez, ma uesto tempo è ottimo perchè avevo l'obiettivo odi centrare le prime due file e ho fatto quarto. Sono molto soddisfatto perché Jerez è una pista in cui ho sempre fatto molta fatica".

"Mi sono trovato bene con la moto, anche se i primi tre hanno un altro passo, però secondo me domani sarà fondamentale gestire bene le gomme perché la gara sarà lunga: 27 giri".

Per la gara di domani, Dovizioso dovrà essere bravo a gestire bene le gomme, che a Jerez hanno spesso un consumo piuttosto accentuato e la gara sarà lunga: "Abbiamo uno spin anomalo, ma penso che anche gli altri abbiano le medesime difficoltà. Noi forse un po' di più perché abbiamo una gran potenza, però dobbiamo cercare di gestire tutto questo e credo che la gestione delle gomme sarà fondamentale per tutti. Il consumo della gomma sarà molto alto per la scivolosità della gomma".

"Credo che sarà importante partire davanti e non dover recuperare. Ma la seconda parte di gara sarà quella che farà la reale differenza".

"Dal punto di vista del morale questo è un bel risultato. Qui è difficile avere un buon feeling, mentre è molto più facile incappare in alcuni errori e cadere. E' difficile mettere tutte le tessere del puzzle al posto giusto e ce l'abbiamo fatta. Siamo contenti ma è un lavoro a metà, perché alla fine conta sempre la gara, dunque domani", ha concluso il romagnolo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Spagna
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Circuito de Jerez
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista