Dovizioso: "Ho avuto fortuna ma ho fatto un giro perfetto"

Andrea Dovizioso ha centrato la prima pole position stagionale per la Ducati, sfruttando un ottimo assetto della sua moto e i riferimenti di Rossi in alcune curve bagnate.

Ad Assen Andrea Dovizioso è l'uomo del giorno. Il forlivese ha infatti regalato la prima pole position stagionale alla Ducati, che era a digiuno di partenze al palo dall'edizione 2015 de Gran Premio d'Italia, al Mugello, firmata da Andrea Iannone.

Dovizioso ha sfruttato al meglio l'ultima gomma da bagnato a disposizione e, su una pista in netto miglioramento, ha colto la pole proprio all'ultimo tentativo a sua disposizione, aiutato anche nell'ultimo settore da Valentino Rossi, che lo precedeva ed era intento a dare l'assalto alla prima posizione.

"Sono successe tante cose in queste Qualifiche e riuscire a fare la pole in queste condizioni, che sono difficili per tutti dimostra che abbiamo lavorato bene, siamo stati molto bravi. A partire dall'inizio del fine settimana. Abbiamo migliorato molto runo dopo turno, specialmente poi nelle Libere 3 di questa mattina", ha dichiarato "Desmodovi" al termine delle Qualifiche.

"Eravamo veloci sull'asciutto, mentre questo pomeriggio le condizioni erano molto insidiose e sono caduti in tanti. C'era poco grip all'anteriore. E' stato molto importante disputare il quarto turno perché ci ha fatto capire come prepararci meglio per la qualifica. Abbiamo fatto un set up diverso e io ho modificato il mio modo di guidare perché non potevamo forzare sull'anteriore, però il grip dietro era davvero tanto, quindi potevamo sfruttare il potenziale dietro".

"Alla prima uscita ho fatto un tempo competitivo e la nostra strategia era fare solo un giro, ma poi la pista si è asciugata velocemente e ho preferito fermarmi e fare un altro tentativo. Ho detto ai ragazzi di cambiare solo la gomma posteriore. Loro non erano pronti perché non si aspettavano il mio rientro ma sono stati molto veloci. Sapevo che avevo solo un giro a disposizione ma avevo capito il quali curve avrei potuto spingere forte perché era asciutto, mentre in quelle più bagnate mi è bastato restare nel limite che ha mostrato Valentino, che era davanti a me. Ho avuto fortuna ma ho fatto un giro perfetto".

Per la gara di domani, in cui scatterà davanti a tutti, Andrea ha ammesso di sperare di avere una gara totalmente bagnata o totalmente asciutta. Le condizioni intermedie sono infatti molto più complesse da gestire, sia per i team che per i piloti. Inoltre dopo le modifiche effettuate nel corso della mattina la sua Ducati numero 04 ha mostrato ottimi miglioramenti del passo gara su pista asciutta.

"Così come Valentino spero anche io in una gara totalmente bagnata o totalmente asciutta. Però totalmente bagnata è molto difficile qui ad Assen, perché abbiamo visto anche oggi che basta che smetta di piovere e l'asfalto si asciuga immediatamente, quindi dovremo prenderla con calma ed essere sempre pronti a interpretare diverse fasi che proporrà la gara".

Il rider della Ducati ha inoltre ammesso di aver pensato di montare una gomma intermedia al posteriore per l'ultimo tentativo. Le condizioni erano infatti insidiose, con alcune zone della pista ormai asciutte, mentre altre erano ancora piuttosto bagnate: "Ho pensato di montare l'intermedia e forse ci poteva anche stare. So che qualcuno l'ha messa ma bisogna sentire loro, non so come si sia comportata. Dietro forse ci poteva stare, ma sarebbe stata una scelta molto al limite".

"Raramente si presentano condizioni adatte per utilizzare la gomma intermedia posteriore in gara. Anzi, quasi mai. Però può accadere e non puoi metterti d'accordo con il team. O comunque dovremmo trovare un modo per comunicare con il team nel corso della gara. Alla fine però penso che il vantaggio sia per i piloti più svegli e che riescono a interpretare meglio le varie situazioni di gara. Comunque la slick qui è sempre la soluzione ideale se la pista si asciuga, perché ci mette poco tempo. Qui l'intermedia potrebbe avere un senso in assenza di alte temperature e in caso di pioggia. L'intermedia si scalda velocemente e con il freddo che c'è qui non è male, però sono situazioni complesse".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Circuito Assen
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista