Aleix: "Aprilia e SBK opzioni valide per il 2017", ma c'è pure Aspar

Aleix Espargaro ha ribadito di essere sorpreso e amareggiato dall'atteggiamento di Suzuki nei suoi confronti, nonostante i buoni risultati. "Cerco un team che mi voglia davvero". Ora Aleix tratta con Aprilia e due team di SBK.

Aleix Espargaro sembrava poter essere il pilota destinato a pasare in secondo piano nella classica conferenza stampa che apre il fine settimana di gara al Montmelo, invece il pilota di Granollers - paese che dista pochi minuti dal circuito catalano - ha regalato spunti molto interessanti sul suo futuro in MotoGP.

Aleix sorpreso dall'atteggiamento Suzuki

"Stiamo lavorando sul mio futuro. Il fine settimana del Mugello per me è stato molto difficile quando mi sono reso conto che per la Suzuki non sono così importante come credevo. Quindi dal Mugello in avanti abbiamo iniziato a lavorare pensando a un trasferimento, a un altro team, e stiamo continuando a pensarci perché non sono così sicuro di continuare alla Suzuki".

"Le cose stanno così, ma io voglio correre in una squadra in cui mi sento davvero amato, mi sento voluto. Questa è la cosa più importante. La Suzuki non mi ha ancora comunicato nulla, ma la mia sensazione è questa. Perché siamo alla sesta gara e siamo sesti, non così lontani da Pedrosa che è al quarto posto".

"Nonostante questa posizione in campionato in Suzuki non hanno dimostrato un grande interesse. Sono molto arrabbiamo daa questo punto di vista quindi stiamo lavorando su altre possibilità, ma vedremo. Non simo anora pronti a decidere per il mio futuro".

Grande crescita negli ultimi due anni

"Non sono stato troppo duro con Suzuki, non sono arrabbiato. Sono Sorpreso. Sono grato alla Suzuki per la fiucia. Due anni fa mi hanno dato fiducia facendomi diventare pilota titolare, sono riuscito a centrare anche la mia prima pole, divertirmi molto. Sono sorpreso, non arrabbiato. Due anni fa la moto non funzionava e io ero molto lento".

"Loro hanno lavorato molto sodo, ma l'ho fatto anche io sullo sviluppo della moto. Lo scorso anno ho fatto una pole e ora siamo sesti in campionato. Credo che questo risultato non sia male. Tutti sanno che la mia priorità sarebbe rimanere alla Suzuki, ma non dipende da me. Devono decidere loro, sono una grande casa. Certamente devono guardare al meglio per loro. io sarò sempre grato a Suzuki. Per il futuro vedremo".

Aprilia e Superbike due ottime alternative

"Se mi vedrete guidare un'Aprilia la prossima stagione? Sì, questa è un'opportunità per il 2017, ma dobbiamo ancora decidere Tutto sta accadendo molto rapidamente. Abbiamo iniziato al Mugello a parlare con altri team. Abbiamo opzioni diverse, anche due ottime opportunità in Superbike".

"Stiamo riflettendo su quello che davvero desidero. La cosa più importante è che io vada in un posto dove mi dimostrino di volermi davvero. Voglio sentirmi un elemento molto importante per il mio team. Questo sarà l'elemento più importante per prendere la decisione per l'anno prossimo".

Per Aleix c'è anche l'opzione Aspar!

Aprilia, il Mondiale Superbike, ma non solo. Il maggiore dei fratelli Espargaro ha anche un'altra opzione direttamente dalla MotoGP ed è targata Aspar. Nel 2017 e nel 2018 il team spagnolo potrà avvalersi di due Ducati Desmosedici GP e lo stesso Jorge Martinez Aspar ha confermato di essere interessato ad Aleix.

"Ho un solo spazio libero nel mio team. Ho dovuto aspettare che le squadre ufficiali chiudessero il loro mercato per poi giocare le mie carte. Io conosco bene Aleix. E' stato con noi in 250 e in MotoGP. Mi piace molto come persona e come pilota. Naturalmente abbiamo parlato con lui e lui è proprio la mia prima scelta per la prossima stagione", ha affermato Aspar.

Informazioni aggiuntive di German García Casanova

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Catalogna
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Aleix Espargaro
Team Team Suzuki MotoGP
Articolo di tipo Conferenza stampa